UFFICIALE: Fortitudo, esonerato Toto Tinti. Si pensa a Salieri o Ticchi per sostituirlo

0

LA EFFE NON DECOLLA E TINTI NE FA LE SPESE: LE COLPE SONO DAVVERO TUTTE SUE?…TICCHI O SALIERI I SUCCESSORI – Commento a cura di Matteo Airoldi

La notizia era nell’aria e ieri pomeriggio ne è arrivata anche la conferma ufficiale: Antonio “Toto” Tinti non è più l’allenatore della Fortitudo Bologna.

L’allenatore paga fin troppo caramente lo scotto delle ultime due pesanti sconfitte inanellate dalla squadra, un gioco che – seppur il bilancio meramente numerico dei risultati sia ancora in positivo (10-5) – a onor nel vero non ha mai convinto più di tanto (in particolar modo in trasferta dove sono arrivati solo dispiaceri) e una “chimica di squadra” che ad oggi stenta ad arrivare, specialmente in retroguardia. E’ giusto e doveroso sottolineare però che creare “da zero” un gruppo, per di più vincente, non è mai facile ed è un processo che necessita di tempo, più di quanto sia stato concesso a Tinti (che in passato ha già dimostrato che si può vincere una DNB anche perdendo dieci partite in regular season). Ma non è tutto, perché probabilmente Tinti  paga anche e soprattutto il fatto di essere stato “troppo buono” e aver accettato senza mai alzare la voce pubblicamente determinate situazioni che qualche suo predecessore sicuramente avrebbe mal digerito con conseguente reazione differente.

Come ammesso con onestà dal presidente Anconetani questa mattina sui quotidiani, le responsabilità, quando un matrimonio finisce, nella maggior parte dei casi sono ascrivibili ad entrambi i coniugi. E, a nostro modestissimo parere, questo caso non fa eccezione, perché se, come abbiamo già detto, chimica, gioco e risultati lontani dal catino amico stentano ad arrivare, è anche vero che questa squadra probabilmente non è stata costruita dal management interamente a immagine e somiglianza del suo coach. Lo dimostra l’innesto – senza nulla togliere ovviamente al valore dell’uomo e del giocatore – di Patrizio Verri che, stando anche alle parole del suo ex procuratore Lusini nel mezzo della querelle con tra Imola e Fortitudo, non era forse la prima scelta dell’ex allenatore di Mirandola (portata dalla B2 all’attuale Silver). Probabilmente infatti – e non è detto, ma neanche certo, che Tinti non lo abbia fatto presente nelle sedi opportune – sarebbe stato più necessario l’ingaggio di un pivot puro che garantisse anche anche gioco spalle a canestro, vero e proprio “tallone d’Achille” dell’Aquila in questo primo scampolo di stagione.

E ADESSO CHE SUCCEDE? – Ora, archiviata la vicenda Tinti, è prioritario pensare al futuro: domani incombe infatti il difficilissimo impegno di Coppa Italia contro Legnano e per il momento sulla panchina bolognese siederà il vice di Tinti Federico Politi, uno di casa in Fortitudo, che ha non molta esperienza nell’ambito senior ma che ha alle spalle una lunga e proficua gavetta proprio nelle giovanili della Effe Scudata.

POI, CHE SI FARA’? – Una volta giocato il match contro Legnano si penserà ad una soluzione stabile che possa dare garanzie per il futuro e soprattutto dare una mano alla squadra (nonostante il roster necessiti inevitabilmente di correttivi!) per raggiungere il tanto sospirato obbiettivo promozione. I nomi caldi, dopo che le quotazioni dell’ex Firenze Paolini sono sensibilmente calate, sono due: l’ex Pesaro Ticchi e soprattutto la new entry, e forse prima scelta, Stefano Salieri, già visto sulle panchine di Eagles e Biancoblù (si sta trattando e l’unico ostacolo per l’ingaggio del coach di Castel San Pietro Terme potrebbe essere il pregresso che vanta con F2011).

L’unica certezza al momento è che il tempo stringe, gli alibi sono finiti per tutti e gli oltre 4000 spettatori paganti che tutte le domeniche affollano gli spalti del PalaDozza cantando a squarciagola per quaranta minuti pretendono una brusca sterzata e risultati concreti.

DI SEGUITO IL COMUNICATO UFFICIALE DELLA SOCIETA’

La Fortitudo Pallacanestro Bologna 103 comunica che, alla luce degli ultimi eventi, la società e l’allenatore Antonio Tinti, hanno risolto consensualmente il contratto di tecnico della prima squadra. A Tinti va un sentito ringraziamento per il lavoro svolto in questi mesi con grande professionalità e passione. La panchina della squadra sarà momentaneamente affidata al vice allenatore Federico Politi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here