EuroBasket 2017, Gruppo D: Turchia nel segno di Mahmutoglu, Gran Bretagna al tappeto

0
Fiba.com

La Turchia non sbaglia e dopo la sconfitta arrivata ieri contro la Russia, si riscatta cogliendo una buona vittoria contro la Gran Bretagna pur non convincendo fino in fondo. Mahmutoglu (24pt) è in serata positiva e lo dimostra fin dalle prime battute colpendo a ripetizione la difesa avversaria con i primi due quarti che scorrono via abbastanza agevolmente. Nella ripresa c’è invece battaglia: la Turchia prova più volte la fuga, ma la Gran Bretagna con le triple di Lawrence e i canestri da sotto di Achara trova il modo di restare incollata, fino ad arrivare ad un incredibile -5 nelle battute finali. Nel finale però, la squadra di Prunty non ne ha davvero più ed è costretta ad alzare bandiera bianca.

LA CRONACA – Il botta e risposta tra Mahmutoglu da una parte e Clark dall’altra apre il via alla contesa. A scuotere l’equilibrio è l’ex Pistoia Okereafor, prima con un tiro dalla lunga distanza poi in versione assistman, con Nelson a timbrare il più sei. La Turchia si rifà sotto con Erden, ma ancora una volta sono due tiri dai 6.75 a tenere gli inglesi avanti sul 16-10. La risposta dei turchi è però di quelle importanti: break di 10-0 e in un amen punteggio capovolto. Olaseni ferma il parziale a sfavore, ma è un super Guler a mettere il nuovo più sei che vale il 18-23 dopo un quarto. Il secondo periodo si apre con Olaseni ancora a segno, ma è solamente un fuoco di paglia: Guler suona la carica, Osman e Korkmaz rispondono presenti e in un amen è più dieci. La Gran Bretagna prova ancora una volta a restare a galla con due tiri dall’arco, ma Korkmaz continua nella sua gran serata sul fronte offensivo scrivendo prima il 26-34 poi il 30-39 con cinque punti in fila. Il finale è tutto turco, con Osman e Mahmutoglu a sancire il 36-49 dell’intervallo. Nel terzo periodo la Turchia parte subito forte con Erden e Mahmutoglu a scrivere il più sedici, ma la Gran Bretagna di mollare non ne vuol proprio sapere. Nelson colpisce prima dall’arco e poi da due punti, ma ancora una volta dall’altro lato Mahmutoglu rimette sedici lunghezze tra le due squadre. Nel momento di maggior difficoltà, torna a farsi sentire Olaseni: sono suoi i quattro punti in fila che rianimano la Gran Bretagna che con Mockford e Achara ricuce fino un incredibile meno otto. L’ultimo acuto è del solito Korkmaz, a segno per il 56-64 dopo trenta minuti. Nell’ultimo quarto gli inglesi iniziano a credere nella rimonta con i liberi di Lawrence e Achara a valere il meno cinque. Erden e Osman rispondono da campioni con sei punti in fila, ma ancora una volta è una tripla di Lawrence seguita da un gioco da tre punti di Olaseni a rimettere in scia la squadra che insegue, a soli cinque punti di distacco (65-70 al 34′). Mahmutoglu dall’arco fa le prove per i titoli di coda, ma Clark replica con la stessa moneta e a 3′ dal termine, c’è ancora gara sul 68-75. E’ però solo l’ultimo sussulto. Gli inglesi non ne hanno davvero più e i liberi di Erden seguiti da quelli di Guler mettono i titoli di coda sulla gara. Finisce 70-84 in favore della Turchia.

MVP BASKETINSIDE.COM: Mahmutoglu
GRAN BRETAGNA – TURCHIA 70-84

Gran Bretagna: Dang Akodo ne, Johnson 3, Mockford 5, Lawrence 15, Okereafor 8, Clark 8, Murray, Boateng 2, Nelson 8, Achara 6, Olaseni 15, Josephs ne. Coach: Prunty

Turchia: Veyseloglu 2, Balbay, Guler 9, Osman 11, Hersek 3, Erden 19, Mahmutoglu 24, Aldemir, Sanli 2, Korkmaz 11, Sipahi 3, Koksal ne. Coach:Sarica