Supercoppa Serie B – Dominio Bernareggio, Alba costretta alla resa

S.Bernardo Alba-Vaporart Bernareggio 71-95

di La Redazione

Si fa sul serio in queste Final Eight con la Vaporart Bernareggio, qualificato con percorso netto, ad affrontare nei quarti di finale la sorprendente San Bernardo Alba. Piemontesi vera rivelazione della supercoppa avendo fatto fuori squadre come Omegna e Alessandria.

Coach Cardani, in questo debutto, decide di affidarsi ai suoi pretoriani in quintetto con Todeschini, Baldini, Laudoni, Aromando e Diouf.

PRIMO QUARTO – Partono forte i reds con il capitano Baldini, tripla in step back, e con una seconda tripla di Todeschini a costruire un parziale di 6-0. Alba trova il long two ma ancora Baldini mette una tripla irreale per il 9-2 con il 100% da tre. La Vaporart è tosta i questo primo quarto, costruendo con fiducia e portandosi grazie ai punti sotto canestro di Laudoni e Diouf sul +11 (5-16). I piemontesi però sono freddi in attacco, cercando di costruirsi dei tiri puliti dalla media, con coach Jacomuzzi costretto a chiamare timeout dopo il contropiede di Aromando del 7-18. Alba torna in campo con la tripla di Eirale e il gioco da tre punti di Reggiani che riporta gli avversari in partita. Piemontesi che arrivano fino al -3 con la tripla di Tarditti per una Vaporart che fatica a ritrovarsi. Almansi trova la quarta tripla di squadra ma gli avversari sono agguerritissimi guadagnandosi un altro gioco da tre punti con lo scatenato Reggiani per il 24-29 reds. Tsetserukou, 2/2 dalla lunetta e ultimo tiro per Bernareggio tra le mani sempre del bielorusso che manca il jumper. Primo quarto 24-31.

SECONDO QUARTO – Riparte con il gioco da tre punti, canestro e fallo, di Aliou Ka Bernareggio che vuole riaprire il quarto con una difesa sicuramente più aggressiva. Il numero zero monzese è on fire andando anche a schiacciare di prepotenza subito dopo portando Bernareggio sul 24-36. Todeschini si riprende ancora in mano la squadra scoccando una tripla pulitissima per il 24-39. Alba però non ha intenzione di uscire dalla partita, lottando caparbiamente e trovando i primi due punti con Tarditti. Timeout Bernareggio e ritorno in campo con Diouf a trovare due punti in semigancio ed il long two, specialità della casa, di Aromando. Alba appoggia sotto canestro ma Laudoni, dalla parte opposta, serve Almansi per la tripla dall’angolo (34-46). La Vaporart, come nel primo tempo, però comincia a perdere di lucidità riprendendosi con Diouf, appoggio volante con l’aiuto del ferro. Partecipa anche Radchenko con l’appoggio in contropiede, Baldini guadagna un giro in lunetta (2/2) ma l’ultimo tiro è ancora per l’Ucraino Radchenko che manca l’appoggio: 38-52 a metà partita. Medie irreali, soprattutto da 3 punti, con i reds che al giro di boa stanno tirando con il 63% con capitan Baldini che ha pescato il 3/4 dalla lunga distanza.

TERZO QUARTO – Quattro a zero di parziale in apertura per la Vaporart che vuole subito indirizzare la partita. Una frazione non entusiasmante dal punto di vista realizzativo dove, nella prima metà, il conto dei punti è sul 5-6 (43-58). Todeschini si guadagna due liberi, convertiti entrambi, ma Coltro dalla parte opposta risponde subito in entrata. Le squadre cominciano a sciogliersi: long-two di Aromando, lay-up di Diouf e +14 reds ripristinato. Alba perde la lucidità che l’ha contraddistinta fino qui cominciando a subire molto in contropiede e sprofondando fino al -19. Jacomuzzi chiama minuto, ultimo tiro per la Vaporart con Todeschini che manca la tripla. 50 – 67.

ULTIMO QUARTO – Avvio tremendo negli ultimi 10’ con Almansi che tocca Farina sull’arco per il gioco da 4 di “Daniloviciana” memoria. Tsetserukov cerca di scuotere i reds con un viaggio in lunetta che però ne converte uno solo. I reds però sono ossi durissimi e prendono energia dalla difesa: recupero importantissimo a metà campo ed uno straordinario Aliou Ka schiaccia due volte di prepotenza in testa alla difesa e con la tripla di Quartieri è di nuovo +20. Alba  trova la tripla prima del time out per il 58-75. Minuto che giova ai piemontesi che ritrovano i punti dalla media e rosicchiano al -13. Follia di Alba che commette antisportivo su Aromando che segna quattro punti di fila rimettendo a posto le cose. Laudoni trova due punti in mischia ma si fa fischiare un tecnico evitabile. Quartieri, monumentale, trova l’ennesima tripla della partita per il 66-85 ad 1’45” dal termine. Due liberi per Radchenko e partita che ormai è valida solo a livello statistico con i punti di Ghedini e l’entrata in campo del giovane Marra. Al PalaReno finisce  71-95 per la Vaporart Bernareggio. Grande partita degli uomini di coach Cardani che si guadagnano l’accesso alle semifinali.

S.Bernardo Alba – Vaporart Bernareggio 71-95 (24-31, 14-21, 12-15, 21-28)

S.Bernardo Alba: Eirale Marcello 18 (5/9, 2/4), Toppino Alberto 17 (2/9, 3/7), Mattia Coltro 9 (2/8, 1/2), Cianci Luigi 9 (3/10, 1/3), Reggiani Francesco 6 (3/5, 0/0), Andrea Danna 3 (1/5, 0/0), Danilo Tagliano 3 (0/3, 1/3), Farina Simone 3 (0/1, 1/2), Luca Antonietti 3 (0/0, 1/3), Emanuele Tarditi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 9 / 18 – Rimbalzi: 31 12 + 19 (Toppino Alberto 9) – Assist: 12 (Andrea Danna 6)
Vaporart Bernareggio: Simone Aromando 16 (7/12, 0/0), Giacomo Baldini 14 (3/5, 2/4), Alioune Ka 11 (4/6, 0/0), Gian paolo Almansi 9 (3/3, 1/3), Davide Todeschini 8 (0/1, 2/4), Baye modou Diouf 8 (3/6, 0/0), Kiryl Tsetserukou 7 (1/3, 0/1), Stefano Laudoni 6 (2/4, 0/0), Daniele Quartieri 6 (0/2, 2/4), Riccardo Ghedini 6 (0/0, 1/1), Vladyslav Radchenko 4 (1/3, 0/1), Andrea Marra 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 23 / 31 – Rimbalzi: 40 11 + 29 (Simone Aromando 9) – Assist: 21 (Stefano Laudoni 5)

Ufficio Stampa Vaport Bernareggio

Niccolò Arenella

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy