Serie B – Vigevano, esordio interno positivo con Piadena

Serie B – Vigevano, esordio interno positivo con Piadena

La Elachem Vigevano, al debutto casalingo, regola in tranquillità, grazie a una prova solida e convincente, la neopromossa Piadena Mg.Kvis che regge l’urto per un solo quarto.

di Andrew Villani
Mazzucchelli-Vigevano

Una roboante Elachem Vigevano 1955, rispettando il piano partita, parte subito a mille e conduce 9-3 al 4′. Gli ospiti, anche se con evidenti difficoltà, cercano di restare in scia (23-16 al 10′), ma sprofondano a -17 (44-27 al 18′) sotto i colpi da fuori di Verri e la verve di un indemoniato Mazzucchelli. I gialloblu, al rientro dal riposo lungo, devono solo amministrare e, con un parziale di 17-3 (66-37 al 27′), mettono il risultato in cassaforte per il finale 87 – 63.

I 4 NUMERI DELLA PARTITA

3 – Sono i palloni recuperati da una asfissiante difesa ducale nel primo periodo. L’intensità, voluta e pretesa da coach Piazza, è massima e si denota subito dal piglio dei suoi uomini che non permettono agli avversari di trovare continuità offensiva. Piadena, tra tiri improvvisati e infrazioni dei 24″, è in netta difficoltà ed emblema ne è l’apporto prodotto dal valido asse play-pivot, Leone e Olivieri, che confeziona solo 5 punti nel primo tempo e non migliorerà sino a quando vi sarà partita.

50 – Vigevano, se la percentuale a cronometro fermo (11/21 all’esordio e 6/13 nel primo tempo odierno) non s’innalza, è devastante dall’arco dei 6.75 con un pesantissimo 7/14  che, soprattutto nel secondo periodo, con due siluri consecutivi di Verri, permette di scavare il solco decisivo dell’incontro (da 38-27 a 44-27).

1 – Il numero di standing ovation tributate questa sera dal pubblico. L’ovazione avviene al 26′ ed è tutta in onore di un fantasmagorico Andrea Mazzucchelli. Il play gialloblu, in soli 20 minuti di utilizzo, produce una prestazione mostruosa (sino a quel momento): 21 punti (6/8 da due, 2/5 da tre, 3/4 ai tl), 4 rimbalzi, 2 assist e 3 recuperi  per una valutazione totale di 26. E’ l’MVP, senza se e senza ma, del confronto e, non tanto per le statistiche messe referto, quanto per la sicurezza e la leadership profusa in ogni singola azione. I ducali, con lui in campo, girano a meraviglia.

31’34” – E’ il minutaggio concesso all’under Matteo Beretta che lo fanno risultare come il più impiegato dell’intera partita. Il classe 99′, dopo aver infilato dall’angolo la prima tripla della Elachem, offre una caparbia prova difensiva sporcando le linee di passaggio di Piadena (due palle recuperate nel 1°q) e catturando la bellezza di nove carambole. Un concentrato di fondalmentale sostanza che denotano la voglia di crescita di questo elemento. Buona la prima.

ELACHEM VIGEVANO – CORONA PLATINA PIADENA 87 – 63 (23-16, 49-33, 69-42)

TABELLINO COMPLETO

ELACHEM VIGEVANO 1955: Verri 11, Aromando 14, Passerini 5, Brigato n.e., Mazzucchelli 24, Filippini 14, Beretta 3, Martinoli n.e., Rossi 4, Dell’Agnello 12. All: Piazza. T.Liberi: 13/21 – Rimbalzi: 40 (29+11) – Assist: 23

CORONA PLATINA PIADENA MG.KVIS: Leone 2, De Ros, Tinsley 14, Lorenzetti 6, Giovara 5, Sereni n.e., Vignali 10, Olivieri 14, Corno 4,  Dal Maso 6. All: Tritto. T.Liberi: 6/8 – Rimbalzi: 29 (20+9) – Assist: 16

VIGEVANO NR PARTITA PIADENA
24 – Mazzucchelli PT 14 – Tinsley
9 – Beretta RM 5 – Lorenzetti
7 – Rossi AS 4 – Leone
 26 – Mazzucchelli VAL 16 – Tinsley
29 – Beretta +/- -7 – Vari

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy