Supercoppa Serie B – Civitanova di forza contro Giulia Basket

Rossella Civitanova-Giulia Basket Giulianova 87-56

di La Redazione

Neanche nei sogni più sfrenati sarebbe stato possibile immaginare una Rossella così nella prima uscita ufficiale della nuova stagione. La Virtus, peraltro ancora senza Vallasciani, sfodera una prestazione ai limiti della perfezione e annichilisce una Giulia Basket Giulianova che riesce a tenere botta praticamente per un quarto e mezzo. È vero, le tante assenze nel reparto esterni (Rovatti out, Agbogan, Epifani e Paoli in panchina solo ad onor di firma) hanno zavorrato la prestazione della squadra di coach Zanchi, ma gli aquilotti sono passati come un rullo compressore sui malcapitati abruzzesi, seppelliti sotto una grandinata di triple (15 alla fine). Ma sarebbe riduttivo limitare a questo la prestazione dei biancoblu, che invece hanno confermato quanto di buono fatto vedere nelle prime amichevoli stagionali.
Eppure Giulianova in avvio era sembrata decisamente in palla, dettando un ritmo di gara infernale nel quale era sembrata assolutamente a suo agio, tanto da salire presto a +3 (6-9 al 4’ con canestro di Di Carmine). Anche con la Rossella a trovare continuità col tiro da fuori, guidata da un torrido Milani (11 punti nel solo primo quarto), gli abruzzesi, aggrappati alla fisicità di Thiam (10 punti nel primo periodo uscendo dalla panchina al posto di un evanescente Spera) sembravano comunque poter tenere la scia dei civitanovesi. Ma quando anche Casagrande e Rocchi iniziano a martellare la retina da fuori e Amoroso dipinge con la sua solita classe nel pitturato i giallorossi iniziano man mano a scivolare indietro. All’intervallo lungo è già +19 (56-37) e se al rientro dagli spogliatoi ci si aspetta una reazione giuliese, in realtà arriva la nuova accelerata della Rossella, che sulle ali delle triple di Rocchi (5/11 dall’arco per 21 punti alla fine) dilata il vantaggio ben oltre i 30 punti. La bomba di Andreani a 6’ dalla sirena fissa il massimo vantaggio sul +36 (81-45) ma la partita è già ampiamente in ghiaccio. Nel finale c’è gloria anche per i due talentini civitanovesi Montanari e Ciarapica, che vanno entrambi a bersaglio, e la festa è davvero completa.

Guai a pensare di essere diventati dei campioni, ma di certo una vittoria così rappresenta una bella iniezione di fiducia a un mese dal via del campionato. E domenica sul campo di Roseto si misureranno per davvero le ambizioni (non solo in questa Supercopppa) della truppa in biancoblu. Queste le parole di coach Mazzalupi a fine partita: «Il risultato parla chiaro e siamo contenti di essere tornati in campo in una partita con due punti in palio con una vittoria così, ma ci interessava di più la prestazione della squadra. Direi che abbiamo avuto risposte importanti dai singoli, ma anche dalla squadra in generale. Stiamo pian piano entrando nei meccanismi offensivi ma soprattutto anche difensivi, cosa sulla quale abbiamo lavorato molto in settimana. Le percentuali che abbiamo avuto non credo siano casuali: siamo stati bravi nel primo quarto a giocare di ritmo, andando dietro alla loro foga senza strafare, ma poi dal secondo quarto siamo stati lucidi nell’andare a cercare le situazioni e i vantaggi che potevamo avere. Nel complesso siamo stati molto bravi a prendere le occasioni che ci sono capitate».

Neanche nei sogni più sfrenati sarebbe stato possibile immaginare una Rossella così nella prima uscita ufficiale della nuova stagione. La Virtus, peraltro ancora senza Vallasciani, sfodera una prestazione ai limiti della perfezione e annichilisce una Giulia Basket Giulianova che riesce a tenere botta praticamente per un quarto e mezzo. È vero, le tante assenze nel reparto esterni (Rovatti out, Agbogan, Epifani e Paoli in panchina solo ad onor di firma) hanno zavorrato la prestazione della squadra di coach Zanchi, ma gli aquilotti sono passati come un rullo compressore sui malcapitati abruzzesi, seppelliti sotto una grandinata di triple (15 alla fine). Ma sarebbe riduttivo limitare a questo la prestazione dei biancoblu, che invece hanno confermato quanto di buono fatto vedere nelle prime amichevoli stagionali.
Eppure Giulianova in avvio era sembrata decisamente in palla, dettando un ritmo di gara infernale nel quale era sembrata assolutamente a suo agio, tanto da salire presto a +3 (6-9 al 4’ con canestro di Di Carmine). Anche con la Rossella a trovare continuità col tiro da fuori, guidata da un torrido Milani (11 punti nel solo primo quarto), gli abruzzesi, aggrappati alla fisicità di Thiam (10 punti nel primo periodo uscendo dalla panchina al posto di un evanescente Spera) sembravano comunque poter tenere la scia dei civitanovesi. Ma quando anche Casagrande e Rocchi iniziano a martellare la retina da fuori e Amoroso dipinge con la sua solita classe nel pitturato i giallorossi iniziano man mano a scivolare indietro. All’intervallo lungo è già +19 (56-37) e se al rientro dagli spogliatoi ci si aspetta una reazione giuliese, in realtà arriva la nuova accelerata della Rossella, che sulle ali delle triple di Rocchi (5/11 dall’arco per 21 punti alla fine) dilata il vantaggio ben oltre i 30 punti. La bomba di Andreani a 6’ dalla sirena fissa il massimo vantaggio sul +36 (81-45) ma la partita è già ampiamente in ghiaccio. Nel finale c’è gloria anche per i due talentini civitanovesi Montanari e Ciarapica, che vanno entrambi a bersaglio, e la festa è davvero completa.

Guai a pensare di essere diventati dei campioni, ma di certo una vittoria così rappresenta una bella iniezione di fiducia a un mese dal via del campionato. E domenica sul campo di Roseto si misureranno per davvero le ambizioni (non solo in questa Supercopppa) della truppa in biancoblu.

Queste le parole di coach Mazzalupi a fine partita: «Il risultato parla chiaro e siamo contenti di essere tornati in campo in una partita con due punti in palio con una vittoria così, ma ci interessava di più la prestazione della squadra. Direi che abbiamo avuto risposte importanti dai singoli, ma anche dalla squadra in generale. Stiamo pian piano entrando nei meccanismi offensivi ma soprattutto anche difensivi, cosa sulla quale abbiamo lavorato molto in settimana. Le percentuali che abbiamo avuto non credo siano casuali: siamo stati bravi nel primo quarto a giocare di ritmo, andando dietro alla loro foga senza strafare, ma poi dal secondo quarto siamo stati lucidi nell’andare a cercare le situazioni e i vantaggi che potevamo avere. Nel complesso siamo stati molto bravi a prendere le occasioni che ci sono capitate».

ROSSELLA CIVITANOVA-GIULIA BASKET GIULIANOVA 87-56
CIVITANOVA: Montanari 2, Ciarapica 2, Cognigni 5, Andreani 6, Felicioni 5, Vallasciani ne, Amoroso 10, Lusvarghi 6, Casagrande 15, Rocchi 21, Milani 15. All.: Mazzalupi.
GIULIANOVA: Dron 5, Tognacci 9, Spera 10, Epifani ne, Galliè, Di Carmine 7, Agbogan ne, Paoli ne, Thiam 15, Cantarini 3, Di Poce 7, Scarpone. All.: Zanchi.
ARBITRI: De Ascentiis, Giambuzzi.
PARZIALI: 30-23, 26-14, 18-8, 13-11.

Ufficio stampa Virtus Basket Civitanova Marche

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy