#FIBAWC, Gruppo D: la Serbia è troppo per noi, siamo secondi nel girone

#FIBAWC, Gruppo D: la Serbia è troppo per noi, siamo secondi nel girone

Reggiamo per 30 minuti circa, poi non ne abbiamo più.

di Marco Morandi

I tifosi serbi sentono la gara, a 40 minuti dalla palla a due cominciano a riecheggiare nel palazzetto cori (in italiano, onore a loro) poco lusinghieri verso gli Azzurri. I nostri sostenitori sono in grave deficienza, nel numero e nei decibel.

Primo periodo

I primi 5 minuti sono in equilibrio, Bogdanovic che guida i suoi con un paio di triple subito a segno ma Hackett non è da meno e mette 5 punti a referto in un amen. Sul 10 pari Sacchetti abbassa il quintetto inserendo Brooks per Biligha, Djordjevic gli risponde mettendo dentro Jokic e Raduljica insieme; Bogdanovic resta la spina nel fianco della difesa italiana, ma Gallinari è molto aggressivo e costringe il suddetto Raduljica a uscire con 2 falli sulla schiena dopo meno di 1 minuto in campo.
La Serbia raggiunge il +7 a 1 minuto dal termine del quarto, e grazie al 6/6 di Gentile dalla lunetta si va al primo mini-intervallo sul 28-23 per gli slavi.

Secondo periodo

I nostri continuano a cambiare sistematicamente su ogni blocco avversario anche con Marjanovic in campo, ma la difesa resta molto aggressiva ed efficace.
La bomba di Gentile, su cui era finito lo stesso Marjanovic, fa rientrare i nostri a -2 sul 31-29 e convince Djordjevic a parlarci su e a rimettere Jokic; ne segue un parziale di 8-0 per la Serbia e stavolta è Sacchetti a fermare tutti e a rimettere Gallinari. Lui e datome sono commoventi nel tentativo di tenere Joker sotto canestro, ma sono le triple di Bogdanovic e Jovic a farci male. Se non fosse per un Belinelli infuocato da fuori, il tabellone a 3 minuti dall’intervallo reciterebbe ben altro, che non 46-38.
Il canestro dei nostri avversari si tappa per un paio di minuti in cui sbagliano l’impossibile da sotto, restiamo così sul -8 a metà gara (50-42).

Terzo periodo

Un paio di rimbalzi offensivi di Biligha regalano la bomba del Gallo e il nuovo -5 sul 55-50, , anche il palazzetto si sveglia e Gallinari concede il bis nell’azione successiva: -2. La Serbia pare accusare il colpo, ma i nostri raggiungono quota 5 falli in 5 minuti contro gli 0 degli avversari. Bogdanovic sistema la mira ai liberi dopo l’1/5 iniziale, le difese si fanno più spigolose e i pochi punti messi a referto da entrambe le parti arrivano a cronometro fermo e gli Azzurri tornano in doppia cifra di svantaggio sul 54-64.
Il ritmo viene interrotto dai continui fischi che mandano le due squadre ai liberi, i balcanici sono più precisi e l’Italia non riesce più a ritrovare una buona circolazione di palla; il floater di Gentile sulla sirena si spegne sul ferro e a 10 minuti dal termine il risultato è 70-57 per la Serbia.

Quarto periodo

È importante iniziare bene il periodo per restare a contatto, si va dal Gallo che prima subisce l’ennesimo fallo e mette i due liberi, poi la lascia al Beli per la tripla del nuovo -8. Ma i serbi non mollano e con due giochi da tre punti (tripla del solito Bogdanovic e tre liberi di Raduljica) ritornano in comodo vantaggio.
Sul 76-65 gli animi si fanno tesi tra Gallinari e Raduljica, e al nostro viene fischiato un antisportivo. Ne segue un parziale di 9-2 per i serbi che si chiude con una tonante schiacciata di Lucic in contropiede 1vs0: è il canestro del -18 Italia a 4 minuti e mezzo abbondanti dalla fine. Subiamo altri 5 punti prima che Belinelli arresti l’emorragia con un 1/2 ai liberi, ma ormai la vittoria è dei nostri avversari.
Hackett e Jokic ci mettono un po’ di pepe in un 1vs1 sotto le plance, che vale un salomonico viaggio in lunetta per entrambi.
Il -15 finale è la testimonianza della differenza tra le due squadre, la Serbia è ancora troppo per noi.

Italia – Serbia 77-92

MVP Basketinside: Bogdan Bogdanovic

Italia: Della Valle, Belinelli 15, Gentile 11, Biligha, Vitali, Gallinari 26, Hackett 13, Filloy NE, Brooks 2, Tessitori, Abass 5, Datome 5.

Serbia: Simonovic, Bogdanovic 31, Bjelica 5, Lucic 2, Raduljica 12, Bircevic, Jokic 15, Milutinov 4, Micic 6, Guduric, Jovic 11, Marjanovic 6.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy