#Eurobasket 2022: Francia più fredda nel finale, la Lituania è senza vittorie dopo la seconda giornata

0
fiba.com

In un palazzetto tutto esaurito si scontrano due delle super potenze presenti nel girone di ferro di Colonia, entrambe ancora a zero punti dopo la prima giornata.

QUINTETTO FRANCIA: Huertel, Fournier, Yabusele, Gobert, Tarpey.

QUINTETTO LITUANIA: Giedraitis, Brazdekis, Valanciunas, Sabonis, Yokubaitis.

Parte forte la Lituania, che spinta dai suoi soliti tifosi raggiunge il +9 già dopo soli 3 minuti e mezzo (13-4); sul +12 lituano a metà del primo quarto, coach Collet decide che è tempo di parlarci su e per contrastare il dominio di Valanciunas nel pitturato fa esordire Fall in questi Europei e presto la Francia dimezza lo svantaggio (21-15).
I francesi girano un paio di viti in difesa e arrivano al primo mini-intervallo sotto di soli 2 punti (25-23).

Sul 31 pari siglato da una bomba di un Fournier in gran spolvero, le due squadre alzano il volume in difesa e i canestri si chiudono, per quasi 4 minuti l’unico a muovere il tabellone è il solito Valanciunas con un canestro da sotto. Grigonis rimanda i francesi sotto di 6 cavando dal cilindro un paio di giocate da tre punti, ma Moustapha Fall fa pesare la sua stazza su entrambi i lati del campo tenendo a contatto la Francia.
A metà gara la Lituania è ancora avanti, anche se solo di 1 punto (41-0), grazie agli 11 di Grigonis, mentre la Francia si appoggia sui 18 di Fournier.

A 16 minuti dal termine la Francia mette per la prima volta il naso avanti (46-48)con una tripla dall’angolo in contropiede di Tarpey, e subito coach Maksvytis chiama time-out.
Huertel rivede il campo dopo un’era geologica e non riesce a metterci del suo mentre Fournier comincia a sparare a salve, ma anche per i lituani i canestri arrivano col contagocce con gli arbitri che lasciano passare più di un contatto sotto le plance. Il terzo periodo si chiude sul 15-10 per i baltici, che cominciano l’ultimo quarto con due possessi pieni di vantaggio (56-50).

I francesi cominciano gli ultimi 10 minuti appoggiandosi molto alla coppia Gobert-Poirier, a risultati alterni in attacco ma più solidi in difesa. Sul +6 lituano (60-54) a 7 minuti dal termine, Fournier ritorna a mettere punti a referto con un canestro più fallo e ancora una tripla dall’angolo di Tarpey zittisce (si fa per dire) i tifosi lituani sul 60 pari.
Una tripla in contropiede di Fournier interrompe un’altalena tra il +2 baltico e la parità, portando i transalpini di nuovo in vantaggio sul 64-67 a 3 minuti dalla sirena finale, presto seguiti dai primi 4 punti di Huertel per il +7 francese (64-71); Grigonis deve uscire per una botta al ginocchio, al suo posto un ghiacciato Kuzminskas regala l’assist a Yokubaitis per la tripla che rimette in partita i lituani. Gobert schiaccia al volo il +6 sull’errore di Fournier, 2/2 dalla lunetta di Valanciunas a cui risponde l’1/2 di Huertel dall’altra parte, e sul capovolgimento di fronte Yokubaitis infila una gran tripla che riporta la Lituania sul -2 (72-74).
I francesi giocano al torello facendo sprecare secondi preziosi alla Lituania, che alla fine fa fallo su Fournier: 1/2 per lui e fallo su Brazdeikis a 3.7 secondi dal termine, prima che tenti la tripla del pareggio; il lituano segna il primo e sbaglia volontariamente il secondo, ma è Gobert a raccogliere il rimbalzo e a infilare i 2 liberi col bacio alla Lituania.

Lituania-Francia 73-77 (25-23, 16-17, 15-10, 17-27)

MVP: Evan Fournier.

Francia: Okobo2, M’Baye NA, Luwawu-Cabarrot 4, Huertel 5, Yabusele 9, Fournier 27, Maledon NE, Poirier 6, Albicy 2, Tarpey 8, Gobert 8, Fall 6.
Coach: Collet.

Lituania: Zukauskas, Brazdeikis 12, Sabonis 6, Jokubaitis 14, Echodas, Valanciunas 15, Kuzminskas 3, Zemaitis NE, Giedraitis 4, Grigonis 13, Lekavicius 6, Butkevicius.
Coach: Maksvytis.