EuroBasket 2017, Gruppo C: Bogdanovic guida la Croazia al successo

0
fiba.com

Al termine di una partita a dir poco entusiasmante, la Croazia ha piegato l’Ungheria, ottenendo così un esordio vincente all’EuroBasket 2017. Non è bastata una grande prova della formazione di coach Ivkovic a cui, però, va il merito di aver messo in seria difficoltà i colossi croati, che hanno avuto la meglio solo nel finale. Bogdanovic e Saric non hanno tradito le aspettative, mentre per quanto riguarda l’Ungheria la grande alchimia che si è creata tra i giocatori potrebbe essere la chiave vincente delle prossime partite.

La Croazia parte forte fin dalla palla a due con Ukic a segno con i primi punti dell’incontro, seguito poi da Bogdanovic. Per l’Ungheria, invece, numerosi sono i falli che penalizzano in avvio la fluidità dei balcanici che però sono abili ad uscire quasi subito dalla situazione di stallo, trovando i due punti con Keller. Il ritmo è alto, soprattutto nella metà campo offensiva ungherese dove si assiste ad ottime giocate in pick and roll che allarmano la difesa croata, colpevole di disastrose disattenzioni. I magiari crescono dando vita in breve ad un gioco dinamico e spettacolare che costringe coach Petrovic a richiedere un time-out, grazie al quale la Croazia pareggia i conti al termine della prima frazione (20-20).
Nel secondo periodo è ancora la Croazia a segnare per prima: Planinic guida il team al vantaggio ma dall’altra parte del campo Ferencz colpisce senza pietà dall’arco. Nel frattempo Keller continua a bucare la difesa e a schiacciare di potenza nel pitturato. La Croazia risponde per le rime grazie alle giocate di Tomas e Saric, anche se gli ungheresi continuano a mantenere alta l’intensità di gioco, costringendo gli avversari a spendere qualche fallo di troppo. Prima della pausa lunga il team di Ivkovic perde leggermente terreno, rimanendo comunque ad un solo possesso di distanza (36-39).
La musica non cambia nemmeno nel terzo quarto. Bogdanovic incrementa ulteriormente il proprio bottino mentre l’Ungheria si affida alle giocate di Vojvoda, abile a puntare il canestro e ad insinuarsi con successo tra le maglie avversarie. Il punto a punto continua anche nell’ultima frazione, le difese si chiudono, i contatti aumentano ma il gioco rimane entusiasmante. A sette minuti dalla fine i croati allungano fino al 53-60. Il solito Vojvoda si fa sentire dalla lunga distanza ma all’ennesimo canestro di Bogdanovic, l’Ungheria comincia a vacillare, scivolando ad un -11 da cui non riesce più a risollevarsi.

UNGHERIA 58 – CROAZIA 67 (20-20; 36-39; 53-52)

Ungheria: Rujak, Allen 5, Keller 8, Wittman 2, Hanga 5, Vojvoda 11, Kovacs, Toth, Ferencz 7, Perl 12, Karahodzic, Eilingsfeld 8.

Croazia: Kruslin, Popovic 2, Simon 5, Saric 15, Ukic 6, Zoric, Planinic 6, Bender 2, Buva, Ramljak, Tomas 8, Bogdanovic 23.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here