#FIBAWC, 5° giornata: il recap della prima fascia

#FIBAWC, 5° giornata: il recap della prima fascia

Incredibile vittoria di Porto Rico che sarà quindi la prossima avversaria dell’Italia nel girone in cui saranno presenti pure Spagna e Serbia. Vittorie pure per Polonia, Nigeria ed Angola dopo un supplementare contro le Filippine.

di Marco Novello

Angola-Filippine 84-81 dts (21-20, 17-14, 18-12, 17-27, 11-8)

Match davvero equilibrato ed emozionante quello tra africani ed asiatici; per assegnare i due punti messi in palio da questa sfida non sono bastati i tempi regolamentari tanto che si è dovuti andare ai supplementari! Angola quasi sempre avanti fin dalle prime battute, ma filippini che vendono davvero cara la propria pelle rimanendo incollati ai propri avversari per tutta la durata della prima frazione chiusa con i “rossi” avanti sul 38-34. Ad inizio ripresa Morais & co. provano a dare una spallata significativa portandosi sul +10 (46-36), tuttavia i “Pinoy” non mollano la presa riportandosi a contatto sul -4 (63-59 a 5′ dalla fine) continuando così a cullare il sogno di una vittoria al mondiale che manca ormai da tanto tempo. Gli ultimi 5′ sono un susseguirsi di emozioni, Morais consegna agli angolani un possesso pieno di vantaggio a poco meno di un minuto dalla fine; ma Perez con una tripla frontale impatta a quota 73 col risultato che non si smuoverà più fino alla sirena finale. Nel supplementare gli asiatici tentano il tutto per tutto, ma alla fine a trionfare è l’Angola trascinata dal duo Morais-Moreira.

Angola: Domingos 5, Moreira 12, Goncalves 5, Cipriano n.e, Morais 11, Paulo 6, Antonio 3, Mingas n.e., Mbunga 0, Moore 12, Joaquim 20, Conceicao 10.

Filippine: Blatche 23, Dalistan 3, Ravena 6, Norwood 0, Bolick 10, Barroca 4, Fajardo 2, Pogoy 8, Perez 17, Rosario 0, Almazan 0, Aguilar 8.

Costa d’Avorio-Polonia 63-80 (24-20, 8-16, 17-19, 14-25)

In una partita che contava poco ai fini della classifica, la Polonia centra l’en plein di vittorie battendo pure gli “elefanti” africani. Sfida dai due volti con i polacchi che nei primi due quarti non riescono a far prevalere il proprio tasso tecnico ed Abouo a trascinare gli africani a suon di triple e canestri da due; mentre nella ripresa Kulig e Ponitka prendono per mano la nazionale dell’est Europa trascinandola ad una comoda vittoria. Ora i polacchi se la dovranno vedere con Argentina e Russia per strappare un clamoroso pass per un posto tra le migliori 8 al mondo!

Costa d’Avorio: Edi 1, Kone n.e., Diabate 9, Thompson 18, Abouo 23, Pamba 2, Zerbo 4, Fofana 2, Coulibaly n.e., Bamba 2, Adjehi 2, Sie n.e..

Polonia: Sokolowski 6, Cel 5, Slaughter 7, Ponitka 12, Waczynski 16, Gruszecki 0, Hrycaniuk 4, Koszarek 6, Kulig 14, Balcerowski 8, Olejniczak 2.

Corea del Sud-Nigeria 66-108 (15-17, 16-32, 19-30, 16-29)

Vittoria convincente della Nigeria, che non serve però a mitigare l’amarezza di una eliminazione per quella che a detta di tutti era la nazionale africana più forte sulla carta. La partita di per se non ha storia in quanto i nigeriani conducono le danze sin dalla palla a due; fa un passo indietro la Corea dopo la buona prestazione fornita contro la Russia due giorni fa. Ora per le due squadre sia aprono le porte al secondo turno per un posizionamento che andrà dal 17° fino al 32° posto.

Corea del Sud: Lee D. 6, Heo 2, Kim S. 2, Lee J. 9, Park 4, Jeong 6, Yang 3, Ra 18, Choi 0, Kang 2, Kim J. 2, Lee S. 12.

Nigeria: Iroegbu 6, Uzoh 10, Okoye 9, Diogu 16, Aminu 9, Udoh 4, Metu 15, Zanna 7, Okogie 6, Vincent 9, Nwora n.e., Eric 17.

Porto Rico-Tunisia 67-64 (19-18, 19-14, 14-23, 15-9)

Finale incredibile di partita, Porto Rico, come successo contro l’Iran, rimonta pure la Tunisia proprio negli ultimi secondi e strappa il pass per la seconda fase! La partita ci interessa da vicino in quanto oltre alla Spagna, nel secondo gironcino andremo ad affrontare i centroamericani che val la pena sottolinearlo, non muoiono davvero mai! Se nella prima partita l’eroe del match era stato Mojica, oggi a prendersi gli onori della cronaca è Browne che mette a segno la tripla della vittoria a poco meno di 5″ dalla fine. La partita di per sé è stata molto equilibrata con Porto Rico a prendere in mano le redini del match nel primo tempo, ma incalzato sempre dai tunisini che si mantenevano a debita distanza senza far fuggire i diretti avversari. La ripresa sembrava poter raccontare una partita diversa con i nord africani che, sospinti dal loro totem Mejri, ribaltavano il punteggio prendendosi la leadership proprio sul finire del quarto (52-55). Gli ultimi dieci minuti sono stati una vera e propria altalena di emozioni con i nord africani in controllo addirittura sul +8 e certi in quel momento di aver strappato il pass per il secondo turno; ma proprio quando meno te lo aspetti i portoricani ribaltano il match grazie alla loro difesa ed a un parziale di 8 a 0 che taglia le gambe alla squadra nord africana. Il prossimo girone dell’Italia, quello che assegnerà un posto tra le prime 8 al mondo sarà composto perciò da Spagna Serbia e per l’appunto Porto Rico

Porto Rico: Pineiro 8, Clemente 0, Collier 4, Browne 9, Diaz 7, Rodriguez 6, Clavell 7, Huertas 10, Balkman 14, Mojica 0, Brady n.e., Franklin 2

Tunisia: Hadidane 9, El Mabrouk 2, Mouhli n.e., Slimane n.e., Chennoufi 0, Ghyaza n.e., Knioua n.e., Mejri 14, Ben Romdhane 12, Abada 14, Roll 13, Abbassi n.e.

Foto credits: FIBA.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy