#FIBAWC, Gruppo D: è ancora super Italia! Asfaltata Angola

#FIBAWC, Gruppo D: è ancora super Italia! Asfaltata Angola

Nessun problema per gli azzurri in questa seconda partita del girone. Belinelli e compagni asfaltano l’Angola.

di Marco Morandi

Come da pronostico, nessun problema anche in questa seconda gara. L’Italia regola con facilità la pratica Angola ed è brava a non reagire al gioco “fisico” degli avversari. All’International Sports and Cultural Center di Foshan, gli Azzurri passano per 92-61 in una gara valida per la seconda giornata del Gruppo D. Miglior marcatore degli azzurri Marco Belinelli con 17 punti, doppia doppia da 11+11 per Jeff Brooks. Finale teso a 16″ dal termine, per una testata di Leonel Paulo ad Alessandro Gentile. Due antisportivi per entrambi i giocatori per il contatto iniziale e un secondo antisportivo con espulsione per l’angolano. Grazie a questo successo, l’Italia si qualifica con una giornata di anticipo per la seconda fase del torneo ma soprattutto ottiene la certezza di poter partecipare al torneo di qualificazione per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Gli Azzurri torneranno sul parquet mercoledì contro la Serbia, in palio il primato nel girone.

Primo periodo
La fisicità degli africani è dura da contenere, si parte con un 4-0 per loro frutto di penetrazioni e rimbalzi offensivi. Il primo vantaggio azzurro non tarda comunque ad arrivare, grazie a un tiro da fuori del Gallo dopo una sua schiacciata a difesa schierata. Anche il nostro primo allungo non ci mette troppo a prendere forma, con una tripla del Beli e tre contropiedi che valgono 6 punti. Un parziale di 8-0 ci porta dall’8-8 al 16-8, e ci mettiamo meno di 7 minuti per raggiungere la doppia cifra di vantaggio; l’attacco degli angolesi latita e il primo quarto si chiude sul 25-11 per i nostri.

Secondo periodo
Sacchetti si sgola nel dirigere l’attacco dei suoi dalla panca; in effetti il movimento di palla non ricorda quello di appena due giorni fa contro le Filippine, e quando proviamo a imitarlo, Brooks si aspetta un tiro e viene colto in infrazione di 3 secondi. Lo stesso Brooks lavora bene sia in attacco che in difesa: con una bomba, un paio di tap-in e altrettante intimidazioni sotto canestro ci si porta sul 36-15. Con l’ingresso di Tessitori e Abass il canestro si chiude, e anche se la comunicazione difensiva ne guadagna copiosamente, un mini parziale di 6-3 per gli angolani porta coach Sacchetti a chiamare time-out. La palla si muove meglio e andiamo negli spogliatoi su un confortevole 44-21, tra i cori del manipolo di tifosi nostrani.

Terzo periodo
Ora è Molin a dare indicazioni agli Azzurri sulle disposizioni difensive, per mantenere alta la concentrazione anche sul 52-26, mentre sul +31 per l’Italia è coach Voigt a rifugiarsi nel minuto di sospensione. Due dei momenti più entusiasmanti del quarto sono Morais che perde una scarpa e il fallo antisportivo di frustazione di Luca Vitali, sullo stesso numero 6 angolano. Sul 70-40 Sacchetti lancia un asciugamano su una brutta persa di Vitali, la concentrazione dei nostri scema e si arriva agli ultimi 10 minuti sul +28.

Quarto periodo
Coach sacchetti inizia l’ultimo quarto con cinque panchinari, per la prima volta in campo non c’è nessuno del quintetto base. Un tonante tap-in schiacciato di Brooks scuote la Foshan arena, e mentre Tessitori trova modo di sistemare la propria casella sul tabellino, il risultato della gara non è mai in discussione. A meno di 4 minuti dal termine, sempre sul +30, l’Italia sbaglia malamente due difese e butta la palla sul successivo contropiede, al che Sacchetti si alza e chiama immediatamente time-out per ripristinare la concentrazione; ma la testa dei nostri probabilmente è già alla sfida con la Serbia, la gara veleggia tranquilla fino al finale, se non fosse per uno screzio che manda Gentile e Paulo Lionel sotto alla doccia con 16 secondi da giocare.

MVP Basketinside: Brooks
Italia – Angola 92-61

Italia: Della Valle8, Belinelli 17, Gentile 8, Biligha 3, Vitali, Gallinari 7, Hackett 11, Filloy, Brooks 11, Tessitori 8, Abass 11, Datome 8.
Angola: Domingos 5, Moreira 15, Goncalves 3, Cipriano 4, Morais 10, Paulo 12, Antonio 4, Mingas 2, Mbunga, Moore, Joaquim 6, Conceicao.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy