#FIBAWC, Finale 1° posto: la Spagna è Campione del Mondo! Argentina asfaltata da Gasol e compagni

#FIBAWC, Finale 1° posto: la Spagna è Campione del Mondo! Argentina asfaltata da Gasol e compagni

Finale a senso unico. Marc Gasol e Ricky Rubio sono i leader di una nazionale spagnola ai limiti della perfezione. Ennesimo capolavoro tattico di un maestoso Sergio Scariolo.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

É il giorno più atteso, il giorno della finalissima.

 

Quintetto Spagna: Rubio, Fernandez, J.Hernangomez, Oriola, Gasol.

Quintetto Argentina: Campazzo, Brussino, Garino, Delia, Scola.

 

Parte benissimo la Spagna, gestendo il gioco e giocando ai suoi ritmi. Molto coinvolto all’inizio Ricky Rubio, vero faro di questa nazionale. Il canestro e fallo di Juancho Hernangomez costringe l’Argentina al timeout, nel primo tentativo di allungo delle furie rosse sul +9 dopo 3 minuti. Argentina che sembra sentire la tensione della finalissima, dando l’impressione di giocare con il “freno a mano” tirato. Nel momento di massima difficoltà, il protagonista che non ti aspetti: Nicolas Brussino. Le 2 triple del giocatore del Zaragoza riaccendono gli argentini e in un amen si torna a -4, reagendo da grande squadra quale ha dimostrato di essere in questa competizione l’Argentina. La partita vive di scosse e una è generata da Pau Ribas. Il giocatore del Barcelona entra e risveglia la Spagna dal parziale subito di 11-0. I 5 punti in fila di Ribas restituiscono 8 punti di vantaggio ai ragazzi di Sergio Scariolo. Dopo 10 minuti è +9 per la Spagna. Impressionante la capacità di gestire la partita della Spagna, apparentemente mai in difficoltà e sempre con la soluzione migliore in campo. Fernandez da fuori e Willy Hernangomez in area segnano il massimo vantaggio a +17. Argentina mai in difficoltà come in questo momento in tutta la competizione, spalle al muro contro una Spagna perfetta sin qui. Ci prova Nicolas Laprovittola a suonare la sveglia, con 7 punti consecutivi per il neogiocatore del Real Madrid. Quando l’Argentina prova a riavvicinarsi, la Spagna spinge nuovamente sull’acceleratore. I rimbalzi offensivi in favore della Spagna sono un vero fattore. Marc Gasol è eccezionale al centro dell’attacco spagnolo, protagonista con alcuni assist geniali. All’intervallo è 43-31 in favore della Spagna, con un Luis Scola da 0 punti e su 0 su 3 dal campo.

La Spagna rientra in campo super concentrata, come se non ci fosse stato nemmeno un minuto di riposo. É il solito clinic difensivo e offensivo di un Marc Gasol strepitoso nonostante un bugiardo tabellino che recita solamente 5 punti. Il Pick and Roll Rubio-Gasol è una meraviglia a cui l’Argentina non sa trovare una soluzione. Sprofonda l’Argentina, in confusione contro una Spagna tatticamente, tecnicamente e fisicamente a dir poco perfetta. Gli argentini provano anche una difesa box and one, tentativo disperato di riportare in partita l’albiceleste. Tentativo che non aiuta l’Argentina, sotto di 19 punti a 10 minuti dal termine di questa finale Mondiale. Ultimi 10 minuti di una finale che sembra aspettare solamente la fine, una finale in pieno controllo da parte della Spagna. Primi minuti iniziali dell’ultimo quarto molto superficiali di Ricky Rubio e compagni, che buttano via un paio di palloni di troppo e costringono Scariolo a chiamare timeout per non abbassare il livello di concentrazione dei suoi ragazzi. L’Argentina non vuole perdere così nettamente e prova un ultimo disperato rientro, ma Sergio Llull e Ricky Rubio ricacciano indietro di 15 lunghezze gli argentini. Infinite le opzione offensive degli spagnoli, immensi nella gestione del controllo di gioco e nelle scelte offensive. Nel finale, tra numerosi falli e bonus spesi da entrambi le squadre, si chiude con la Spagna che tiene nelle proprie mani il suo destino.

Sergio Scariolo e la sua Spagna sono Campioni del Mondo!

 

ARGENTINA – SPAGNA 75-95  (14-23, 17-20, 16-23, 28-29)

 

MVP BasketInside: Marc Gasol

 

Argentina: Caffaro, Vildoza 2, Scola 8, Campazzo 11, Laprovittola 17, Brussino 8, Fjellerup, Delia 2, Deck 24, Redivo 3, Garino, Gallizzi.

Spagna: Colom, Fernandez 11, Ribas 5, Rubio 20, Claver 2, Gasol 14, W.Hernangomez 11, Oriola 6, Rabaseda, Llull 15, Beiran, J.Hernangomez 11.

 

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy