Serie B – Una Virtus Arechi Salerno troppo forte domina a Scauri

Serie B – Una Virtus Arechi Salerno troppo forte domina a Scauri

Partita senza storia tra la seconda forza del campionato e lo Scauri reduce dal successo di Cassino

di Cesare Crova

Non era certo questa la partita da vincere per il Basket Scauri, contro una Virtus Arechi Salerno costruita per vincere il campionato. I giovani delfini ci hanno provato, ma complice il diverso tasso tecnico e molte incertezze soprattutto nei primi cinque minuti di gioco, la formazione ospite ha chiuso la partita già dopo il primo quarto.

Scuri resta in partita solo nei primi cinque minuti (6-12), ma poi con un parziale di 2-16, grazie alla precisione al tiro dei campani e a molte incertezze sia in difesa che in attacco da parte dei laziali la partita di fatto si indirizza sui binari di un monologo salernitano (8-28 al 10’).
La musica non cambia molto nel secondo quarto, dove Salerno controlla il vantaggio, Scauri cerca di tornare in partita, ma non riesce a scendere sotto i 16 punti di passivo che toccano anche i -23 al 17’21”, prima di chiudere il primo tempo sul 28-47.

Nel secondo tempo Scauri cerca non senza diofficoltà di accorciare il divario, arrivando a -14 (35-49 al 22’), ma in un batter d’ali e un parziale di 2-12 Salerno vola a +24 (37-61 al 25’), divario che si porterà fino al termine del terzo quarto (46-70).
Ultimo periodo che non ha molto da dire, con Scauri che cerca comunque di accorciare le distanze, ma lo fa con molta confusione e Salerno ne approfitta per incrementare il vantaggio arrivando al massimo vantaggio (50-81 al 32’41”). Con un parziale di 15-5 in 5’, Scauri torna a -21, ma Salerno è superiore e in poco più di un minuto si riporta a +25, divario con cui chiuderà la partita (69-94).

La Virtus Arechi Salerno con una grande prova di squadra domina e conferma la seconda piazza della classifica, alle spalle di Palestrina. Hanno brillato Lorenzo Tortù (18, 6/11 al tiro, 6 falli subiti, 21 di valutazione), Gianmarco Leggio (18+5, 5/5 da due, 2/4 da tre, 22 di valutazione), Alessandro Potì (15+6, 5/5 da due, 20 di valutazione), Manuel Diomede (10). Buona anche la prova dell’ex Antonio Gallo (9 con 4/5 da due) e dell’esordiente Leonardo Ciribeni (4).
Nelle file del Silva Group Basket Scauri, buona la prova dell’asse Daniel Datuowei (16, 5/5 da due, 3/3 ai liberi, 15 di valutazione) e Riccardo Murri (16+5, 5/7 al tiro, 10 falli subiti, 24 di valutazione), supportati da Dario Guadagnola (15+9, 4/10 al tiro, 6 falli subiti), un po opaco nel primo tempo, ma usci o nel secondo. Sottotono per la seconda partita di fila Silvio Stanzani (4+5, 1/8 al tiro).

Realista al termine dell’incontro l’allenatore scaurese, Leonardo Ortenzi: “Non era certo questa la partita che dovevamo vincere, ma l’impegno ce lo abbiamo messo. Peccato per il primo quarto, dove il nostro approccio confusionario ha di fatto permesso a Salerno di prendere il largo e indirizzare a suo favore la partita. Ma sono comunque soddisfatto di quello che ho visto, perché nei restanti tre parziali abbiamo giocato una buona pallacanestro e questo deve essere lo stimolo per le partite che restano prima del termine del girone di andata”.

Scauri resta al penultimo posto e i risultati delle dirette avversarie non modificano la classifica. I delfini sono ora attesi da un altro incontro casalingo, altrettanto arduo, contro l’Olimpia Matera terza forza del campionato. Dopo la brillante affermazione di Cassino, i ragazzi di Leonardo Ortenzi sono apparsi più rinfrancati, segno del buon lavoro dell’allenatore pontino

Silva Group Basket Scauri – Virtus Arechi Salerno 69 – 95 (8-28, 20-19, 18-23, 23-24)
Silva Group Basket Scauri: Silvio Stanzani 4, Daniel Datuowei 16, Riccardo Murri 16, Khadim Diouf, Nicola Artuso n.e., Andrea Albertini 1, Roberto chessari 8, Edoardo Lucarelli 9 Dario Guadagnola 15, Ivan Treglioa n.e.
Allenatore: Leonardo Ortenzi

Virtus Arechi Salerno: Gianmarco Leggio 18, Lorenzo Tortù 18, Alessandro Potì 15, Manuel Diomede 10, Antonio Gallo 9, Njegos Visnjic 8, Carlo Cantone 6, Saye Babacar 6, Leonardo Ciribeni 4, Mark Czumbel.
Allenatore: Giovanni Benedetto

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy