#RoadToSlovenia, week 1: dilemma oriundo per la Spagna, Trinchieri punta sul blocco Olympiacos, l’incertezza di Noah preoccupa la Francia

0

 

Eccovi la nuova rubrica di Basketinside, che si andrà ad occupare delle nazionali qualificate agli europei : faremo una sorta di ranking con il quale vi aggiorneremo sulle squadre favorite alla vittoria finale.

1-Spagna

I Campioni d’Europa in carica e vicecampioni Olimpici sono sempre i favoriti alla vittoria del torneo. Navarro continua a setacciare la fonte della giovinezza e la serie dei Play Off di Eurolega giocati dal suo Barcellona sono stati d’esempio. Rubio si sente al 100 % e nel momento più duro di Pau Gasol c’è il fratello Marc che si fa notare come miglior difensore NBA ( primo europeo a riuscirci). Inoltre nelle Final Four d’Eurolega diversi spagnoli saranno all’opera nel “Clasico” : Fernandez, Rodriguez, Llul e Reyes per il Real Madrid e per il Barcellona Sada oltre al già citato Navarro. Da chiarire l’Oriundo : Ibaka è il candidato numero 1, anche se recentemente Mirotic ha dichiarato di sentirsi spagnolo e di voler militare nella nazionale iberica

2-Russia

Una Eurocup, una Eurochallenge e una squadra in Final Four di Eurolega : è questo il bilancio delle squadre russe nelle coppe europee. Una nazione con squadre costruite saldamente per essere competitive in ogni fronte. La scuola CSKA è una spanna avanti a tutti, ma le altre dietro non sfigurano. Anche se gli “NBA” non vanno per le migliori, Kirilenko ha annunciato il ritiro dalla nazionale e Sasha Kaun non ha assicurato la sua presenza agli europei, possono ancora contare su ottimi giocatori.

3-Francia

Tony Parker e Joakim Noah sono protagonisti nei Playoff NBA. Quest’ultimo però ancora non ha assicurato la sua presenza all’europeo. De Colo, Batum, Turiaf, Seraphin e Diaw sono pronti. Da segnalare anche un probabile inserimento del veneziano Diawara, che si appresa ad iniziare i Playoff in Italia. Sarà la Francia più interessante degli ultimi anni quella che si appresta ad andare in terra Slovena per gli Europei.

4-Lituania

In patria si giocano le finali tra le solite Zalgiris Kaunas e Lietuvos Rytas e vi sono numerosi giovani interessanti, oltre al solito Kaukenas. Da segnalare che Pocius si gioca le Final Four nel weekend con il Real Madrid.

5-Grecia

La nazionale Ellenica si affida al nostro Trinchieri e al blocco Olympiacos che nel weekend va in Final Four d’Eurolega : Sloukas, Spanoulis, Papanikolau, Printezis, Mantzaris e Perperoglu. Bourousis e Fotsis sono il calo. Calathes dopo l’Eurocup può ancora dire la sua anche in VTB league.

6-Serbia

Non sarà la Serbia di qualche anno fa, ma guai a sottovalutare gli uomini di Ivkovi?. Soprattutto quando l’asse play-pivot è lo stesso di una delle quattro finaliste di Eurolega, Teodosi? – Krsti? reduci entrambi da un’ottima stagione. All’asse portante si affiancano alcuni veterani, dall’altro CSKA Erceg a Savanovi?, Tepi? e Raši? a cui potrebbe unirsi l’NBA Milici?. In più una pattuglia di giocatori anagraficamente giovani, ma già esperti in campo internazionale, quali Kešelj, Ma?van, Musli, ma soprattutto quel Nemanja Bielica definitamente esploso nell’ultima Eurolega con la maglia del Caja Laboral. Il suo apporto potrebbe essere quella marcia in più che fa fare il salto di qualità ai balcanici. Occhio infine a due altri virgulti che hanno ben figurato in Eurolega, ovvero Nemanja Nedovi? (Lyetuvos Rytas) e Vladimir Lu?i? (scuola Partizan).

7 – Slovenia

I padroni di casa meritano un posto di riguardo innanzitutto per il clima che troveranno grazie al proprio appassionatissimo pubblico. Ma oltre a questo c’è il campo che questa settimana ci mostrerà la sfida delle Final Four di Eurolega tra i due lunghi Begic e Lorbek nell’ennesimo superclasico dell’anno. Decisiva sarà la presenza o meno di Dragic, faro dei Suns (NBA) e potenziale stella dell’europeo, a cui farà da cambio l’avellinese Lakovic. In forse Vujacic, altro elemento di valore assoluto, assieme a Nachbar. Insomma, il talento non mancherà certo ai padroni di casa!

8 – Montenegro

Molti accreditano la nazionale di nascita recente come una delle potenze emergenti, e noi siamo d’accordo. Qualche nome? Nikola Pekovi? e Nikola Vu?evi?, dall’NBA, tanto per gradire. Non bastano? Milko Bielica e Bojan Dublevi? attesi dai playoff ACB, oltre ad alcuni giocatori visti anche in Italia e in tante squadre importanti europee. A proposito di ex-“tricolori” il dubbio è sul play naturalizzato che guiderà la nazionale: l’ex-Milano Cook o l’ex-biellese Rochestie?

9 – Croazia

Altra nazionale interessante a chiudere il tremendo quartetto balcanico. Al momento la mettiamo nona, ma probabilmente la nazionale di Jasmin Repeša vale qualcosa di più. Di sicuro avere il miglior centro dell’Eurolega, ovvero Ante Tomi? è un ottimo punto di partenza, ma ovviamente non c’è solo lui. La batteria di lunghi è di prim’ordine, con Barac e Radosevi? a fare i probabili backup, mentre il backcourt si presenta di tutto rispetto con Stipcevi?, Zoran Planini?  e Roko Leni-Uki? a dirigere l’orchestra e Bojan Bogdanovi?, una delle poche note positive della sfortunata stagione del Fenerbache, a finalizzare.

10 – Italia

Sorpresi? Dopo l’infortunio del Gallo in effetti la nazionale di Pianigiani è crollata da essere la possibile sorpresa (da medaglia) del torneo a nazionale di medio livello. Ma le prestazioni super di Belinelli nei playoff NBA hanno riacceso qualche speranza. Aggiungiamo l’esplosione definitiva del neo-MVP del campionato Datome  e la maturazione completa dei vari Hackett, Cinciarini, Aradori, oltre alla crescita di giovani come Gentile, Polonara e Melli e forse non siamo poi così male, anche senza la nostra superstar. E se arrivasse il nulla osta per il genio Travis Diener