#EuroBasket 2022: Luka Doncic show. Spagna e Slovenia prime nei Gruppi A e B

0
Foto fiba.com

Epilogo dei gironi A e B nell’Eurobasket 2022 con la conseguente composizione di metà del tabellone degli ottavi di finale. A Tbilisi gerarchie della vigilia rispettate con il primo posto della Spagna che nello scontro diretto ha battuto e messo dietro di se la quotata Turchia. Terzo posto per il Montenegro che va a Berlino insieme al Belgio, quarto. Rimangono delusi i padroni di casa della Georgia fuori dai giochi come la Bulgaria. Nel Girone B di Colonia la Slovenia mette in fila tutti. Primo posto davanti alla Germania, la Francia finisce terza e quarta la Lituania che nell’ultima giornata elimina la Bosnia unica squadra capace di battere Luka Doncic e soci.
Negli ottavi di finale che prevedono gli incroci proprio tra i due gironi spiccano le sfide Spagna-Lituania e Turchia-Francia. Chiude questa parte del tabellone Germania-Montenegro e Slovenia-Belgio.

TURCHIA-SPAGNA 69-72
Una sfida molto equilibrata e decisiva ai fini del primo posto nel girone A apre l’ultima giornata di gare a Tblisi. Vince la Spagna al termine di un match molto equilibrato dove le due squadre si equivalgono anche dal punto di vista statistico. Basse percentuali nel tiro da tre punti (29% i turchi, 20% i spagnoli) con la squadra di Scariolo che ha vinto la sfida a rimbalzo (45-37) e ha avuto un buon apporto dalla panchina (28-12). Willy Hernangomez chiude a 15 punti con 7 rimbalzi. 11 e 7 assist per Lorenzo Brown. Nella Turchia, 20 di Osmani, 14 e 12 rimbalzi per Sengun, 16 di Frank Korkmaz. Sottotono Larkin (3 punti, 1/6 al tiro) con coach Ataman che nel dopo gara rivelerà che la stella dell’Efes convive con un problema a una mano e sfrutterà i giorni di riposo per volare a Istanbul e sottoporsi a risonanza magnetica per capire meglio l’entità del fastidio.

LITUANIA-BOSNIA 87-70
La Lituania vince lo spareggio per l’ultimo posto utile nel Girone A per l’accesso agli ottavi di finale. Bosnia battuta in una partita che dura un quarto. Dopo il 28 pari del 10′ la Lituania mette il turbo, piazza un parziale di 28-11 all’interno dell’intero secondo periodo e per la Bosnia non c’è più speranza. Quattro giocatori lituani in doppia cifra con Grigonis (16), Brazdekis (13), Sabonis (12) e Valanciunas (13 punti e 15 rimbalzi) a guidare i baltici al 4°posto nel girone che regala al pubblico di Eurobasket un quarto di finale contro la Spagna, sfida che in due edizioni dell’Europeo (2015 in Francia e 2003 in Svezia) è stata la finalissima per il titolo. Nella Bosnia che torna a casa dopo aver compiuto il miracolo del successo contro la Slovenia, non bastano i 22 puinti di Musa e i 15 di Jusuf Nurkic.

BULGARIA-BELGIO 80-89
Pronostico rispettato per il Belgio che vince la sua terza partita nel Girone B e si qualifica con grande merito agli ottavi. I “Leoni” partono bene e sono avanti 30-42 a metà partita. La Bulgaria vuole chiudere in bellezza e disputa un buon terzo quarto ma il Belgio ha troppa fame e voglia di arrivare a Berlino. 25 punti per Retin Obasohan, 20 di Emmanuel Lecomte per il Belgio che tira con il 51% dal campo. 26 punti e 13 rimbalzi di Sasha Vezenkov unico solista nella Bulgaria che esce di scena.

FRANCIA-SLOVENIA 80-89
Il big game dell’ultima giornata del Girone B passerà forse alla storia dell’Eurobasket per l’incredibile prestazione di Luka Doncic. 47 punti, 15/23 dal campo, 7 rimbalzi, 5 assist, 47 di valutazione per l’asso dei Mavs che incanta e da solo supera la Francia. I transalpini partono bene ma poi calano davanti alla crescita della Slovenia che chiude avanti 19-20 il primo quarto ed è 40-44 all’intervallo. Nella ripresa c’è il riscatto francese con tutti in parità al 30′ (64-64). Le sorti del match si decidono negli ultimi 10′ dove la Slovenia subisce solo 18 punti e il resto lo fa Luka Magic. Doncic ha semplicemente dominato la partita. Iniziando con 22 punti nei primi 12 minuti andando all’intervallo a quota 27. Nel secondo tempo neanche una botta alla testa rimediata da un contatto con Fournier lo limita. Alla fine Doncic arriva a 47 punti che è il numero più alto di punti realizzati in un Europeo in questo secolo. La superstar slovena arriva al 2°posto nella classifica all-time di Eurobasket superando Nikos Galis che nel 1983 aveva segnati 46 punti. Secondo soltanto al belga Eddy Terrace che nel 1957 segnò 63 punti contro l’Albania. il primo con 63 punti nel 1957.

GEORGIA-MONTENEGRO 73-81
Vince e centra la qualificazione agli ottavi di finale il Montenegro che va a regalarsi l’accoppiamento con la Germania. Vittoria non facile contro la Georgia che pur ferita dallo stop letale contro la Bulgaria vuole chiudere in bellezza l’avventura all’Eurobasket giocato in casa. Il Montenegro guida all’intervallo 35-41 e poi gestisce le folate dei locali gestendo fino al +8 finale. 22 punti per Drobnjak, 17 e 6/12 dal campo per Perry. La Georgia eliminata con i 15 punti di Mamukelashvili, 14 a testa per Shermadini e Sanadze.

UNGHERIA-GERMANIA 71-106
La Germania chiude la prima fase di Eurobasket con una netta vittoria sull’Ungheria. Gara a senso unico per i tedeschi che comandano già in doppia cifra all’intervallo (39-54) e controllano senza troppi problemi nella ripresa con la mente rivolta all’ottavo di sabato contro il Montenegro. Per la Germania, 22 di Sengee, 21 per Maodo Lo. Nei magiari il migliore è Zoltan Per (15)