Serie B – Uno Scauri dal cuore grande si arrende alla Virtus Cassino

Serie B – Uno Scauri dal cuore grande si arrende alla Virtus Cassino

Nonostante l’organico ridotto ai minimi termini, la formazione tirrenica affronta a viso aperto quella cassinate, cedendo solo alla distanza

di Cesare Crova

Il Basket Scauri si ferma a un passo da quella che sarebbe stata un’autentica impresa, centrare i play-off promozione, ciliegina sulla torta di una stagione disgraziata, che a tratti ha fatto temere un epilogo più doloroso, ma che solo il grande cuore e la professionalità di un gruppo fantastico, guidato da Renato Sabatino, una vecchia volpe dei parquet italiani, e Vincenzo Pontecorvo, il miglior secondo della Serie B, ha reso entusiasmante fino al termine. I pontini, davanti a 900 persone che gremivano il Palazzetto dello Sport “Claudio Borrelli”, nonostante fosse il sabato di Pasqua, cedono solo alla distanza alla formazione cassinese, sicuramente più attrezzata e con una panchina decisamente più lunga, pagando un inizio scellerato, che di fatto ha condizionato tutto l’incontro, che nasceva con ben altri auspici.

Cassino si presenta senza Valesin e lascia in panchina Bagnoli a cui è preferito Sergio, mentre Scauri schiera l’unico quintetto possibile. L’inizio è traumatico, la grande intensità da parte di entrambe premia solo i cassinati, che realizzano con medie importanti, mentre il canestro per Scauri è stregato. Dopo 6’08” il punteggio è 0-18, con Scauri che tira con 0/13. Ci vuole l’ingresso di Joshua Giammò a scuotere la formazione locale, che finalmente trova la via del canestro e chiude il quarto sul -12 (7-19), con Biagio Sergio e Nicolò Petrucci sugli scudi. Nel secondo periodo i cassinati riprendono a macinare gioco allungando e arrivando al massimo vantaggio della partita (11-33 dopo 3’15”) con un canestro dalla lunga distanza di Sergio. Il quintetto scaurese però è punto nell’orgoglio e riesce a trovare il bandolo della matassa, che gli permette di piazzare un parziale di 18-8 che chiude il primo tempo sul 29-41.
Ci si aspetta una reazione d’orgoglio nel secondo tempo, che risponda a un primo totalmente negativo (2/10 da due e 1/8 da tre). E in effetti le cose cambiano. Renato Sabatino chiama la difesa a zona 2-3 e i risultati si vedono; il collega Luca Vettese non riesce a prenderne le misure, con Scauri che difende alta con Merella e Richotti e chiude bene sotto canestro con Antonietti, Boffelli e Giammò, dove recupera molti palloni. Al 23’23” un canestro dello stesso Giammò porta Scauri a -7 (39-46), Cassino reagisce e riallunga arrivando a +14 (43-57 al 25’31”), ma Scauri si sta riprendendo e rintuzza l’allungo cassinese riavvicinandosi a -8 in chiusura di tempo (49-57); due conclusioni di Merella da tre punti e una penetrazione di Boffelli che non sortiscono effetto e che avrebbero potuto disegnare diversamente l’ultimo quarto. Un parziale di 0-5 in apertura di quarto periodo sembra chiudere i giochi, ma Scauri ha sette vite e (in cinque effettivi) riesce a tornare a contatto di Cassino con una conclusione pesante di Giammò (64-71 al 34’57”), ma non riesce ad avere la lucidità giusta per completare la rimonta. La partita si chiude con la vittoria di Cassino 70-82 e con il pubblico di casa che, insieme ai 50 tifosi giunti da Cassino, tributa il meritato riconoscimento a entrambe le squadre per la bella partita disputata.

Nelle fila della Virtus Cassino, i migliori sono stati senza dubbio Biagio Sergio, che ha giocato la partita dell’anno (18 punti, 3/4 da due, 4/6 da tre punti, 5 rimbalzi) e Nicolò Petrucci (15), giocatore di grandissimo talento; buona prova del play Lorenzo Panzini (8+9 e 3 assist), mentre il grande ex Simone Bagnoli (18+9), applaudito lungamente dal suo ex pubblico e che si è trattenuto a lungo al termine della partita, ha giocato sotto i suoi standard, poco servito dai compagni, risentendo della difesa attenta di Luca Antonietti.
Nelle fila del Basket Scauri, ancora una volta bravi tutti. Nonostante il gap, la formazione tirrenica ha giocato una partita a viso aperto e solo l’inizio da incubo ha condizionato tutto l’incontro.  I migliori sono stati Luca Antonietti (20, 7/11 da due, 2/4 da tre, 4 rimbalzi) che ha dimostrato tutto il suo valore giocando una grande partita in difesa su Simone Bagnoli e trovando con continuità la via del canestro, e Joshua Giammò, alla sua partita più bella da quando è tornato a Scauri (18, 4/4 da due, 4/4 ai liberi, 7 rimbalzi, 20 di valutazione); eccellente la prova di Enrico Merella (9, 3/4 da due e una grande intensità in difesa), sopra le righe, come sempre, quelle di Santiago Boffelli (13+10, 8/9 ai liberi, 21 di valutazione), e Dante Richotti (10, 4/6 da due, 4 rimbalzi, 6 assist) che consolida la prima posizione in classifica nel numero totale di assist distribuiti. Ha risentito ancora dell’infortunio Victor Osmatescu, che nonostante la limitazione fisica che lo ha costretto a giocare con infiltrazioni alla caviglia, ha cercato stoicamente di dare quel che poteva.

Al termine dell’incontro un emozionato Renato Sabatino ha tributato un giusto riconoscimento ai suoi ragazzi: “Bravi, bravi, bravi. Non posso dire altro. Loro erano più forti, ma noi abbiamo fatto vedere di cosa siamo capaci e della grande unità di questo gruppo fantastico”. Gli fa eco Enrico Merella: “Peccato. Eravamo scesi in campo per giocarcela e lo abbiamo fatto. Ma allenarci ormai da diverso tempo a ranghi ridotti, con un’intensità che non è quella della partita, alla fine lo paghi. Quando abbiamo potuto farlo i risultati si sono visti, con le vittorie importanti contro Napoli, Palestrina e Luiss. Sapevamo di dover pagare dazio, ma siamo scesi in campo consapevoli di poter disputare un buon incontro e, in effetti, alla fine così è stato”.

La sconfitta preclude di fatto le porte dei play-off allo Scauri, che è ora atteso dall’ultimo incontro dell’anno a Roma sabato 22 aprile, con la Vis Nova, dove i delfini vorranno sicuramente chiudere in bellezza l’annata e gettare le basi per il prossimo anno.

 

Basket Scauri – BPC Virtus Cassino  70-82 (7-19, 22-25, 20-13, 21-25)
Basket Scauri: Luca Antonietti 20 (7/11, 2/4), Joshua Giammo 18 (4/4, 2/9), Santiago Boffelli 13 (1/6, 1/4), Dante Richotti 10 (4/6, 0/3), Enrico Merella 9 (3/4, 1/6), Victor Osmatescu 0 (0/4), Alexandru Varga (0/1), n.e. Francesco Pimpinella, Matteo Pensier, Lorenzo Scampone
Allenatore: Renato Sabatino
Tiri liberi: 14 / 16 – Rimbalzi: 30 (5 + 25 – Santiago Boffelli 10) – Assist: 6 (Dante Richotti 6)
BPC Virtus Cassino: Biagio Sergio 18 (3/4, 4/6), Simone Bagnoli 18 (9/15), Nicolò Petrucci 15 (1/4, 4/9), Duilio Ernesto Birindelli 10 (4/6), Lorenzo Panzini 8 (1/3, 2/6), Maurizio Del Testa 5 (1/2, 1/4), Renato Quartuccio 4 (2/4, 0/2), Filippo Serra 4 (1/3), n.e. Valerio Marsili, Gugliemo Fabio
Allenatore: Luca Vettese
Tiri liberi: 5 / 7 – Rimbalzi: 38 (7 + 31 – Simone Bagnoli e Lorenzo Panzini 9) – Assist: 10 (Simone Bagnoli e Lorenzo Panzini 3)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy