Serie B – Un grande ultimo quarto consente a San Miniato di superare Pavia

Finisce 69-57 in favore della squadra di coach Barsotti.

di Simone Franco

Quarto successo nelle ultime 5 gare giocate per San Miniato che si aggiudica lo scontro diretto interno con Pavia al termine di un incontro agonisticamente valido anche se certamente non spettacolare vista anche l’importanza dei due punti in palio. Con questo successo infatti l’Etruria aggancia in classifica proprio i lombardi a quota 20 entrando in zona playoff e tornando a +4 sulla salvezza.
CRONACA – Sin dalle prime battute il ritmo di gioco è piuttosto basso con Di Bella che sblocca il punteggio. San Miniato sfrutta al meglio la debolezza della difesa avversaria segnando con continuità e, grazie a Nasello e Bertolini, si porta sul 14-7. La gara vive di mini parziali da una parte e dall’altra fino al termine del primo quarto che vede ancora i toscani condurre per 20-16. In apertura di secondo periodo Infanti va a sbattere contro la protezione dietro il canestro in seguito ad un contatto non giudicato falloso dagli arbitri scatenando la rabbia del coach dei lombardi Baldiraghi che prende un tecnico. Alla ripresa del gioco, dopo diversi minuti di apprensione per le condizioni del giocatore di Pavia (problema al ginocchio sinistro che lo terrà fuori per il resto del match), sale la tensione, il livello delle proteste ed anche i fischi arbitrali. Tutto ciò rendono bruttina la partita con moltissimi errori al tiro soprattutto dalla grande distanza (alla fine del primo tempo 3/18 generale). 5 punti in fila del giovane Fazioli siglano il sorpasso degli ospiti sul 31-32, punteggio col quale si va al riposo lungo non prima però di uno scambio di idee, diciamo così,  fra le due panchine al rientro negli spogliatoi. L’incontro riprende decisamente meglio per Pavia anche se fioccano ancora gli errori al tiro (31-38 al 23′). Di Bella è praticamente l’unico finalizzatore offensivo dei lombardi mentre San Miniato è tenuta a contatto da Brighi che risponde colpo su colpo all’esperto avversario segnando fra l’altro la prima tripla dopo quindici errori per la sua squadra e si arriva così alla terza sirena sul 45-47. Grande equilibrio ad inizio ultimo quarto poi in un’azione San Miniato segna due volte dalla grande distanza prima con Giacomelli e poi con Brighi e Di Bella commette il quarto fallo (molti dubbi su questo fischio). Probabilmente questa è la svolta del match perchè Pavia esce mentalmente dal match venendo surclassata dalla maggiore reattività dei toscani che con due tiri liberi ancora di Giacomelli si portano sul +8 a 3’54” dalla fine. De Min riduce le distanze ma orma l’inerzia è decisamente per i padroni di casa che chiudono facilmente sul 69-57.
Alla fine grande festa per coach Barsotti e per i suoi ragazzi consci di aver compiuto un importante passo in avanti verso la salvezza senza dimenticare che la zona playoff è stata agganciata al termine di una gara nella quale la maggiore continuità di concentrazione è stata decisiva nonostante il 3/20 finale da tre punti. Ora testa ai due derby contro Cecina in casa e a Empoli, dopo queste due partite sapremo molto di più sulle reali ambizioni di questa Etrusca. Dall’altra parte Pavia ha giocato 33 minuti alla pari se non meglio degli avversari ma l’infortunio di Infanti e soprattutto il quarto fallo di Di Bella hanno minato le sicurezze della squadra di Baldiraghi capace di segnare soltanto 10 punti nell’ultimo tempino. L’obiettivo playoff rimane ampiamente alla portata dei lombardi ma servirà ottenere qualche successo in trasferta per agguantarli. Vorrei infine dare un breve giudizio sui due direttori di gara. La partita non era affatto facile e ci sono state proteste da entrambe le parti, quello però che personalmente non mi è piaciuto è stato il fatto che si è passati dal sanzionare poco all’inizio per poi fischiare molto ad un certo punto quando gli animi si sono scaldati per poi tornare a fischiare poco. L’uniformità dei fischi a mio parere avrebbe giovato a tutti.
MVPBASKETINSIDE.COM: BRIGHI l’ultimo arrivato in casa Etrusca realizza 15 punti, l’unico a segnare da tre punti (2/3) per i suoi firma canestri molto importanti sopratttuto a cavallo fra la fine del terzo e l’inizio dell’ultimo quarto.

Blukart San Miniato – Winterass Omnia Basket Pavia 69-57 (20-16, 11-16, 14-15, 24-10)
Blukart San Miniato: Antonio Brighi 15 (3/6, 2/3), Olivier Giacomelli 13 (4/6, 1/3), Ferdinando Nasello 10 (5/8, 0/1), Tommaso Tempestini 8 (3/7, 0/5), Andrea Chiriatti 7 (2/2, 0/5), Andrea Zita 6 (3/3, 0/0), Stefano Capozio 6 (3/3, 0/0), Roberto Bertolini 4 (2/7, 0/2), Matteo Neri 0 (0/2, 0/0), Alberto Benites 0 (0/1, 0/1), Lorenzo Baldi 0 (0/0, 0/0), Luca Bartalucci 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 12 – Rimbalzi: 33 11 + 22 (Andrea Chiriatti 7) – Assist: 11 (Tommaso Tempestini 6)
Winterass Omnia Basket PaviaFabio Di bella 21 (4/8, 2/5), Thomas De min 11 (4/5, 0/3), Saverio Mazzantini 9 (4/10, 0/1), Filippo Fazioli 9 (3/4, 1/2), Alessandro Infanti 5 (1/2, 1/1), Michele Squeo 2 (1/3, 0/0), Daniele Manuelli 0 (0/5, 0/1), Maurizio Cantarini 0 (0/0, 0/0), Matteo Samoggia 0 (0/0, 0/0), Michele Rochlitzer 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 14 – Rimbalzi: 25 2 + 23 (Thomas De min 9) – Assist: 4 (Fabio Di bellaThomas De min 2)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy