Serie B – Tracollo Napoli, Palestrina passeggia a Casalnuovo

Serie B – Tracollo Napoli, Palestrina passeggia a Casalnuovo

Per gli azzurri, in campo senza Milani né Malagoli, si tratta del terzo KO consecutivo dopo quelli in trasferta con Caserta e Palermo. Arancio-verdi che invece inanellano il nono successo di fila e consolidano il secondo posto, trascinati da irreali percentuali dall’arco.

di Davide Uccella

GENERAZIONE VINCENTE NAPOLI – PALLACANESTRO PALESTRINA 65-94

PARZIALI: 14-27; 31-51; 50-75

NAPOLI: Guarino 10, Chiera 13, Malagoli ne, Erkmaa, Molinari, Di Viccaro 6, Dincic 13, Giovanardi, Bagnoli 15, Puoti, Milosevic 8, Milani ne. All.: Lulli.

PALESTRINA: Fiorucci 14, Rischia 6, Rossi 25, Banchi 11, Morici 6, Ochoa 8, Santucci 2, Cecconi, Rizzitiello 18, Mattei, Carrizo 4. All.: Ponticiello.

ARBITRI: Sig.ri D’ORAZIO di VITTORIO VENETO (TV) e GUARINO di CAMPOBASSO (CB)

Napoli in campo con Guarino, Chiera, Di Viccaro, Dincic e Bagnoli. Palestrina senza Beretta rimescola le carte schierando Banchi , Rossi spostato da “2” con Morici al posto di Carrizo, quindi Rizzitiello e Ochoa. Come al solito, Bagnoli preferisce il post-alto colpendo dalla media mentre Dincic di perno sinistro regola Ochoa. Di Viccaro si perde Morici nelle rotazioni a uomo, così l’oriundo arancio-verde rompe il ghiaccio di schiacciata, ma il vero anello debole in casa GeVi è Chiera, che offre a Rossi lo spazio per sganciare la sua prima bomba (4-7). Guarino intanto lamenta la marcatura fin troppo incisiva di Banchi e si becca il tecnico a 6’33”, Palestrina corre e tira con continuità, approfittando anche di qualche persa di troppo del play azzurro. La zona laziale alterna luci e ombre con ottime letture da parte di Dincic, ma Chiera si perde ancora Rossi per altre due bombe. Al posto dell’ex Cento arriva Molinari ma il risultato non cambia, dopo il recupero e appoggio di Banchi Rossi firma la quarta tripla e costringe Lulli al time-out (10-20). Al rientro Di Viccaro è l’unico a reagire con un mini-break di 4-0, anche Banchi però s’iscrive alla fiera dall’arco e Carrizo, in mis-match evidente con Molinari, non si fa pregare per il 14-27 di fine primo quarto.

Al rientro Lulli punta di nuovo su Chiera da play con Dincic da “5”e Milosevic da “4”, esterni sul parquet Erkmaa e Molinari: il quintetto è rischioso ma compensato da una zona 2-3 molto più attenta. Dunque mis-match da evitare per la GeVi, operazione non riuscita in apertura con il solito Carrizo, Chiera intanto si sveglia anche in attacco con cinque punti di fila, Dincic fino in fondo sulla spinta del contrpiede costringe Ponticiello al time-out (21-31 a 6’13”). Con Milosevic che appoggia ma sbaglia l’aggiuntivo la GeVi chiude un positivo 6-0, arriva però il terzo di Molinari e Lulli deve rompere l’idillio rimettendo Guarino. Il play infatti si prende le chiavi da Chiera e purtroppo tornano le sbavature offensive, sfruttate con perse banali e solite transizioni in solitudine di Rizzitiello, Rossi e Morici (25-37 a 3’49”). Il contro-break porta Lulli al time-out, rientra anche Bagnoli, ma un altro insufficiente rientro difensivo riaccende Rossi dai 6.75, quindi l’ennesima persa rilancia Banchi per il +17 ospite. Neanche un giro di lancette ed ecco il +20 con la tripla di Ochoa (25-45), ribadito per due volte e con altrettante bombe da Rischia, nonostante lo scatto d’orgoglio di Bagnoli e Guarino. 31-51 all’intervallo, con la Citysightseeing a 9/15 da 3.

Uniche varianti agli starting five quelle di Palestrina, con Rischia per Banchi e Santucci per Rossi, ma la verve dall’arco sembra la stessa del primo tempo, con Ochoa a colpire per il +23. Bagnoli, innescato finalmente come si deve da Chiera e Guarino, macina punti in pick n’roll ma Palestrina è implacabile, con Ochoa ormai in palla e Rizzitiello che piazza la tripla del nuovo +22 (39-61 a 6’25”). A 5’26” Rossi e Banchi per Rischia e Morici, un minuto dopo si muove qualcosa anche in casa Napoli con Molinari per Chiera, la GeVi potrebbe anche sfruttare il bonus ospite, ma l’unico a farlo è Dincic, mentre Rizzitiello da tre si prende ufficialmente il testimone di Rossi (46-64 a 2’49”). Ultime battute con Lulli che rispolvera Milosevic e tiene in campo Molinari a quattro falli, nient’altro da segnalare con una Palestrina che confeziona un 8-0 letale: protagonisti Fioricci, Morici in tear-drop Banchi e Rossi in transizione per il 75-50 del 30′.

A buoi ormai scappati poco altro da aggiungere, in una quarta frazione che vede Palestrina mai doma e mai paga, intensa e aggressiva fino all’ultimo e con tutti i suoi ragazzi, da Rossi a Fiorucci, mentre la GeVi non fa abbastanza, anzi quasi nulla per sprofondare fino a un -32 che rende il KO ancora più pesante. 65-94 il finale, scandito dai cori strameritati della torcida arancio-verde.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy