Supercoppa Serie B- Taranto supera di misura la Viola Reggio Calabria

di Federico Di Domenico

CJ Basket Taranto – Pallacanestro Viola Reggio Calabria 72-69
Parziali: 13-12, 20-18, 15-16, 24-23
CJ Basket Taranto: Nicolas Morici 19 (6/12, 2/4), Santiago Bruno 15 (2/6, 2/4), Nicolas Manuel
Stanic 15 (4/9, 1/6), Gianmarco Conte 13 (5/8, 0/3), Andrea Pellecchia 3 (1/2, 0/0), Nicola
Longobardi 3 (1/2, 0/1), Simone Fiusco 2 (1/1, 0/1), Riccardo Agbortabi 2 (1/3, 0/0), Alessandro
Azzaro 0 (0/2, 0/1), Marco Manisi 0 (0/0, 0/0), Ferdinando Matrone NE. All. Olive
Stat Ta – Tiri liberi: 15 / 25 – Rimbalzi: 34 7 + 27 (Nicolas Morici 8) – Assist: 10 (Nicolas Morici
3)
Pallacanestro Viola Reggio Calabria: Salvatore Genovese 14 (3/9, 2/5), Giulio Mascherpa 14
(2/2, 2/5), Edoardo Roveda 12 (5/7, 0/0), Enrico Maria Gobbato 11 (3/4, 1/3), Fortunato Barrile 9
(2/3, 1/3), Marco Prunotto 6 (3/9, 0/0), Luka Sebrek 3 (1/3, 0/1), Paolo Frascati 0 (0/0, 0/0),
Giovanni Centofanti 0 (0/0, 0/0), Luka Radusin 0 (0/0, 0/0), Federico Romeo 0 (0/0, 0/0). All:
Bolignano.
Stat RC – Tiri liberi: 13 / 18 – Rimbalzi: 34 3 + 31 (Marco Prunotto 16) – Assist: 11 (Edoardo
Roveda 4).
Arbitri: Denny Lillo di Brindisi e Cosimo Schena di Castellaneta (TA).
Secondo successo stagionale con un po’ di thrilling per il CJ Basket Taranto. Al Palfiom,
nell’anticipo del sabato, i rossoblu hanno battuto la Pallacanestro Viola Reggio Calabria chiudendo
al secondo posto il proprio girone e la propria esperienza nella Supercoppa di serie B di preason che
prosegue invece per Matera già sicura del primo posto grazie proprio al blitz del primo turno nello
Jonio. Buona prestazione generale per Stanic e compagni accorciati nelle rotazioni e nei centimetri
vista l’assenza di Duranti a cui si è aggiunta nel prepartita quella di Matrone e in corso d’opera di
Azzaro. Di fatto coach Olive ha dovuto fare di necessità virtù varando di volta in volta un quintetto
di “piccoli”. Alla fine nonostante la rimonta finale a colpi di triple della Viola sono arrivati i
canestri decisivi dei rossoblu con Morici, 19 punti, ancora top scorer, e Bruno, Stanic e Conte in
doppia cifra così come dall’altra parte Genovese, Mascherpa, Roveda e Gobbato.
Coach Olive, come detto ancora senza Duranti deve rinunciare anche a Matrone che ha provato nel
riscaldamento ma non ce l’ha fatta. Conte, aggregato come a Catanzaro, parte in quintetto con
Stanic, Bruno, Morici e Azzaro. Risponde coach Bolignano con Mascherpa, Barrile, Roveda,
Prunotto, Sebrek.
Taranto parte bene con Conte che ruba palla e segna il primo canestro del match. Barrile va di
triple, Bruno lo imita quindi Sebrek per il 5-5. Si gioca sul filo dell’equilibrio, Roveda firma
l’ennesimo sorpasso ospite, 9-12, ma nel finale di quarto dopo aver segnato un libero è Stanic a
incantare il Palafiom con un buzzer beater alla prima sirena, poco dopo metà campo, 13-12.
Morici in apertura di quarto per il +3 CJ, la schiacciata di Gobbato taglia sul nascere il tentativo di
fuga. Coach Olive attinge molto alla panchina, Fiusco ripaga la sua fiducia per il 17-15. Si continua
punto a punto, il canestro e libero aggiuntivo di Longobardi valgono l’effimero +3 interno. L’altro
under rossoblu Pellecchia va per il 24-23, è un buon momento per Taranto con Stanic che segna due
canestri in fila per il 28-23. Va a segno anche Agbortabi ma prima dell’intervallo Prunotto e
Gobatto riportano sotto la Viola, 33-30 alla pausa lunga.
Stanic è ispirato, 5 punti in fila e tripla del 38-32 massimo vantaggio cussino. Ma è un attimo
perché Reggio trova da Barrile, Mascherpa e dalla tripla di Genovese il nuovo pareggio a quota 39
con break di 7-1.Tutto da rifare, torna l’equilibrio, Gobbato e Stanic si sfidano in una gara da tre
punti, a rompere la parità ci pensa Conte con il sottomano sulla sirena del terzo quarto, 48-46.
In avvio di ultimo quarto Mascherpa piazza la tripla del sorpasso ospite ma è Taranto, adesso priva
anche di Azzaro, a piazzare l’allungo che pare decisivo. Tato Bruno apre e chiude con una tripla un
parziale di 11-0. Ma non è finita, sul +10 il CJ abbassa un po’ la guardia e subisce la circolazione di
palla della Viola: Genovese e Mascherpa dimezzano il gap, Prunotto e Roveda con un gioco da tre
punto restituiscono il break e iscrivono una nuova parità, 62-62 a due minuti dalla fine. Si torna
punto a punto: a Conte e Stanic risponde sempre Roveda. Taranto resta concentrata, Stanic e Bruno
infilano i due canestri decisivi per il +4 che a pochi secondi dalla fine sa di sentenza. La Viola la
tiene aperta con una tripla dal cilindro di Genovese ma non c’è tempo per ribaltare la partita, tocca
al capitano rossoblu segnare i liberi della sicurezza. Taranto vince e dà appuntamento al 22
novembre per l’inizio del campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy