Supercoppa Serie B – Nardò batte Sant’Antimo e accede alle final eight

di Federico Di Domenico

Dura poco più di 25 minuti il sogno della Geko di raggiungere le Final8 di SuperCoppa a Cento. A Nardò i campani, con Milojevic in panchina per onor di firma, hanno condotto nel punteggio fino all’intervallo, toccando anche il +8 nel finale di 2’ quarto, ma si sono smarriti nel 3’ periodo di fronte all’esperienza dei locali e ad una serie di decisioni arbitrali che hanno fatto montare il nervosismo sul fronte santantimese (27 i fischi contro la PSA a fine gara).

Partenza molle della Geko che impiega 2.53” e 4 errori prima di segnare il primo canestro e che si ritrova subito sotto 8-2. Dri, Milosevic e Carnovali guidano la rimonta che si concretizza al 6’ con una tripla di Tommaso (10-10), poi Dri ruba e converte la palla del 10-12 e una bomba di Sergio vale addirittura il +3 (12-15) al 7’. Arrivano altri canestri dalla lunga, la Geko tocca il +5 (19-24) prima di chiudere avanti il primo parziale di due lunghezze, 22-24. La parità a 26 è ristabilita al 12’ da due liberi di Fontana, Sergio dall’arco riporta avanti Sant’Antimo al 14’ (29-33) e Carnovali e  Cantone la rilanciano a +5  un minuto dopo (34-39). Qui torna in cattedra un incredibile Filiberto Dri, che infila 7 punti di fila per il 38-46 del 18’. Gli ultimi 3 minuti però sono tutti della squadra di casa che con Dip e Petrucci risalgono fino al 47-48 dell’intervallo.
Si parte a mille all’ora nella ripresa, dopo 4’ è 57-56 poi i ritmi calano e arrivano gli errori: al 25’ Enihe firma il +4 pugliese (60-56) mentre tra i campani monta il nervosismo a fronte di alcune discutibili decisioni arbitrali. Vangelov prende tecnico ed esce per raggiunto limite di falli. Al 27’ Milosevic rompe un silenzio di oltre 3 minuti e riporta i suoi a distanza di “tripla” (61-58), è un canestro di speranza, ma da qui alla terza sirena è 6-0 Nardò con le bombe di Petrucci e Burini per il 68-58 del 30’. Il terzo parziale per i campani è pesante (21-10), arriva anche l’ennesimo tecnico e i santantimesi crollano. Al 34’ è 78-60, Patrizio si aggrappa ai canestri e all’orgoglio di Milosevic e Dri e dopo 2’ il distacco è ridotto ad 11 lunghezze (79-68). E’ l’ultimo sussulto ospite, Dri esce per falli, il coach stesso viene espulso e la gara si chiude sull’89-74. Nardò qualificata alle Final8, per la Geko ora testa al campionato.

“Da questa partita volevamo indicazioni sul nostro stato a due settimane dall’inizio del campionato – dice il GM Vittorio Di Donato – siamo contenti dell’approccio alla gara contro un’avvesaria così forte, nel primo tempo la squadra ha seguito esattamente il piano partita. Nella seconda metà del terzo quarto sono poi stati bravi loro a portarci fuori dai nostri giochi, la squadra si è un po’ disunita e ci siamo innervositi. Sappiamo di poter fare meglio di così, abbiamo margini, ma siamo sulla strada giusta”.

FRATA NARDO’ 89
GEKO SANT’ANTIMO 74
(22-24,47-48; 68-58)
NARDO’: Burini 16, Petrucci 15, Coviello 8, Enihe 15, Dip 8; Cepic, Jankovic, Fontana 12, Bjelic 3, Bartolozzi 12, Cappelluti, Tyrtyshnik. All.: Quarta.
SANT’ANTIMO: Cantone 8, Dri 25, Carnovali 10, Milosevic 13, Sergio 9; Sabbatino 5, De Marca, Milojevic ne, De Meo, D’Aiello, Ratkovic 2, Vangelov 2. All.: Patrizio.
ARBITRI: Lillo e Rodi.
NOTE – Tiri liberi: Nardò 22/29, Sant’Antimo 11/18. Usciti per 5 falli: Vangelov, Dri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy