Supercoppa Serie B – Esordio vincente per Palermo, Torrenova battuta con un finale al cardiopalma

I biancoverdi sprecano un vantaggio importante, rischiando la beffa nel finale, ma arrivano i primi due punti del girone di Supercoppa.

di Federico Di Domenico

Caronna apre il match con 4 punti da sotto canestro, a cui però Torrenova risponde prontamente impattando la parità. Guerra trasforma con precisione due liberi, poi Boffelli si vede negare da uno sfortunato effetto del ferro la tripla dell’ipotetico +5; vantaggio che comunque aumenta con le realizzazioni di Bedetti e Caronna per il 10-4 che costringe al time-out coach Condello dopo soli 4’. In contropiede Perin accorcia le distanze ma una penetrazione vincente di Bedetti frutta i tre punti (canestro con fallo subito e seguente libero realizzato) del +7, che diventa +9 con altri due liberi di Caronna. Si iscrive a referto anche capitan Lombardo che dalla lunetta firma il +10, sfruttando il bonus di falli di squadra prematuramente raggiuto dalla formazione ospite, che però non molla e chiude i primi 10’ sul -9, con il tabellone che recita 21-12.

È André ad aprire i conti del parziale con due punti realizzati sulla sirena dei 24”, con Torrenova che risponde due liberi di Lasagni. In transizione sono letali Ben Salem e Bedetti, poi si scatenano i tiratori: Perin e Gentili realizzano una tripla a testa, mantenendo invariate le distanze sul 30-17.  Green che alza ulteriormente il ritmo e con la penetrazione di Gentili trova il +17; ed è lo stesso Gentili trova la precisione balistica per la tripla del +16, dopo un mini-parziale ospite. Torrenova reagisce ancora e riesce ad accorciare ulteriormente il divario sfruttando qualche imprecisione nella nei possessi offensivi dei palermitani. I messinesi concretizzano gli ultimi due possessi del parziale con la tripla di Lasagni a chiudere la prima metà di gara sul 40-33.

Gloria mette su in chiaro le intenzioni di Torrenova con due ganci consecutivi per il -3; Drigo dalla media sblocca il parziale dei palermitani, che si riscattano con cinque punti di Boffelli per il +9 portando al nuovo time-out di coach Condello. Al rientro sul parquet Perin è letale dall’arco, ma Drigo gli risponde con l’appoggio da sotto e ancora Boffelli con una ‘falsa tripla’ cancellata da un piede sulla linea dell’arco firma il +10. Torrenova accorcia ancora, con la partita che diventa più fisica e Caronna che, protestando energicamente per una decisione arbitrale avversa (fallo in attacco fischiato ai suoi danni) si prende un fallo tecnico che costringe coach Mazzetti a tirarlo fuori dal match. Il Green è la prima formazione a raggiungere il bonus per i falli di squadra, e questo consente agli ospiti di avvicinarsi ulteriormente nel punteggio; la reazione biancoverde arriva con Bedetti, ma l’ennesimo fallo obbliga coach Mazzetti ad un time-out necessario per ritrovare gli equilibri di squadra. Bolletta dalla lunetta firma il -2, poi Torrenova perde Lasagni per il resto del match (quinto fallo personale commesso a 2’ dalla fine del periodo). Le distanze rimangono invariate quando mancano solo 10’ di gioco, 55-53 il punteggio sul tabellone.

Primo possesso del periodo conclusivo ed è subito magia di Guerra, che sulla sirena dei 24” realizza in allungo; Torrenova replica con Ferrarotto ma Gentili è spettacolare dall’arco con la tripla del +5. La formazione ospite risponde colpo su colpo ai tentativi di fuga dei palermitani, che ci provano in più occasioni, sprecando però anche diversi possessi favorevoli. Questo consente ai messinesi di non perdere contatto e riportarsi prima sul -2 con soli 2’ da giocare: Bedetti in contropiede regala fiato ai biancoverdi, con la tripla del capitano a dipingere una traiettoria perfetta per il +7 che potrebbe decidere la partita. Bolletta però si carica sulle spalle il peso dell’attacco ospite e dimezza lo svantaggio, con Perin e Gloria a firmare dalla lunetta il 74-74 con 11” e una rimessa in attacco per il Green. Il finale è al cardiopalma: Guerra riceve e subisce fallo, realizzando il +1, sul ribaltamento di fronte Torrenova cerca un fallo in penetrazione che non arriva perdendo palla, e tocca a Boffelli suggellare la vittoria con altri due liberi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy