SERIE B UFFICIALE – Chiusi ingaggia Pollone, Fratto e Raffaelli

SERIE B UFFICIALE – Chiusi ingaggia Pollone, Fratto e Raffaelli

Tris di annunci per Chiusi.

di La Redazione

Francesco Fratto è un nuovo giocatore della San Giobbe Chiusi. Nato a Cecina nel 1991, Fratto vanta una esperienza pluriennale in serie B.

La carriera del toscano parte dalla città di origine; a Cecina gioca fino alla stagione 2015/16 ottenendo anche due qualificazioni ai playoff. Poi il trasferimento alla Paffoni Omegna, dove resta per due stagioni, la seconda delle quali impreziosita dalla vittoria della coppa Italia di categoria. Conclusa l’esperienza in Piemonte, il ritorno in Toscana con il Golfo Piombino. Anche in questo caso qualificazione ai playoff; l’apporto di Fratto permette alla formazione livornese di giungere fino alla semifinale. Nell’ultimo campionato, infine, la firma con la Janus Fabriano. Per l’ala grande, 162 punti con la formazione marchigiana, nella quale ha ricoperto i gradi di capitano.

“Sono molto contento di essere stato chiamato da Coach Bassi; mi ha cercato e mi ha parlato delle intenzioni della società – queste le prime parole di Francesco Fratto. A Chiusi c’è un progetto interessante e a lungo termine, reso ancora più stimolante dallo stretto rapporto con la Reyer Venezia”.

“Sono entusiasta di intraprendere questa nuova avventura; l’anno scorso ero a Fabriano, una piazza importante e sono convinto che anche qua ci siano le basi per fare qualcosa di bello. Dopo quello che è successo, non sono molti i roster che partono con l’idea di essere competitivi e protagonisti. In più torno a giocare in Toscana, mi riavvicino a casa e questo è un altro aspetto importante che mi ha fatto propendere per la scelta di Chiusi”.


La San Giobbe Basket Chiusi annuncia la firma della guardia Luca Pollone. Nato a Vercelli nel 1997, Pollone vanta un curriculum importante nonostante la giovane età. Cresciuto nel vivaio dell’Angelico Biella, debutta nel 2014/15 in serie A2 e dopo l’esperienza con la Cestistica Biella, società satellite, entra a far parte in pianta stabile del roster della formazione iscritta alla seconda serie nazionale. Nel 2016/17 contribuisce alla vittoria della Coppa Italia di categoria e nella stagione successiva le sue prestazioni lo portano fino alla chiamata nella selezione italiana under 20. Gli ultimi due campionati li vive da protagonista in serie B, prima con Alba, nella quale, con 7.27 punti di media in trenta apparizioni, approda ai playoff e poi con Palermo, sotto la guida di Giovanni Bassi, con 14.05 punti di media in 21 presenze.

“Avevo già sentito parlare del progetto della San Giobbe Chiusi, soprattutto nella scorsa stagione, quando ero a Palermo – queste le parole di Pollone. Quello della cittadina senese è un movimento importante, avverto un grande desiderio di crescita e già dai primi approcci ho notato quanta voglia ci sia di far bene. In più, il fatto di avere il supporto della Reyer Venezia, è garanzia di una programmazione duratura negli anni”.

“Nello scorso campionato ero sotto la guida di Coach Bassi e un altro aspetto fondamentale che ha indirizzato la mia scelta, è proprio la continuità di lavoro che si andrà a creare con lui. Il mio rapporto con il Coach è ottimo e non appena si è presentata la possibilità di venire alla San Giobbe e di proseguire con lui non ci ho pensato due volte”.


Il playmaker Lorenzo Raffaelli è un nuovo giocatore della San Giobbe Chiusi. Nato a San Giovanni Valdarno, in provincia di Arezzo nel 1999, Raffaelli è cresciuto cestisticamente parlando nella Use Computer Gross Empoli. Dopo il percorso nel settore giovanile, il play aretino debutta in serie B nella stagione 2016/17, grazie a Coach Bassi, allora allenatore di Empoli, strappando cinque presenze tra regular season e playoff. Dal campionato successivo, aumenta esponenzialmente il suo impiego; trenta presenze con una media di 8,9 punti a partita che quasi raddoppiano nelle trenta apparizioni del 2018/19, annata chiusa con 14,93 punti di media. Nell’ultima stagione, interrotta dall’emergenza sanitaria, 22 partite con 14,18 di media e season high di 24 contro la Green Basket Palermo dello stesso Giovanni Bassi.

“Questo è il mio primo vero contratto fuori da Empoli, la società nella quale sono cresciuto – commenta Raffaelli. Alla USE ho fatto tutta la trafila delle giovanili fino ad arrivare in prima squadra, quindi l’ho vissuta come un percorso naturale. Con Chiusi è una cosa diversa, in qualche modo una prima volta”.

“Quello della San Giobbe è un progetto bello e importante, conosco alcuni dei ragazzi che sono stati annunciati, ho parlato con loro e mi sento già parte del gruppo. Ho un grande rapporto con il Coach Giovanni Bassi, so come lavora e sono convinto che si possano fare belle cose nel prossimo campionato. Essere parte del progetto Reyer Venezia è stimolante; mi sento carico di responsabilità ma nel senso positivo del termine. Non vedo l’ora di iniziare”.

Uff.Stampa San Giobbe Chiusi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy