EuroBasket 2017 – Russia, il talento di Shved per rialzarsi

La Russia si aggrappa al talento del Khimki per ricominciare a fare la protagonista nel basket che conta, ma sarà sufficiente?

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

La Russia è passata da una medaglia d’oro nel 2007 a un diciassettesimo posto nel 2015. Nessun giocatore di quella grande nazionale è ora presente, ma Andrei Kirilenko è il presidente della Federazione incaricato di far tornare grande questa squadra. Il crollo è stato evidente, ma ora c’è fiducia nell’ambiente, col ritorno di Shved si può puntare almeno a superare il girone, tornando tra le squadre d’elite. Riuscirà Coach Bazarevich a risollevare una nazionale da troppi anni deludente?

PUNTI DI FORZA

 Il ritorno di Shved sicuramente è un fattore importantissimo per i russi. Il fresco vincitore del premio di MVP di EuroCup è un punto di forza per la Russia, in grado di creare dal palleggio e di attaccare come pochi in Europa. Sarà supportato dai lunghi Vorontsevich e Mozgov, chiamati alla a riscattarsi dopo una deludente stagione. Durante le amichevoli di preparazione ad EuroBasket, la Russia ha mostrato un buon gioco e una circolazione di palla notevole che fa ben sperare per la competizione europea. Il gioco di squadra, sia in attacco che in difesa, sarà la chiave di questa squadra che punterà su questi fattori, uniti al talento del leader Alexey Shved.
PUNTI DI DEBOLEZZA

L’assenza per infortunio di Sergey Karasev pesa in un roster con poca qualità nel reparto guardie, ad eccetto di Alexey Shved. Il Playmaker titolare è un problema di questa nazionale. Dmitry Khvostov del Lokomotiv Kuban probabilmente sarà il titolare, ma è probabile che Shved si prenderà le responsabilità maggiori nei momenti chiave. Il Gruppo D non è un gruppo facile, altro fattore negativo per questa nazionale troppo aggrappata al talento di Shved.

 

ROSTER (Provvisorio)

#1 | Alexey Shved | guardia |195 cm | Khimki (Rus) | 1989

#4 | Evgeny Baburin | guardia | 190 cm | Lokomotiv Kuban (Rus) |1987

#7 | Vitaly Fridzon | guardia | 195 cm | CSKA Mosca (Rus) | 1985

#8 | Vladimir Ivlev | pivot | 207 cm | Lokomotiv Kuban (Rus) | 1990

#11 | Semen Antonov | pivot | 206 cm | CSKA Mosca (Rus) | 1989

#12 | Andrey Zubkov | ala | 205 cm | Khimki (Rus) | 1991

#13 | Dmitry Khvostov | guardia | 190 cm | Lokomotiv Kuban (Rus) | 1989

#15 | Timofey Mozgov | pivot | 216 cm | Brooklyn Nets (NBA) | 1986

#16 | Vladislav Trushkin | ala | 201 cm | Unics Kazan (Rus) | 1993

#18 | Maxim Kolyushkin | guardia | 192 cm | Avtodor Saratov (Rus) | 1990

#20 | Andrey Vorontsevich | pivot | 207 cm | CSKA Mosca (Rus) | 1987

#21 | Stanislav Ilnitsky | ala | 200 cm | Lokomotiv Kuban (Rus) | 1994

#22 | Dmitry Kulagin | guardia | 197 cm | CSKA Mosca (Rus) | 1992

#30 | Mikhail Kulagin | guardia | 191 cm | CKSA Mosca (Rus) | 1994

 

Allenatore: Sergei Bazarevich

 

CALENDARIO (Gruppo D):

1 Settembre: Turchia – Russia

2 Settembre:  Russia – Serbia

4 Settembre: Russia – Belgio

5 Settembre:  Lettonia – Russia

7 Settembre: Russia – Gran Bretagna

 

PRONOSTICO BASKETINSIDE:

Girone molto difficile per la Russia. Si giocherà l’accesso al turno successivo con Turchia e Belgio, anche se non sarà facile. Il talento di Shved può fare la differenza. Per noi però il loro cammino si interromperà al girone iniziale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy