Eurolega 34ª giornata: Barcellona vittoria e 2°posto, l’Efes batte il Monaco per la gloria, il Partizan supera il Panathinaikos nel finale e arriva sesto

0

La regular season di Eurolega si chiude emettendo gli ultimi verdetti in attesa della partenza dei playoff. Il Barcellona supera il Valencia nel derby spagnolo della Buesa Arena e scavalca il Real Madrid al 2°posto. Un Efes “arrabbiato” supera in casa il Monaco ormai certo della sua 4a posizione, mentre il Partizan soffre tantissimo e solo nei secondi finali batte il Panathinaikos regalandosi il 6°posto.

Anadolu Efes Istanbul-As Monaco 87-72 (23-16, 18-23, 19-15, 27-18)
L’Efes si congeda dall’Eurolega con una bella vittoria interna a spese di un Monaco in formato standby con il 4°posto in tasca e in attesa dei playoff contro il Maccabi. Gara decisa da un marcato allungo dei turchi di Ataman nell’ultimo quarto quando il Monaco, fino a quel momento lucido e presente nonostante sia stato chiamato sempre a inseguire, ha lasciato ai padroni di casa prendere la scena. Parziale di 27-18 negli ultimi 10′, di 19-11 nei 5′ finali, per l’Efes che ha avuto 21 punti e 12 rimbalzi di Tibor Pleiss, 12 per Micic e 11 Zizic. Tra i francesi 16 per Makoundou, 14 di Strazel.

Barcellona-Valencia 85-71 (24-21, 27-25, 27-15, 13-10)
Il Barcellona sul filo di lana supera il Real Madrid e si assesta sulla seconda poltrona nel ranking playoff andando ad accoppiarsi con il Fenerbahce nel primo turno. Alla Buesa Arena i blaugrana vincono il derby spagnolo contro il Valencia, un avversario libero dalle pressioni del risultato essendo fuori da ogni gioco da tempo. Gara in mano del Barcellona che però non riesce mai a dare la scossa necessaria per chiudere i discorsi. Divario minimo al 10′ (24-21) così come a metà partita (51-46). Nella ripresa c’è il lieve allungo catalano con il 72-61 del 30′. Nell’ultimo quarto il Barca mette le mani con determinazione sulla partita con Mirotic e Laprovittola che firmano i canestri del definito strappo. 81-68 a -2′ dalla fine che è il preludio all’85-71 finale. Per il Barcellona 18 punti di Mirotic, 15 di Abrines nella sua 500a partita in maglia blaugrana e 13 di Vesely. Nel Valencia che chiude la sua Eurolega, 14 punti di Harper.

Partizan-Panathinaikos 83-81 (18-26, 21-19,19-21, 23.15)
Una tripla di Nunnally a 32″ dalla fine manda in orbita il Partizan che risolve solo nel finale il rompicapo postogli dal Panathinaikos e si colloca al sesto posto nella griglia dei playoff andando a pescare l’affascinante accoppiamento con il Real Madrid. Gli ateniesi, spinti soltanto dalla voglia di chiudere bene la loro grigia stagione europea, partono molto bene e sono avanti 18-26 al 10′. Il Partizan fa fatica a prendere la partita in mano. All’intervallo i serbi inseguono 39-45 e devono rincorrere anche nel terzo quarto terminato sul 58-66 per gli ospiti. Negli ultimi 10′ il Partizan trova il guizzo giusto. Parziale di 25-15 e partita ribaltata con la tripla di Nunnally a spostare il vantaggio in maniera definitiva dalla parte della squadra di Obradovic. Nel Partizan, 18 punti di Exum, 17 di Punter, 14 per Avramovic. Tra i greci il migliore è Bacon con 19 punti.