EuroBasket Women 2021 Qualifiers – Italia vince una dura battaglia, ma le ceche salvano il primo posto

Azzurre sempre in vantaggio, toccano anche il +9 a pochi minuti dal termine, ma la Repubblica Ceca salva il primo posto nel girone. MVP Beatrice Attura, ma loro devono ringraziare una sontuosa Elhotova.

di Andrea Cignarale

Dopo l’ottima prova contro la Romania, le azzurre dell’Italbasket tornano in campo a Riga per un impegno ben più probante. Di fronte c’è la Repubblica Ceca e la possibilità di ribaltare il -10 dell’andata, prendendosi quindi il primo posto del girone.

 

REP. CECA: Elhotova, Stoupalova, Adamcova, Bertakova, Reisingerova

ITALIA: Carangelo, Pan, Zandalasini, Cinili, Bestagno

 

Doveva vincere l’Italia, e doveva farlo con undici punti di scarto: impresa riuscita a metà per le azzurre di coach Lardo che superano la Repubblica Ceca 69-63, ma devono momentaneamente accontentarsi del secondo posto nel Girone D, alle spalle proprio delle ceche. Vittoria comunque importante per l’Italia che entra di diritto tra le migliori cinque seconde della fase a gironi e che ora dovrà giocarsi le chance di qualificazione agli Europei vincendo le ultime due sfide contro Danimarca e Romania. Il match contro la Repubblica Ceca era sicuramente temibile per il team italiano, visto l’alto tasso tecnico della nazionale allenata da Stefan Svitek, ma le azzurre giocano comunque a viso aperto e cercano di arginare la maggiore prestanza fisica delle avversarie. Solo la tripla finale di Brezinova a trentasei secondi dalla sirena scombina i sogni di una clamorosa rimonta.

Già nel primo quarto è eloquente la grande attenzione rivolta dalla Repubblica Ceca a Cecilia Zandalasini, spesso soffocata in manovra e costretta a diversi errori. Le ceche fuggono via, trascinate da un Elhotova immarcabile e le triple di Carangelo e Attura sono manna del cielo per l’Italia che chiude i primi dieci minuti sotto 19-16. Dopo la pausa, le azzurre provano a fare la voce grossa con una scatenata Attura e con i cinque punti consecutivi di Penna, ma la solita Elhotova tiene a galla la Repubblica Ceca, sfruttando anche alcune indecisioni difensive delle italiane.

Al rientro dal riposo lungo sul parziale di 35-32, le azzurre tentano l’allungo e trovano in Zandalasini un punto fermo su cui costruire azioni pericolose: la giocatrice del Fenerbahce mette a canestro dieci punti in rapida successione, per quanto la Repubblica Ceca resti comunque in scia grazie alla solita Elhotova (chiuderà la sua partita a 25 punti totali), chiudendo sotto 47-50. Ultimi dieci minuti di grande cuore per l’Italia che si affida ancora alle giocate di Attura per tentare la scalata al +11, utile per il primato del girone. Le azzurre vanno a bersaglio fino al +9 di vantaggio a 1’14’’ dalla sirena, grazie alla tripla insperata di Carangelo e al canestro di Cinili. Poi la tripla di Brezinova, fino a quel momento autrice di un eloquente 0/5, salva le ceche che perdono, ma restano al comando del girone D. Italia comunque promossa: il nuovo corso parte con due successi convincenti.

Repubblica Ceca – Italia 63-69 (19-16, 32-35, 47-50)

CZE: Elhotova 25, Stoupalova 4, Adamcova, Bartakova 5, Reisingerova 12, Matuskova 7, Brezinova 10 (11 rimbalzi), Krejzova, Mircova, Holubova NE, Berankova NE, Zaplatova NE. All: Stefan Svitek

ITA: Carangelo 11, Pan 6, Zandalasini 12, Cinili 6, Bestagno 5, Romeo, Attura 20, Crippa, Penna 5, Andre 4, Madera NE, Spreafico NE. All: Lino Lardo

 

di Andrea Cignarale

Elhotova irreale || FIBA.com
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy