Serie B. Trentello di Truccolo, l’Alto Sebino ferma la corsa playoff di Bergamo

0

VIVIGAS ALTO SEBINO – CO.MARK BERGAMO  83 – 79
( 20-16 , 34-28 , 66-49 )

VIVIGAS : Centanni 15 , Planezio 9 , Meschino 4 , Belloni 5 , Squeo 5 , Pasini ne , Spatti 13 , Franzoni 0 , Truccolo 32 , Di Gennaro ne. Coach : Crotti.
BERGAMO : Bona 26 , Masper 5 , Guffanti 8 , Azzola 2 , Cortesi 6 , Mercante 7 , Zanelli 2 , Chiarello 14 , Magini 9 , Deleidi ne. Coach : Galli

Arbitri : Balducci di Valvasone e Andretta di Udine Tiri liberi : Vivigas 20/26 Bergamo 16/24 Usciti per 5 falli : Nessuno Falli Tecnici : Chiarello e Panchina Bergamo Espulsi : Guffanti e Squeo Spettatori : 350 circa.

Bella vittoria quella conquistata dalla Vivigas Alto Sebino nell’incontro casalingo che la opponeva alla Co.Mark Bergamo formazione impegnata nella lotta per la miglior posizione possibile nella griglia play off..Dopo un inizio di gara di studio e di sostanziale equilibrio sono i sebini ad aprire un primo break a proprio favore con Centanni
tanto che al primo mini intervallo il punteggio vede i locali avanti di 4 lunghezze (20-16).Mantiene qualche punto di vantaggio anche nel secondo periodo di gioco la formazione di coach Crotti che trova punti preziosi da Truccolo che mantiene i suoi avanti (28-23 al quindicesimo) rintuzzando il timido tentativo ospite di recupero (34-28 al
ventesimo).Al rientro dal riposo lungo sale in cattedra nuovamente Truccolo che nel breve volgere di 5 minuti propizia un break locale di 22-6 ben supportato da Spatti e Planezio.La reazione di orgoglio di Bergamo si concretizza in qualche giocata di Bona e poco altro tanto che nuovamente uno scatenato Truccolo ricaccia i cittadini al -17 del
trentesimo (66-47) incendiando il tifo del PalaRomele.Gli ultimi dieci minuti di gioco vedono una nuova veemente reazione degli ospiti che sotto la spinta di Bona (26 punti per lui alla fine) e del solido Chiarello tentano di ricucire il divario favoriti anche da un metro arbitrale parso ai piu’ indecifrabile.Stringono i denti i ragazzi di coach Crotti e conducono in porto una vittoria piu’ che meritata e che va indubbiamente al di la del risicato +4 finale (83-79) che non rende merito appieno alla buona prestazione messa sul parquet da Meschino e soci.Ovviamente la vittoria non cambia nulla in classifica per i sebini visto la matematica salvezza gia’ acquisita come anche l’impossibilita’ di agganciare la zona play off ma e’ uno dei tasselli chiesti dal coach locale per chiudere in maniera positiva la stagione.Sabato prossimo impegno sul campo di Arzignano,formazione in ultima posizione in coabitazione con Trieste ma che nell’ultimo periodo ha dato segnali di  risveglio e che quindi sara’ da affrontare con la giusta concentrazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here