FIBA World Cup: Spagna a mille all’ora batte il Brasile e “vede” il primo posto del girone

0
FIBA.com

La seconda giornata del Gruppo G della FIBA World Cup vede il big match tra Brasile e Spagna, dopo aver assistito alla vittoria di misura della Costa d’Avorio sull’Iran. Chi vince questa sfida tra verdeoro e Furie Rosse si prenderà molto probabilmente il primo posto del girone.

QUINTETTO BRASILE: De Paula, Y.Santos, Meindl, Caboclo, Soares

QUINTETTO SPAGNA: Nunez, Llull, Claver, J.Hernangomez, W.Hernangomez

Il primo quarto parte subito fortissimo, con le due squadre che corrono tanto e sbagliano poco. Bruno Caboclo, neo innesto della Reyer Venezia, e Willy Hernangomez, neo giocatore del Barcelona, si scambiano i primi canestri, poi sale in cattedra il giovane Juan Nunez – tra l’altro ex compagno di Caboclo nell’ultima stagione a Ulm – che è onnipresente e prova a dare la prima scossa. Il Brasile però risponde dall’arco e rimette la testa avanti e la mantiene fino alla prima sirena, sul 22-21.

Due triple a testa di Diaz e Fernandez lanciano la Spagna che poi vola fino al +8 e ci resta grazie ad una difesa intensa e reattiva. Il Brasile si affida ai senatori Benite e Huertas, ma fa fatica a tenere la scia delle Furie Rosse che infatti toccano la doppia cifra di vantaggio (32-44 al 16′). I ragazzi di coach Scariolo mantengono il vantaggio, ma i due canestri finali danno speranza ai sudamericani. Si va all’intervallo con la Spagna che guida 50-42.

Il Brasile riparte subito forte e torna a -5 ma i Campioni del Mondo uscenti rispondono immediatamente per rimettere 10 punti tra le due squadre. Si segna poi poco, ma la Spagna ha il merito di riuscire a controllare sempre l’andamento della partita, anche in momenti dove si fatica a trovare la via del canestro. Una tripla fenomenale di Meindl sulla sirena del terzo quarto permette ai verdeoro di tornare a contatto sul 59-64 al 30′.

La speranza però dura poco, perché due schiacciate di Garuba scuotono la Spagna che poi scappa via. Nunez segna 6 punti di fila e firma il nuovo massimo vantaggio iberico sul +17 al 34′. Ormai è garbage time e i sudamericani devono solo cercare di limitare i danni, ma non riescono e il passivo diventa consistente. Con un quarto periodo da ben 32 punti, la Spagna sconfigge il Brasile con il risultato di 96-78 e ipoteca il girone G della FIBA World Cup.

BRASILE – SPAGNA 78-96 (22-21, 42-50, 59-64)

BRA: De Paula 5, Y.Santos 14, Meindl 7, Caboclo 15 (11 rimbalzi), Soares 9, Benite 6, Huertas 2, Felicio 8, G.Santos 7, Dias 5, Dos Anjos, Neto NE. CT: Conti

SPA: Nunez 13, Llull 4, Claver 7, J.Hernangomez 6, W.Hernangomez 14, Diaz 11, Garuba 8, Fernandez 8, Aldama 15, Abrines, Brizuela 6, Parra. CT: Scariolo

MVP Basketinside.com: Juan Nunez, autore di 13 punti, 7 rimbalzi e 5 assist con 21 di valutazione