Serie B – Vigevano, il festival degli orrori sorride a Oleggio

Serie B – Vigevano, il festival degli orrori sorride a Oleggio

La Elachem Vigevano 1955 parte finalmente col piglio giusto e, sulle ali della pioggia di triple confezionata da Benzoni e Ferri, doppia i padroni di casa al 17′ (21-42) con una partita che pare in cassaforte. Pare perchè i ducali si accontentano troppo presto e subiscono la rimonta, tanto lenta quanto inesorabile, di Oleggio che sorpassa al 32′ (50-49) e porta a casa, in un tripudio di conclusioni errate, una vittoria insperata (63-60) grazie ai chirurgici canestri di capitan Gallazzi.

di Andrew Villani


I 4 NUMERI DELLA PARTITA

41 – La percentuale dal campo per ambo le squadre al termine del primo tempo. La differenza risiede nelle dieci triple in più scoccate dai gialloblu che riescono a infilare il 50% dei tentativi eseguiti sino a questo punto (10/20).  Impressionante è la gragnola di conclusioni pesanti realizzate nel quarto d’apertura (8/13) con Benzoni (4/4) e Ferri (4/5) assoluti mattatori con quest’ultimo, schierato per la prima volta da titolare, che scava il primo rilevante solco con tre canestri consecutivi dalla distanza (da 13-15′ al 7′ a 13-24 al 9′).

21 – E’ un numero dalla doppia valenza. Da una parte rappresenta il massimo vantaggio di Vigevano toccato sul 21-42 e dall’altra il bottino totale di Andrea Pilotti, il grande ex della partita. La Elachem raggiunta questa vetta è letteralmente uscita con la testa dalla partita, convinta di dover soltanto amministrare il risultato, mentre il giocatore di maggior esperienza della Mamy non lo ha mai fatto, mantenendo prima in vita i suoi con cruciali realizzazioni, e poi guidando la rimonta con 10 punti al rientro dagli spogliatoi.

0 – Le volte in cui la retina è stata mossa dalla distanza nel secondo tempo da parte dei gialloblu. I ragazzi di coach Piazza, soprattutto nel quarto finale, si incaponiscono in questa soluzione confezionando uno 0/7 durante 4′, dal 32′ al 36′, alle polveri bagnate per ambo gli attacchi. L’incapacità di variare lo spartito di gioco è l’emblema di questa incostanza di rendimento che ancora affligge la nuova formazione ducale. E dire che, in una serata da Dr. Jekyll e Mr.  Hyde, si è rischiato di rientrare a casa con due preziosi punti a fronte di un complessivo 30% dal campo. Proprio allo scadere, Verri, chiamato in causa soltanto due volte nei primi 20′ di gioco, ha tentato la preghiera del possibile pareggio che si è spenta sul ferro.

8 – I punti realizzati da Gallazzi nell’ultima decisiva frazione di gioco e tutti nei rimanenti 180″. Se Oleggio ritorna in vantaggio con la tabellata di Ponzelletti (50-49 al 32′), è col sangue freddo e la grinta del capitano biancorosso, sino a questo momento assai opaco in fase offensiva (0/5 dall’arco in 38′), che riesce a far proprio un confronto che sembrava perso. E’ una sua siderale bomba che pone la pietra tombale sulle residue speranze degli ospiti.

Mamy.Eu Oleggio 63  – 60 Elachem Vigevano 1955 (17-27, 28-42, 46-49)

TABELLINO COMPLETO

Mamy.Eu Oleggio: Hidalgo 9, Valentini 6, Barcarolo, Parravicini 2, Pilotti 21, Marusic 6, Gallazzi 12, Bertocchi 1, Ponzoletti 6, Corti, Franchini . Coach: Remonti
Tiri Liberi: 12/20 – Rimbalzi: 42 (36+6) – Assist: 11

Elachem Vigevano 1955: Verri 7, Ferri 13, Panzini 10, Minoli 5, Vecerina 2, Petrosino 3, De Gregori, Bassi, Birindelli 6, Benzoni 4. Coach: Piazza
Tiri Liberi: 8/13 – Rimbalzi: 44 (30+14) – Assist: 11

 

OLEGGIO NUMERI DELLA PARTITA VIGEVANO
 21 – Pilotti PUNTI 15 -Benzoni
9 – Pilotti RIMBALZI  11 – Birindelli
4 – Hidalgo, Valentini ASSIST 2  – Panzini, Verri, Ferri
 26 – Pilotti VALUTAZIONE 12 – Benzoni
 9 – Parravicini PLUS/MINUS 3 – Petrosino

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy