Supercoppa Serie B – Eliantonio gela il Palamacchia di Livorno, fa festa il Golfo Piombino

Gialloblu impacciati in avvio, si sbloccano, rimontano e nel finale piazzano la zampata.

di La Redazione

Piombino inizia bene il suo cammino battendo in rimonta una signora squadra, una Libertas che aggrega anche Andrea Casella per questa Supercoppa, portando a tre i big della categoria superiore, in campo. Saranno proprio gli altri due big Castelli e Ammannato a dare l’imprinting al match e nei primi minuti, contro un Piombino un po’ fermo sulle gambe in difesa e lento in attacco, i due lunghi ex A2 colpiscono da sotto, dove dominano fisicamente e da fuori, sugli scarichi degli esterni labronici, che tagliano come il burro la difesa gialloblu. Piombino, che parte con lo stesso starting five di Chiusi, ovvero con Venucci in regia, Guaiana guardia, Mazzantini e Pistolesi ali e Persico sotto le plance. Dopo il 2 a 0 in apertura del suo centro titolare, contiene per un paio di minuti l’attacco livornese, poi subisce un parziale di 15 a 4, con i due lunghi locali sugli scudi. Nonostante coach Fabbri provi a fermare l’emorragia, rimettendo i due titolari Turel ed Eliantonio, al primo riposo è sotto 20 a 14. Nel secondo quarto non cambia la musica, Piombino non esce dall’impasse e si affida ad estemporanee soluzioni individuali, oltretutto tirando male e la Libertas ne approfitta, mettendo in mostra anche un bel gioco, chiude a metà gara sul più 11, 43 a 32.

Al ritorno sul parquet, nessuna reazione e locali che volano fino a più 18, partita che sembra non avere storia. Prova allora a mettersi in proprio Venucci, che con una bomba delle sue, accorcia le distanze, dopo la risposta di Livorno, salgono in cattedra capitan Bianchi e Mazzantini e Piombino cambia faccia. In difesa ora le gambe iniziano a girare come si deve e i gialloblu non concedono più canestro facili ai padroni di casa. In attacco la verve delle due ali piombinesi, viene spalleggiata dalla classe di Turel e Venucci e in 4’ arriva un parziale di 24 a 5, che porta i piombinesi al sorpasso, 59 a 61, con bomba di Bianchi. Da quel momento la partita diventa avvincente ed equilibrata, all’ultimo riposo Piombino conduce 65 a 63. Nel quarto finale nessuna delle due squadre allungherà oltre un possesso di vantaggio, i giocatori livornesi accusano la pressione del voler vincere la partita che inaugura il loro ritorno nelle serie nazionali, davanti ai propri tifosi e si innervosiscono, commettendo numerosi falli, con il Golfo che dalla lunetta non sbaglia niente. Si arriva al finale punto a punto, con Livorno avanti di 2 con il canestro di Ammannato a 1’40’’ dalla sirena, poi arrivano gli errori da tre di Marchini, Venucci e Castelli. Rimangono 12’’ alla fine e Piombino è sotto due, timeout di coach Fabbri, che sulla lavagnetta disegna lo schema per l’ultima azione. Schema che funziona alla perfezione e Eliantonio, uno dei migliori in campo, si trova la palla in mano, senza avversari a marcarlo e con mano dolce mette la bomba del sorpasso a 4’’ dal termine. Coach Garelli prova ad emulare Fabbri e chiama il timeout, ma 4’’ sono pochi e Piombino difende bene, costringendo Castelli ad un tiro ad altissima percentuale di difficoltà, che si ferma sul ferro, sancendo la vittoria de i gialloblu per 85 a 84.

Una vittoria di un Piombino a due facce, quello quasi inguardabile dei primi due quarti e quello sfavillante dei secondi, dove segna ben 53 punti e come dirà Fabbri nell’intervista di fine partita, la realtà di questa squadra è senz’altro più vicina a quella della seconda parte di gara, che a quella della prima, ma c’è ancora molto da lavorare. Questa è una squadra che ha grandi qualità individuali e una volta rodati intesa e schemi, può davvero togliersi delle belle soddisfazioni per sé per i suoi tifosi.

I tabellini

Opus Libertas Livorno 1947 – Basket Golfo Piombino 84-85 (20-14, 23-18, 20-33, 21-20)

Opus Libertas Livorno 1947: Riccardo Castelli 23 (9/10, 1/4), Antonello Ricci 16 (7/8, 0/5), Marco Ammannato 16 (4/5, 2/4), Leonardo Salvadori 9 (0/0, 3/5), Davide Marchini 7 (2/2, 1/4), Andrea Casella 5 (2/4, 0/3), Luca Toniato 4 (1/3, 0/1), Francesco Forti 4 (1/1, 0/3), Matteo Bonaccorsi 0 (0/0, 0/0), Michael Del monte 0 (0/0, 0/0), Gianni Mancini 0 (0/0, 0/0), Matteo Geromin 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 18 – Rimbalzi: 24 5 + 19 (Riccardo Castelli 8) – Assist: 17 (Antonello Ricci Marco Ammannato 4)

Basket Golfo Piombino: Mattia Venucci 16 (2/3, 2/8), Saverio Mazzantini 15 (3/5, 1/2), Giacomo Eliantonio 15 (5/6, 1/2), Mirco Turel 12 (4/5, 1/6), Camillo Bianchi 11 (2/6, 2/5), Edoardo Persico 8 (1/2, 0/0), Vincenzo Guaiana 4 (1/1, 0/0), Niccolò Pistolesi 4 (2/2, 0/0), Francesco Galli 0 (0/1, 0/1), Tommaso Mezzacapo 0 (0/0, 0/0), Danilo Ignarra 0 (0/0, 0/0), Nikola Carpitelli 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 24 / 28 – Rimbalzi: 32 6 + 26 (Camillo Bianchi 7) – Assist: 7 (Mattia VenucciMirco Turel 2)

 

Eliantonio

 

Uff stampa Golfo Piombino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy