Serie B. Un’Erogasmet arrabbiata cade a Bergamo

di La Redazione

È un’Erogasmet arrabbiata quella che lascia a Bergamo i due punti, al termine di un incontro funestato da una coppia arbitrale decisamente non all’altezza della categoria ed eccessivamente severa nei confronti dei cremaschi, puniti da ben tre falli tecnici più l’espulsione dell’allenatore Baldiraghi.
Al di là di questo, la prestazione di Cardellini e compagni è stata decisamente al di sotto di quella sciorinata domenica scorsa, con percentuali al tiro troppo deficitarie per poter sperare in un risultato positivo.
Ora i bergamaschi allenati da coach Galli hanno raggiunto in classifica i biancorossi a quota otto punti.
L’incontro si apre con una tripla di Del Sorbo, che resterà purtroppo per l’Erogasmet l’unica della frazione.
Replica Mercante dopo alcuni errori sotto misura di Zanella, Ferri, Chiarello e Cortesi, presagio di un incontro non particolarmente spettacolare.
Il sorpasso bergamasco arriva con due canestri di Bona, il migliore in campo, autore alla fine di 41 punti con 62 di valutazione.
Sull’8 a cinque di Cortesi Baldiraghi chiama timeout.
Dopo un libero di Zanella, Mercante punisce da tre un’Erogasmet molto imprecisa dall’arco, con tre errori a testa per Del Sorbo e Cardellini.
È Tardito, in contropiede dopo aver rubato palla sulla rimessa, a ridare fiducia ai leoni biancorossi, con l’incontro che si sviluppa soprattutto in furiose lotte sotto i tabelloni.
Un appoggio di Masper porta il punteggio sul 18 a 9, con Bona che realizza da tre e fa sprofondare Crema a meno 12 (21 9).
La frazione si chiude sul 21 a 11 grazie ad un piazzato di Tardito dai quattro metri.
Il secondo quarto si apre con l’ennesimo errore da tre dell’Erogasmet e con la bomba di Bona sul lato opposto.
È Manuelli a sfatare il tabù della tripla ed infilare da 6,75 metri, ma l’Erogasmet non riesce a rosicchiare punti e Bergamo si mantiene avanti di 10/12 lunghezze, ma la reazione cremasca arriva subito dopo con Ferri e Zanella che bucano la retina di casa per il meno otto.
Il nuovo entrato Azzola trova un canestro al limite dei 24″ che fa esplodere l’Italcementi, con Magini che subito dopo butta via palla dopo un bel centro di Manuelli.
Crema però continua a non trovare punti dalla linea del tiro da tre, fino a quando non si sblocca Cardellini, che trova la tripla del meno sette (34/27), con Colnago che poco dopo porta il punteggio sul 38 a 32. Due liberi dello scatenato Bona inchiodano il punteggio sul 40 a 32 dell’intervallo.
La ripresa sembra promettere bene con la tripla di Cardellini, ma l’Erogasmet spreca un facile contropiede e viene punita dalla contro tripla del solito Bona, replicata subito dopo da Magini.
I biancorossi perdono per infortunio Tardito, dopo di che due canestri di fila di Zanella tengono a galla i leoni biancorossi, e la nuova tripla di Cardellini porta Crema a meno cinque (48/43). Tutto inutile contro il ciclonico Bona che trova il 2 + 1 in penetrazione, con l’Erogasmet che soffre anche dalla lunetta.
Una svista arbitrale consente a Mercante di togliere un pallone incastrato sul ferro ed evitare la contesa che sarebbe stata a favore dei cremaschi.
Un tecnico alla panchina cremasca ed un contropiede di Bona dilatano il vantaggio bergamasco fino al +11, prima della replica da tre di Colnago a fil di sirena che porta il punteggio sul 59 a 51.
In avvio di ultima frazione un antisportivo (giusto) fischiato a Tagliaferri ed una tripla di Cortesi danno il +13 alla Co.Mark e per l’Erogasmet si mette male.
Lo stillicidio di errori dalla lunetta tarpa le ali ai biancorossi, mentre dall’altra parte l’uscita di Bona inceppa i meccanismi dell’attacco di coach Galli, che trova una schiacciata di Mercante su una dormita della difesa ospite che da’ il momentaneo +14, rintuzzato da una tripla di Cardellini. Un dubbio fallo fischiato in attacco a Ferri scatena la reazione dell’ala lodigiana, punita con un tecnico sprecato da Bergamo che fallisce tutti e tre i tiri.
Crema cerca la rimonta ma cozza ancora contro i grigi, che fischiano un dubbissimo fallo a Del Sorbo ed immediatamente dopo il terzo tecnico dell’incontro ai danni dei cremaschi. I liberi di Bona ed un fantasmagorico canestro in acrobazia di Mercante chiudono il match, quando il punteggio è di 83 a 70 ad un minuto e mezzo dalla fine.
L’atteggiamento indisponente degli arbitri non si placa nemmero qui ed arriva addirittura l’espulsione di coach Baldiraghi.
Termina 87 a 72, un punteggio eccessivamente severo per l’Erogasmet, battuta ma non surclassata dagli avversari.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy