Serie B – Vigevano, presentazione della 2ª giornata

Serie B – Vigevano, presentazione della 2ª giornata

La Elachem Vigevano 1955 si appresta al debutto casalingo contro la neopromossa Corona Platina Piadena Mg.Kvis. Ecco le parole di coach Piazza in vista del confronto.

di Andrew Villani
Piazza-Vigevano

– La sconfitta all’esordio esterno con San Vendemiano era preventivabile, ma il concretizzarsi sulla sirena lascia l’amaro in bocca.

“Profuma largamente di occasione persa visto che siamo stati davanti per 39’. A priori sapevamo che saremmo andati in Veneto con una squadra a due velocità e si è visto. Passerini ha fallito dei tiri che non sbaglia neppure con gli occhi bendati e Rossi ha disputato la sua peggior partita da quando è a Vigevano. Con loro al 50% si tornava a casa vittoriosi. Abbiamo fatto confusione in attacco, non tanto contro la zona dove abbiamo prodotto buoni tiri, quanto negli ultimi 5’ mai a segno su azione.”

– Aspetti positivi del confronto?

“La tenuta difensiva è stata confortante: abbiamo subito, da una squadra dall’alto potenziale offensivo, solo 63 punti, rispettando il piano partita di far sfogare Tassinari concedendo poco agli altri. Farei la firma per terminare ogni partita esterna con questo risultato difensivo. Nei primi 15’ abbiamo interpretato una pallacanestro quasi perfetta in attacco:  muovevamo la palla come volevamo, alternavamo situazioni interne per i lunghi e producevamo tiri aperti per gli esterni, anche se andati poco a segno, di qualità eccellente. Per concretizzare questa idea di gioco, su ambo i lati del campo, servono maggiori energie ed è un aspetto che, in questo momento, non possiamo ancora ottenere da tre elementi.”

– Veniamo al prossimo avversario. Piadena, formazione neopromossa, ha confermato il quintetto innestando 3 nuovi elementi (De Ros, Giovara e Dal Maso).

“Sono una squadra che ha un passato comune vincente ed è composta da atleti che hanno già vissuto la categoria. La cattiva notizia per Vigevano, perché avranno voglia di rivalsa, è che siano reduci da una netta sconfitta interna contro Bernareggio (66-84, ndr) ma, sinceramente, è una partita che noi, bene o male che sia, dovremo portare a casa senza paura e su questo non si discute. Dobbiamo vincere perché sulla carta siamo migliori. La sola incognita risiede nella componente emozionale dei nostri nuovi alla prima vera partita alla Carducci. Parlando dei loro acquisti non ho visto bene Giovara, reduce da due annate di quasi inattività, ma che avrebbe tutto per essere un giocatore di livello superiore, mentre De Ros può fare sia il cambio di Leone, play titolare, che giocare al suo fianco e mi aveva impressionato in amichevole.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy