FIBA World Cup: Fontecchio è gigante, l’Italia con un grande cuore di più! Serbia battuta con una super rimonta

0
Simone Fontecchio
FIBA

Italia e Serbia si affrontano nel secondo girone della FIBA World Cup in una partita importantissima per le speranze di qualificazione ai Quarti di Finale del Mondiale degli uomini di Coach Pozzecco.

QUINTETTO SERBIA: S.Jovic, Bogdanovic, Dobric, N.Jovic, Milutinov.

QUINTETTO ITALIA: Spissu, Tonut, Fontecchio, Polonara, Melli.

Inizio di gara in cui si spinge sul pedale dell’acceleratore, in particolare per volere della Serbia che preferisce questi ritmi. L’Italia non si scompone, consapevole del piano gara, tira molto bene da 3 punti a differenza dei serbi che non la mettono praticamente mai dalla lunga distanza e piazzano il primo break. Bene gli azzurri in difesa e bravi a sfruttare gli errori di una Serbia che sbaglia comodi tiri da 3 punti, anche con tiratori importanti come Bogdanovic. Qualche palla persa di troppo per l’Italbasket che gioca un ottimo primo quarto dove tocca anche il +10. Immaginabile reazione della Serbia che nel finale, con un Milutinov dominante nel pitturato e un Dobric ispirato al tiro, si rifa sotto. +4 Italia al termine del primo quarto.

La scossa per la Serbia arriva dalla panchina con l’energia di Avramovic e Davidovac, ma non solo. Le percentuali da 3 punti dei serbi crescono, come pronosticabile dopo un primo quarto in cui non hanno mai segnato, per il primo vantaggio degli uomini di Pesic. Si blocca l’attacco azzurro che si “rifugia” in punti preziosi dalla lunetta che aiutano l’Italbasket a rimanere a contatto nel punteggio. La Serbia continua a giocare la sua pallacanestro “aggressiva” e veloce ma l’Italia resta bene in panchina e reagisce riportandosi avanti. La tripla sulla sirena di Bogdanovic vale il +2 Serbia all’intervallo con un’ottima Italia, pienamente in partita.

Inizia male l’Italia la ripresa con la Serbia che cavalca un Nikola Milutinov sempre ben trovato nel post da un Stefan Jovic rinato e al centro di questa Serbia con grande fiducia. Difficoltà per gli azzurri, in un momento chiave della partita dove gli avversari provano la fuga sul +7. Continua il momento difficile dell’Italia che sprofonda oltre la doppia cifra di svantaggio, ma si aggrappa al talento di Simone Fontecchio. Nel momento di massima difficoltà, la stella azzurra dei Jazz si carica la squadra sulle spalle, poi il finale di quarto ha un solo protagonista ed il suo nome è Gigi Datome. Il veterano azzurro, alle ultime presenze in carriera, segna un facile contropiede e due triple di grandissima importanza che in un amen riportano l’Italbasket a stretto punteggio. Abbiamo una partita! L’Italia reagisce di grande orgoglio e non molla la partita.

Se pochi minuti prima c’erano grosse difficoltà per l’italia in attacco, ora è il turno della Serbia che non segna mai e fatica tantissimo a trovare soluzioni agevoli, come mostrato spesso nel quarto precedente. Grandissima fiducia per gli uomini di Pozzecco, con un Fontecchio in forma strepitosa ma anche con protagonisti inattesi come un Severini molto positivo in campo. La difesa azzurra è tostissima e in fiducia dall’attacco fluido e convinto mostrato in questo ultimo quarto. I serbi, in difficoltà, si aggrappano al talento di Bogdanovic che nonostante percentuali non ottime è l’ancora di salvataggio per Pesic. La tripla di Guduric vale il -2 Serbia ad un minuto dal termine, ma è sempre Simone Fontecchio! Terzo tempo in controtempo eccezionale per l’ex Baskonia che tocca quota 30 punti personali ma soprattutto vale il +4 Italia a 30 secondi dal termine. Sempre Bogdanovic si guadagna due liberi che trasforma per il -2 Serbia a 28 secondi dalla fine. Fontecchio sbaglia, ma l’ultimo possesso della Serbia è pessimo. VITTORIA ITALBASKET!

Prima sconfitta in questa FIBA World Cup per la Serbia, preziosissima vittoria per l’Italia che rilancia prepotentemente le proprie ambizioni in questa competizione.

SERBIA – ITALIA 76-78 (19-23, 23-17, 20-19, 14-19)

MVP BasketInside: Simone Fontecchio.

SERBIA: Milutinov 14 (12 rimbalzi), Jovic 4, Guduric 8, Ristic, Dobric 15, Marinkovic 3, Bogdanovic 18, Jovic 5, Petrusev, Avramovic 7, Davidovac 2, Simanic.

ITALIA: Datome 10, Pajola 7, Severini 3, Diouf, Polonara 3, Spagnolo, Ricci, Fontecchio 30, Melli 8, Tonut 3, Spissu 13, Procida.