Nazionale, intervista a coach Lardo: “Una squadra che sembra giocare insieme da una vita”

Le parole di coach Lardo.

di La Redazione

La Nazionale ha conquistato il pass per Eurobasket Women 2021 che si giocherà dal 17 al 27 giugno in Spagna e Francia, qualificandosi come migliore seconda.

Un ottimo risultato che ha regalato gioia ed emozioni a tutti i tifosi italiani, che a giugno vedranno le proprie beniamine impegnate nella massima competizione europea per nazionali. In questo successo ha sicuramente un ruolo fondamentale il coach delle Azzurre Lino Lardo, che ha creato fin da subito un grande spirito di squadra, caratterizzato da abnegazione e fiducia, che abbiamo ammirato sul parquet della bolla di Istanbul.

Il percorso di avvicinamento alle ultime due decisive sfide per la qualificazione a Eurobasket 2021 è stato fondamentale…
“Come per l’altra bolla e le altre due partite di qualificazione abbiamo avuto poco tempo per preparare queste partite, però le ragazze dal punto di vista mentale sono arrivate molto pronte e molto motivate, sapevamo quanto era alta la posta in palio. Le ragazze conoscevano benissimo l’importanza di questi due appuntamenti e si sono fatte trovare veramente pronte dal punto di vista fisico. Rispetto alla bolla di novembre abbiamo dovuto centellinare le energie perché chiaramente ci sono più mesi di lavoro alle spalle, soprattutto chi ha giocato anche le coppe e arrivava da impegni importanti, perciò anche da questo punto di vista nessuna si è tirata indietro e credo che l’approccio sia stato quello giusto. La disponibilità di tutte le ragazze ha fatto la differenza.”

La nostra Nazionale è una squadra con la propria identità, un gruppo unito e consapevole dei propri mezzi…
“Noi abbiamo la consapevolezza di essere una squadra in crescita e che sta cercando di portare avanti una propria identità. Non ci precludiamo niente anche se sappiamo benissimo che le favorite per la vittoria finale sono altre nazioni, ma noi abbiamo molti margini di crescita. Stiamo portando avanti un percorso tecnico legato sicuramente all’aggressività difensiva e al gioco di squadra in attacco. Siamo ottimisti perché questa squadra è formata da ragazze di qualità e tutte sono molto motivate a migliorarsi. Il valore aggiunto di questa di questa squadra è proprio un gruppo di ragazze che sembrano giocare insieme da una vita, anche quelle che sono arrivate da poco. Questo è importante e ci fa ben sperare in ottica Eurobasket.”

Uno dei gesti più belli di queste qualificazioni è stato l’applauso del coach e delle Azzurre allo staff dopo la conquista di Eurobasket 2021…
“Per me il gruppo di lavoro è fondamentale, l’ho sempre detto nelle squadre di club in cui ho lavorato e lo stesso vale a maggior ragione qui in Nazionale. La palla dentro al canestro la spingiamo tutti e ognuno col proprio ruolo, perciò ci tenevo particolarmente a ringraziare lo staff. È stato un gesto spontaneo nel momento in cui le ragazze stavano festeggiando, mi sembrava doveroso perché abbiamo un grandissimo staff da tutti i punti di vista: organizzativo, medico e chiaramente i miei più stretti collaboratori Lucchesi, Romano e Panichi, sempre disponibili e professionalmente al top. La cosa bella è proprio dal punto di vista umano, un gruppo veramente unito in cui tutti lavorano al massimo nel proprio ruolo e c’è un feeling e una sensibilità nei rapporti umani difficile da trovare in altri gruppi di lavoro. Per tutti questi motivi è stato bello che tutte le ragazze abbiano riconosciuto insieme a me quanto è stato e quanto sarà importante anche il loro lavoro. Un gesto che testimonia la coesione del gruppo inteso a 360 gradi e che sicuramente saprà fare molto bene.”

Un Campionato di Serie A1 con delle certezze e che forgia anche nuovi talenti…
“Un bel campionato con Venezia e Schio favorite d’obbligo, ma con Ragusa e Bologna che incalzano dietro senza perdere troppi colpi, oltre al Geas che sta giocando una bella pallacanestro. Anche nelle altre squadre vedo comunque una crescita di molte giocatrici. Non so se nel proseguo della stagione ci saranno sorprese, ma sicuramente la competitività è molto importante per il nostro movimento, sia per far crescere le ragazze che sono attualmente in Nazionale e le molte giovani che stanno diventando protagoniste in questo campionato e che potranno essere utili per la Nazionale.”

Area Comunicazione LBF

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy