Serie C: San Severo perde con Cerignola 90-92 sulla sirena dell’overtime

0
Antonio De Fabritiis

Un derby non adatto ai deboli di cuore quello tra San Severo e Cerignola, alla fine la spuntano all’ultimo tiro del supplementare gli ospiti.

Primissime battute di gioco molto confusionarie per entrambe le squadre, San Severo apre le danze con Filippini, gli risponde subito Liguori per il Cerignola. L’Allianz è distratta ed al 4′ coach Coen chiama sospensione sul 2-7. Due triple consecutive di De Fabritiis riportano i gialloneri in vantaggio, sotto le plance trova Drca a coadiuvarlo ed il primo quarto termina sul 17-14 per il BCSS.

Secondo quarto con un avvio migliore degli ofantini, che trovano il canestro più facilmente dei padroni di casa, il che fa sbracciare e sbraitare non poco coach Coen. Cerignola mette sostanzialmente la testa avanti al 15′ sul 23-31 e timeout giallonero. La Castellano trova addirittura il +13 e si va al riposo lungo sul 31-43.

L’apertura del terzo quarto è a suon di triple, Cerignola però dall’arco è più precisa e Maggi firma il +18 ospite sul quale obbligatoriamente viene richiesto un minuto di sospensione per il Basket Città di San Severo. Porfido, De Fabritiis e Ricci ci provano, ma Svoboda crudelmente colpisce. Al 30′ le squadre sono sul 50-65.

Capitan De Fabritiis cerca di prendere per mano i suoi insaccando due triple di fila, il punteggio si porta dunque sul 58-68 con la panchina biancazzurra che chiama timeout al 34′. Ricci infila anch’esso da tre e parte la rimonta sanseverese. Il 36′ è il minuto in cui tutto torna in equilibrio sul 71-71 e si gioca così nervosamente e punto a punto. Il Falcone e Borsellino è una vera bolgia quando Brunetti dall’arco firma il nuovo vantaggio casalingo per 74-72. Iniziano a saltare gli schemi, in più le squadre raggiungono il bonus di falli, quando mancano 28″ c’è un minuto di sospensione sul 79-79. Gli arbitri decidono di annullare una tripla a San Severo quando mancano 3″. L’ultimo possesso ospite vede gli ofantini perdere palla, è overtime!

Supplementare equilibrato, nervoso ed inevitabilmente falloso. Ricci con una bomba risponde all’allungo ospite, ma i biancazzurri ritrovano ancora il vantaggio sull’84-92 quando mancano solo 8″. L’ultima azione è giallonera, Ricci subisce fallo sul tiro da tre ma fallisce il pareggio. Cerignola batte per la seconda volta San Severo, stavolta espugnando il Falcone e Borsellino con un 90-92.

È la prima sconfitta casalinga di San Severo che però resta capolista grazie alla sconfitta di Sarno. Una rimonta materializzata e poi svanita sui liberi sbagliati da Ricci.

 

Allianz Basket Città di San Severo – Udas Castellano Cerignola 90-92 dts (17-14, 31-43, 50-65, 79-79)

 

Allianz Basket Città di San Severo: Romano, Ricci 25, Ciavarella n.e., Filippini 4, Drca 7, Porfido 5, Serroni 7, Brunetti 12, De Fabritiis 30, Di Santo n.e. Coach: Coen;

Udas Castellano Cerignola: Jonikas 13, Serazzi 27, Svoboda 20, Falcone 10, Sciusco n.e., Mennuni, Cristiani n.e., Liguori 5, Di Nannin.e., Maggi 17. Coach: Totaro.