SUPERCOPPA SERIE B – Faenza supera la Rucker e passa alle Final Four

0

Blacks Faenza 68
Rucker San Vendemiano 55

(22-17; 37-31; 60-43)

BLACKS FAENZA: Ndiaye ne, Galassi 8, Papa 7, Siberna 9, Vico, Naccari ne, Poggi 7, Ballarin ne, Petrucci 10, Aromando 16, Tomasini 11, Pastore ne. All.: Garelli
RUCKER SAN VENDEMIANO: Di Emidio 2, Gobbo ne, Gluditis ne, Cacace 10, Chiumenti, Oxilia 14, Perin 7, Vettori 10, Calbini 10, Gatti 2, Zacchigna. All.: Carrea
Arbitri: Andreatta. – Zancolò
NOTE. Tiri da 2: FA: 13/23, SA: 16/36; Tiri da 3: FA: 10/27, SA: 5/26; Tiri liberi: FA: 12/15, SA: 8/9; Rimbalzi: FA: 35, SA: 33.
Uscito per falli: Poggi

Faenza è alla final four di Supercoppa. I Blacks centrano questo grande risultato grazie alla vittoria nei quarti con la Rucker San Vendemiano che vale l’accesso alla semifinale dove ci sarà l’ennesimo capitolo dell’eterna sfida con Ruvo di Puglia. Sarà infatti la nona volta che le due squadre si affrontano da maggio del 2022. Questa volta la partita avrà ancora più fascino perché entrambe sono accreditate come le favorite per la vittoria del girone B. L’altra semifinale sarà Npc Rieti – Pielle Livorno. La final four si disputerà nel fine settimana del 23/24 settembre a Montecatini Terme e nelle prossime ore verrà comunicato il programma delle partite.

I Blacks vogliono a tutti i costi la final four per cercare di alzare nuovamente il trofeo vinto nel 2021 e lo si vede già dai primi minuti. Galassi inaugura con una tripla la serata e ben presto Faenza schizza sull’8-1 infiammando il PalaCattani. La Rucker, priva del cecchino Gluditis, risponde a suon di tiri da tre e confeziona un break di 8-0 portandosi poi a condurre sul 12-10, ma non fa i conti con la voglia di vincere dei faentini. Capitan Petrucci diventa un chirurgico terminale offensivo segnando 7 punti consecutivi per il 34-26, San Vendemiano prova a restare in scia, venendo però sempre disinnescata dai canestri dei Raggisolaris che non permettono l’aggancio.

Serve la zampata per chiudere i conti e arriva nel terzo quarto proprio come contro Fabriano. La difesa è una sinfonia dove tutti suonano al meglio e infatti la Rucker segna solo 4 punti nei primi 6 minuti. L’attacco macina punti e tutti sono utili alla causa come Poggi che si dedica più alla difesa (13 rimbalzi) che all’attacco, giocando un match di grande agonismo. Minuto dopo minuto i Blacks aumentano la dote e il punto esclamativo lo mette Aromando con la tripla del 60-43 allo scadere. È il colpo del ko, perché poi Faenza viaggia sulle ali dell’entusiasmo toccando anche il +22 (65-43). Negli ultimi minuti un piccolo di tensione permette alla Rucker (brava a non mollare mai) di piazzare un break di 12-0 rendendo il passivo meno pesante, ma il match non ritorna mai in discussione. Si va a Montecatini Terme!

UFF.STAMPA RAGGISOLARIS FAENZA