Supercoppa Serie B – Vicenza è strepitosa e va in semifinale, Imola fuori a sorpresa

Tramarossa Vicenza-Andrea Costa Imola Basket 70-62

di La Redazione

Tramarossa Vicenza-Andrea Costa Imola Basket 70-62  (20-25, 16-9, 11-12, 23-16)

Tramarossa Vicenza: Shaquille Hidalgo 20 (7/9, 2/3), Stefano Cernivani 10 (3/8, 1/5), Nicola Bastone 8 (4/7, 0/1), Diego Corral 8 (1/7, 2/4), Raphael Chiti 7 (2/5, 1/8), Alfonso Zampogna 6 (1/2, 0/3), Marcello Piccoli 6 (3/5, 0/0), Andrea Petracca 5 (1/1, 1/3), Matteo Visentin 0 (0/0, 0/0), Michael dee Owens 0 (0/0, 0/0), Luca Contrino 0 (0/0, 0/0), Pietro Sequani 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 5 / 9 – Rimbalzi: 49 9 + 40 (Diego Corral 17) – Assist: 16 (Shaquille Hidalgo 7)
Andrea Costa Imola Basket: Jacopo Preti 19 (1/4, 4/7), Robert Fultz 12 (3/6, 2/8), Davide Toffali 10 (4/9, 0/4), Marco Morara 6 (3/4, 0/0), Francesco Quaglia 5 (2/8, 0/0), Nunzio Corcelli 4 (2/3, 0/4), Alessandro Banchi 4 (0/1, 1/6), Alessandro Alberti 2 (1/1, 0/1), Giacomo Sgorbati 0 (0/5, 0/0), Luca Fazzi 0 (0/0, 0/0), Matteo Zanetti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 9 / 18 – Rimbalzi: 39 12 + 27 (Nunzio Corcelli 9) – Assist: 7 (Nunzio Corcelli 4)

La Tramarossa Vicenza è in semifinale di Supercoppa Centenario! Con una grande prestazione del collettivo, specialmente in fase difensiva, i biancorossi di Ciocca hanno la meglio dell’Andrea Costa Imola per 70-62 e volano in semifinale. Adesso, ad attendere i biancorossi, ci sarà la Vaporart Bernareggio, vincente nel primo quarto di finale contro l’Olimpo Basket Alba. La partita sarà in diretta su Youtube (canale LNP Tv) e sul MS Sport, canale disponibile sia su digitale terrestre (frequenza LCN675) che su Sky al canale 814.

 

Contro Imola, la sfida è segnata da percentuali basse (Vicenza chiude con un 41% complessivo, Imola con appena il 32%) e così a farla da padrone sono le difese di entrambe le squadre, capaci di mettere sotto pressione gli attacchi e di bloccare la sfida nel punteggio. Ne approfitta Corral, che troneggia sotto canestro con la bellezza di 17 rimbalzi.

 

 

20 punti e 7 assist per Hidalgo, miglior realizzatore dei biancorossi nella sfida

Subito Vicenza dimostra di non avere alcun timore reverenziale verso un’avversaria più quotata e dai nomi maggiormente altisonanti. Ciocca sceglie Petracca al posto di Chiti in quintetto e il leccese ripaga subito la fiducia del tecnico di Treviglio trovando la tripla del 10-7 per tentare di spezzare l’equilibrio. Un paio di palle perse impediscono a Vicenza di scappare nel punteggio e alla fine Imola ringrazia, prendendo l’inerzia della sfida con i tiri da fuori di Preti e andando decisamente in vantaggio. Il primo quarto si chiude 20-25 in favore dei romagnoli.

 

L’Andrea Costa tenta la fuga e arriva, nel secondo quarto, ad avere nove lunghezze di vantaggio sul 25-34. Banchi e Preti tentano di portare il vantaggio in doppia cifra, ma il ferro sputa le due conclusioni dei romagnoli. Vicenza però non fa sconti: Ciocca riorganizza la squadra, dando il via alla zona in difesa.I biancorossi in un amen recuperano il distacco con un parzialone di 11-0 segnato dalle scorribande di Chiti e Hidalgo, vero trascinatore offensivo della squadra con 20 punti e 7 assist a referto. All’intervallo, la Tramarossa conduce 36-34.

 

 

Bastone è stato decisivo nel finale di partita, trovando canestri pesanti per la vittoria biancorossa

La sfida resta in bilico anche nelle prime battute del secondo tempo: Imola torna sotto, guidata ancora da Preti e da un ritrovato Fultz, che dopo un primo tempo sottotono prende in mano le operazioni offensive della squadra romagnola. Vicenza soffre, finisce sotto anche di cinque lunghezze, ma riesce a rimettere la testa avanti nel finale di terzo quarto, giusto in tempo per la sirena finale. E, proprio quando ci si aspetta un finale punto a punto, sul filo del rasoio, la Tramarossa scappa: le maglie in difesa si stringono ulteriormente, costringendo Imola a cercare tantissimi tiri forzati; Piccoli si erge monumentale in difesa al centro del pitturato, bloccando Quaglia e Sgorbati, mentre in fase offensiva sono Bastone e Cernivani a trovare il fondo della retina per allargare il gap e dare a Vicenza la vittoria. Imola nel finale si affida a Toffali, ma ormai la spia della riserva per i romagnoli è accesa da un po’ e la sfida è meritatamente di Vicenza, che conquista il successo per 70-62.

 

Una bella vittoria, di squadra, voluta con cattiveria e agonismo, che proietta la Tramarossa tra le prime quattro d’Italia nella competizione. Ora, per i biancorossi, alloggiati al Grand Hotel Bologna a Pieve di Cento, qualche ora di riposo, prima di tornare in campo alle 12:30 contro la Vaporart Bernareggio degli ex Quartieri e Aromando, per cercare di raggiungere la finale, che sarà contro la vincente della semifinale tra Real Sebastiani Rieti e Frata Nardò.

 

 

Uff stampa Tramarossa Vicenza

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy