Supercoppa Serie B – L’Andrea Costa vince la prima in casa di fronte a una buona Cesena

Un paio di strappi portano i padroni di casa sul più 13, ma puntualmente i Tigers rintuzzano, fino a giocarsi l’ultimo quarto in parità. Banchi, Quaglia e Preti fanno la differenza.

di Alberto Dalmonte

Prima partita ufficiale della stagione sportiva 2020-21, questa tra Andrea Costa Imola e Tigers Cesena.
Squadre al completo, con Fultz e Sgorbati che rientrano nelle file biancorosse, dopo una preparazione differenziata nell’ultimo mese.
Palla a due per i padroni di casa, che poi hanno 3 occasioni consecutive per segnare, con Fultz e Sgorbati, ma le falliscono, fino al 2-0 firmato dall’ala piccola imolese. Preti da 3 e ancora Sgorbati portano l’Andrea Costa sul 7-0, e per i Tigers arriva il primo time-out. I primi 3 punti degli arancio-neri arrivano dopo quasi 3′, con Battisti, poi bissati da Borsato, quando Imola s’era portata a 10, grazie all’inchiodata di Quaglia. Battisti dalla lunetta e Marini, bello il fade away, firmano il pareggio, mentre iniziano i cambi, con Toffali e Banchi in campo. Sorpasso ospite con Dell’agnello, e Terenzi, che firmano il 10-13. Quando Battisti segna quasi indisturbato coast to coast, Moretti richiama i suoi. Morara stoppa Alessandrini, poi Banchi ruba e s’invola per il 12-15. Gira meglio la palla in attacco, ed Errera firma il -1. Adesso è punto a punto, e il quarto si chiude 18-19.

Secondo quarto. Il vantaggio ospite sale a +6, grazie anche agli errori da sotto di Errera che spreca 2 assist di Fultz, e rientrano Quaglia e Corcelli. Zanetti entra con la faccia giusta,e si guadagna subito gli applausi, per un assist, una rubata e un fallo subito. Entra anche Alberti, che serve subito l’assist per la tripla di Banchi, ed è -1, 23-24. Banchi guadagna il pareggio sul 28, grazie a 3 liberi in fila. Imola rimette la testa avanti, col classe 2002 Alberti, a metà frazione, e nuovo time out cesenate. Colpise ancora il numero 18 biancorosso, 33-28, poi Quaglia e Borsato fissano sul 35-31 a -3′. La bomba di Fultz e il canestro da sotto di Marini portano a +5 Imola, ma due attacchi mal gestiti portano coach Moretti a chiamare time out a meno di 2′ dall’intervallo. Sgorbati e Banchi fanno +9, Cesena perde un po’ le briglie, e arriva il +13 con Toffali e Quaglia. Sulla sirena segna Battisti, e finisce il primo tempo 46-35. Parziale di 18-7 nella seconda metà del quarto, grazie soprattutto all’energia delle giovani leve, che firmano la valutazione del secondo quarto 37-13. Da segnalare che Chiappelli, dopo 3 falli in 4′ nel primo quarto, non ha più fatto rientro sul parquet.

Terzo quarto. Quintetto base per Imola, che parte bene con 2 liberi di Sgorbati, risponde con la tripla Chiappelli. Borsato e Terenzi riavvicinano le tigri a -6, poi Sgorbati e Battisti fissano il 50-45. Quaglia costringe Chiappelli al quarto fallo, e fa 2 su 2. Preti e Quaglia a segno, Fultz che stoppa Chiappelli, in un attimo è di nuovo +12, 57-45. Un antisportivo fischiato a Fultz porta 2 punti dalla lunetta e 2 dal campo con Marini. Cesena torna a -6, ma Quaglia segna indisturbato dall’arco, 60-51. Ancora Terenzi per il -7, poi per il -5, infine è Alessandrini a dare il -3, 60-57. Imola non segna più, l’ultima azione è degli ospiti, che la sfruttano bene e completano la rincorsa, 60-59.

Quarto quarto. Si rivedono Corcelli e Sgorbati, mentre Fultz, gravato di quattro falli, è in panca. Tecnico a Quaglia per proteste, un libero a segno per Borsato, 62-60. In questo momento di idee confuse arriva la bomba di Preti, e Imola riprende vigore con un buon recupero difensivo, 65-60. Quaglia, servito in corsa da Fultz, rimette due possessi di vantaggio e fallo a favore, dopo la tripla di Battisti. Time out di Cesena, libero a segno, 68-63 a metà quarto. Banchi si riscatta dopo una persa precedente, e segna una tripla, +8. Ancora un prezioso assist di Fultz, per Morara che non lo spreca. Battisti risponde alla nuova tripla di Banchi, +10, ma Terenzi buca anche lui da 3, time out di casa sul 76-69, a 2′ dalla fine. L’Andrea Costa ne esce bene, con 2 punti di Preti, +9 a – 90”, e palla in mano per la persa dei Tigers. Non va per Imola, ma neanche per Cesena, fino alla tripla di Terenzi, a -27”, che riaccende le speranze degli ospiti. Terenzi è bravo anche dalla lunetta, 78-74 con meno di 15”. Imola non gioca col cronometro, e decide di giocarla, anche perchè sotto il canestro avversario sta aspettando liberissimo Luca Fazzi, figlio di quel Cristiano Fazzi che fu capitano dei biancorossi in serie A, e così arrivano anche due punti del giovane classe 2001. Non è finita, perchè Sgorbati ruba sulla rimessa e s’invola per altri 2 punti, e finalmente arriva la sirena, 82-74.

Andrea Costa Imola Basket – Tigers Cesena 82-74 (18-19, 28-16, 14-24, 22-15)
Andrea Costa Imola Basket: Francesco Quaglia 18 (6/9, 1/2), Alessandro Banchi 18 (2/3, 3/5), Giacomo Sgorbati 13 (4/11, 0/2), Jacopo Preti 11 (1/3, 3/4), Alessandro Alberti 5 (2/3, 0/0), Marco Morara 4 (2/4, 0/1), Danilo Errera 4 (2/5, 0/0), Robert Fultz 3 (0/1, 1/4), Davide Toffali 2 (1/5, 0/1), Matteo Zanetti 2 (1/2, 0/0), Luca Fazzi 2 (1/1, 0/0), Nunzio Corcelli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 16 – Rimbalzi: 37 8 + 29 (Jacopo Preti 6) – Assist: 18 (Robert Fultz 10)
Tigers Cesena: Diego Terenzi 22 (3/6, 2/5), Matteo Battisti 15 (2/2, 3/3), Stefano Borsato 8 (1/2, 1/7), Giacomo Dell’agnello 7 (2/4, 0/2), Nicolas Alessandrini 7 (3/7, 0/1), Leonardo Marini 6 (3/10, 0/1), Emanuele Trapani 6 (1/2, 1/3), Gioacchino Chiappelli 3 (0/1, 1/1), Andrea Dagnello 0 (0/0, 0/1), Donato Tedeschi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 20 / 26 – Rimbalzi: 28 4 + 24 (Diego Terenzi 8) – Assist: 12 (Stefano Borsato 4)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy