Italbasket, continua la preparazione. Sacchetti: “Ragazzi sereni e concentrati. Girone senza pronostico”

0
Meo Sacchetti

L’attesa è interminabile, anche se dopo 17 anni, aspettare ancora quattro giorni sembra tutt’altro
che impossibile. E invece al Villaggio gli Azzurri fremono. Sarà per l’onda dell’impresa di
Belgrado, che ancora non è sopita; sarà perché dopo la vittoria sulla Serbia i ragazzi di coach
Sacchetti sentono di avere ancora energie da spendere per far capire al mondo che la
qualificazione è stata tutto tranne che casuale.
Allineamento di pianeti? No. Molto più semplicemente una squadra che ha consapevolezza dei
propri mezzi e la possibilità di esprimerli con serenità. Un gruppo di atleti giunti al Preolimpico
dopo stagioni più che convincenti con i rispettivi club.
Uno di questi è senza dubbio Simone Fontecchio, che prima di passare al Baskonia, qualche
giorno fa, ha trascorso una stagione all’Alba Berlino: “Sarà molto stimolante e divertente – ha
detto – giocare contro i tedeschi. In special modo contro i miei tre ex compagni di squadra
Maodo Lo, Niels Giffey e Johannes Thiemann. Con loro siamo molto legati dopo un’annata
davvero speciale con l’Alba. Ho fatto quattro chiacchiere con loro qui al Villaggio anche perché la
palazzina tedesca è proprio di fronte alla nostra. A proposito di questo posto
fantastico…abbiamo trascorso i primi due giorni a guardarci intorno per capire dove fossimo
finiti. Una sensazione straordinaria stare in mezzo ad una marea di sportivi di tutti i Paesi e di
tutte le discipline. Ora però dobbiamo concentrarci e riprendere il nostro cammino perché
vogliamo essere competitivi fin da subito. Siamo alle Olimpiadi e non vogliamo perdere nessuna
occasione”.
Soddisfatto della preparazione il CT Meo Sacchetti: “Ormai ci siamo quasi. Stiamo facendo il
possibile per arrivare pronti all’appuntamento. In questo torneo ogni gara fa la differenza e
partire col piede giusto può rivelarsi già decisivo. Vedo i ragazzi molto sereni e allo stesso tempo
concentrati. Questo clima ci aiuta e soprattutto ci motiva. Tutti gli atleti al Villaggio sognano una
Medaglia e tutti lavorano sodo per ottenerla. Non potrebbe esserci clima migliore per preparare i
nostri impegni. Il nostro girone è durissimo: non ci sono squadre deboli e questo rende i
pronostici imprevedibili. Siamo certi di poter dire la nostra in ognuna delle tre sfide”.
Tutte le partite della Nazionale maschile saranno in diretta su Rai Due (durante il live potranno
esserci flash da altri campi gara in caso di possibili medaglie Azzurre) e su discovery+ e
Eurosport Player.

Tutte le gare della Nazionale femminile 3×3 saranno in diretta su discovery+ e Eurosport Player.

Su Rai Due, le gare saranno inserite all’interno del flusso olimpico della testata.

Nazionale Maschile

0 Marco Spissu (1995, 184, P)

1 Niccolò Mannion (2001, 188, P/G)

7 Stefano Tonut (1993, 194, G)

8 Danilo Gallinari (1988, 208, A)

9 Nicolò Melli (1991, 206, A)

13 Simone Fontecchio (1995, 203, A)

16 Amedeo Tessitori (1994, 208, C)

17 Giampaolo Ricci (1991, 202, A)

24 Riccardo Moraschini (1991, 194, G)

31 Michele Vitali (1991, 196, G)

33 Achille Polonara (1991, 205, A)

54 Alessandro Pajola (1999, 194, P)

Torneo di basket maschile (Saitama Super Arena)
Domenica 25 luglio
Germania-Italia (6.40 italiane, 13.40 locali)
Australia-Nigeria (10.20 italiane, 17.20 locali)
Mercoledì 28 luglio
Nigeria-Germania (03.00 italiane, 10.00 locali)
Italia-Australia (10.20 italiane, 17.20 locali)
Sabato 31 luglio
Italia-Nigeria (06.40 italiane, 13.40 locali)
Australia-Germania (10.20 italiane, 17.20 locali)
Martedì 3 agosto
Quarti di finale
Giovedì 5 agosto
Semifinali
Sabato 7 agosto
Finali

Gli altri gruppi
Gruppo A
Iran, Francia, USA, Repubblica Ceca
Gruppo C
Argentina, Giappone, Spagna, Slovenia
La formula
Il torneo Olimpico si disputa dal 25 luglio al 7 agosto. Le 12 squadre qualificate sono divise in tre
gironi da quattro formazioni ciascuno. Accedono ai quarti di finale le prime due classificate di ogni
girone e le due migliori terze. Per determinare gli accoppiamenti dei quarti di finale verrà effettuato
un sorteggio: le tre squadre vincitrici dei tre gironi e la migliore seconda saranno inserite nella
prima urna mentre le rimanenti due squadre seconde classificate e le due migliori terze saranno
inserite nella seconda urna. Le squadre nello stesso girone della prima fase non potranno essere
sorteggiate l’una contro l’altra.
Ufficio Stampa FIP