Serie B. Udine corsara, Di Viccaro beffa Lugo

0

Rimanda nuovamente l’appuntamento con la vittoria al Palabanca l’Orva Lugo, sconfitta per 69 a 71 dalla GSA Apu Udine.

Un match che i lughesi, guidati dal neo coach Gianluigi Galetti, hanno affrontato scendendo in campo con lo spirito giusto e con grande determinazione sin dalle prime battute di gioco costringendo immediatamente gli ospiti ad inseguire nel punteggio, chiudendo il primo parziale avanti per 21 a 16.

Nel secondo quarto è sempre il dieci lughese a fare la partita incrementando il proprio vantaggio minuto dopo minuto grazie alle giocate di Villani e Pederzini, sotto l’ottima regia di Ruini, andando all’intervallo lungo avanti per 40 a 26.

Alla ripresa del gioco è ancora l’Orva ad avere saldamente in mano il pallino del gioco ed imporre il proprio ritmo alla gara aumentando il proprio vantaggio sino a toccare il +22 (59-37) ad 1’ dal termine firmato da Chiappelli, che pareva aver messo la parola fine alla gara.

L’ultimo quarto vede infatti il dieci di coach Galetti partire da un confortante +20 (59-39) frutto di trenta minuti di basket di ottima fattura che sembravano lasciar preasagire ad un successo prestigioso dei lughesi che però minuto dopo minuto si spengono dando il via al ritorno della Apu Udine che spinta da Pilotti, dà il via alla dei friulani che si portano sul -2 (64-62) a 4’ grazie ad una giocata di Piazza dal termine che riapre il match.

L’Orva allunga nuovamente sul +7 (69-62) quando mancano 180 secondi al termine ma due triple consecutive dei friulani firmate prima da Pilotti e successivamente da Piazza riportano Udine sul -1 (69-68) a 36” dal termine; Ruini ha la palla per chiudere il match ma il ferro dice no al tiro del play lughese con Di Viccaro che nell’azione successiva trova la tripla del primo vantaggio nonché del successo friulano a 7” dal termine con Legnani che fallisce la tripla del possibile successo lughese sulla sirena finale.

Una sconfitta che lascia l’amaro in bocca all’Orva autore di una prestazione eccellente per oltre trenta minuti prima di trovarsi con il serbatoio in riserva nel finale di gara, causa ad un roster rimaneggiato dall’assenza di Montanari e dalla prematura uscita per falli di Farioli e Chiappelli che hanno limitato le rotazioni e costretto a soluzioni tattiche obbligate i lughesi, beffati nel finale di una gara che con un pizzico di lucidità in più avrebbero meritatamente potuto far loro.

Un’Orva Lugo che ha comunque dato incoraggianti segnali di ripresa e che ha messo alle corde per tre quarti di gara una delle corazzate del campionato, il chè lascia ben sperare per il finale di stagione del dieci di coach Galetti che rimane ancora in corsa per un posto nei play-off, ma che dal prossimo turno dovrà iniziar a muovere la propria classifica.

Prossimo turno in programma mercoledi (ore 21,00) quando l’Orva sarà di scena a Lecco, in un match insidiosissimo ma assolutamente da non fallire per l’Orva in cerca di punti preziosi in chiave play-off.

Orva Lugo – GSA Apu Udine 69 – 71 (21-16; 40-26; 59-39)

Orva Lugo: Ruini 8, Villani 19, Legnani 2, Pederzini 19, Farioli 14, Chiappelli 7, Bertocco, Montanari n.e., Zanoni n.e., Baroncini n.e. All.: Galetti

GSA Apu Udine: Anello 5, Piazza 7, Zacchetti 4, Zampolli 11, Mlinar 10, Di Viccaro 3, Pilotti 19, Poltronieri 12, Principe e Bacchin n.e. All.: Corpaci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here