Supercoppa serie B: L’Andrea Costa regola anche i Raggisolaris Faenza, e si qualifica per gli ottavi

Partita sempre in equilibrio, con qualche strappo mai superiore ai 9 punti. Nel finale Imola, memore delle due partite precedenti, è meno distratta e mantiene i punti sufficienti per non soffrire

di Alberto Dalmonte

Derby inedito, con Andrea Costa e Raggisolaris Faenza che mai si erano incontrate a livello ufficiale prima d’ora.

STARTING FIVE: Faenza con Rubbini, Testa, Calabrese, Iattoni, Filippini. Fultz, Corcelli, Sgorbati, Preti, Quaglia per Imola.
Sblocca i giochi Sgorbati che batte Calabrese in penetrazione sulla linea di fondo, risponde da 3 Iattoni. Quaglia trasforma i due liberi per il fallo subito, ma Rubbini e Testa replicano da 2. Quando Iattoni infila la seconda bomba, 4-10, coach Moretti richiama i biancorossi. Sgorbati riduce a -4, Preti a -2 coi liberi, ma è bravo Anumba con la schiacciata a riprendere 2 possessi di vantaggi. Ancora Anumba per il 10-15, a metà quarto, e Testa si unisce ai frombolieri con la quarta bomba su 5: 10-18. Ancora Testa per il 12-20, mentre i cambi hanno portato sul parquet Ballabio, Lylee e Solaroli per gli ospiti, Morara, Banchi e Toffali per Imola. 17-20 con la tripla di Preti, che replica per il 20-21. Petrucci e Ballabio coi liberi firmano il +6, a 2′ dalla sirena, che Morara e Preti riducono dalla lunetta, 23-26. Altri 2 liberi, per Banchi, e il recupero è cosa fatta, ma arriva anche la ciliegina, con la tripla sulla sirena di Toffali: 28-26,. Frazione durata oltre 30′, probabilmente anche per i 18 falli fischiati.

SECONDO QUARTO. Quaglia a segno da 2, ma rispondono Anumba e Petrucci da 3, 30-32. Ancora a segno gli ospiti, con Petrucci e Testa, risponde Preti, dalla lunetta, 34-36. La penetrazione di Fultz è di quelle da insegnare ai giovani, 36 pari. E anche il servizio a Quaglia per il +2 biancorosso. Nuova parità a metà frazione, con Fultz ancora sugli scudi con pick’n roll magistrali, stavolta per Morara. Con l’entrata di Corcelli, 42-38, coach Serra chiama time-out. 44-40, a -2′, allungo significativo con la tripla da lontano di Banchi, 47-40, e altro minuto di sospensione ospite. Calabrese sblocca i suoi da 3, poi arriva un finale pieno di errori, su ambo i fronti, compresa l’ultima azione disegnata dopo un time out apposito per l’Andrea Costa. 47-43, col dominio ospite a rimbalzo, 24-13, ma anche sulle palle perse, ben 11-2; 12 punti Preti, 11 Anumba, i top scorers.

TERZO QUARTO. Altra lezione del prof. Fultz, questa volta di alley-hoop, per Preti. Rubbini ricuce da 3, ma altri 2 punti arrivano dal playmaker di Imola, 51-46. Botta e risposta Testa-Corcelli, time out Faenza, 53-48, dopo 2′. Quaglia segna, poi 1+2 ospite per il tecnico a Corcelli, 55-51, dopo 4′. 2+1 di Toffali, risponde Petrucci dall’arco, poi Morara: 60-54 a metà quarto. Sgorbati è on fire, canestro, rimbalzo, porta palla: 62-56. Toffali va da 2, risponde Petrucci da 3. Da 3 anche Sgorbati, ora in doppia cifra, per il +8 di casa. Riduce Anumba con 2 canestri da 2, 67-63, altro 2+1, di Iattoni, ospiti a -3. Toffali segna 1 libero, Petrucci dall’altra parte 2, 70-68, e stavolta la preghiera di Toffali non va.

QUARTO QUARTO. Solaroli dà il pareggio ai neroverdi, Ballabio il vantaggio, ma Preti usa la sua mattonella preferita, dall’arco, per rimettere Imola avanti di 1, 73-72. Morara va a schiacciare sull’ennesimo assist di Fultz, e poi trasforma il libero, 76-72. Poi si ripete, stavolta assistito da Sgorbati, 78-72. Quaglia trasforma il libero per il tecnico a Faenza, +7 Andrea Costa, time out di coach Moretti. Contropiede di Rubbini, -5, dopo 4′. Bel movimento di Quaglia che si beve Filippini, poi Toffali si riscatta per la persa precedente, 83-76 a metà frazione. Ancora Quaglia, fade away da cornice, 85-78. Stesso movimento, stesso risultato, per Sgorbati, 87-78, max vantaggio di Imola. Anumba è una sentenza, -6, poi stoppa Quaglia, e Ballabio in contropiede firma il -4. -2′, time out Imola. Fultz pesca libero Morara, canestro e fallo, 90-83, -1′. Faenza si avvicina con il fischio contro Preti per simulazione, 90-86, poi Sgorbati segna un libero, 91-86, quando mancano 17”. Palla di Faenza, ma Corcelli ruba e va a segno, 93-86; Ballabio insacca 1 libero e sbaglia il secondo, ma il rimbalzo è preda di Sgorbati, -5”. Due time out per disegnare le ultime azioni, ma pessimi risultati per entrambe, e finisce così, 93-87.
Ottime valutazioni per Morara, Sgorbati e Quaglia, Anumba in evidenza per gli ospiti.

Andrea Costa Imola Basket – Rekico Faenza 93-87 (28-26, 19-17, 23-25, 23-19)
Andrea Costa Imola Basket: Jacopo Preti 17 (1/2, 3/5), Francesco Quaglia 15 (5/8, 0/1), Marco Morara 15 (5/5, 0/0), Giacomo Sgorbati 14 (4/9, 1/1), Davide Toffali 11 (3/4, 1/3), Alessandro Banchi 9 (1/1, 1/2), Robert Fultz 6 (3/6, 0/2), Nunzio Corcelli 6 (3/5, 0/5), Matteo Zanetti 0 (0/0, 0/0), Alessandro Alberti 0 (0/1, 0/0), Danilo Errera 0 (0/0, 0/0), Luca Fazzi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 25 / 29 – Rimbalzi: 28 2 + 26 (Giacomo Sgorbati 10) – Assist: 11 (Robert Fultz 6)
Rekico Faenza: Simon Anumba 18 (4/4, 3/5), Filippo Testa 15 (4/8, 1/4), Marco Petrucci 15 (0/1, 3/5), Riccardo Ballabio 12 (4/8, 0/1), Michele Rubbini 11 (4/4, 1/6), Riccardo Iattoni 9 (1/3, 2/6), Nicola Calabrese 3 (0/2, 1/1), Giacomo Filippini 2 (1/3, 0/1), Manuele Solaroli 2 (1/1, 0/1), Keller cedric Ly-lee 0 (0/0, 0/1), Giovanni Bartolini 0 (0/0, 0/0), Nicola Marabini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 21 – Rimbalzi: 33 8 + 25 (Simon Anumba 7) – Assist: 13 (Riccardo Ballabio, Michele Rubbini 3)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy