Torneo di Manheim. L’Italia batte di un punto l’Egitto ed è seconda nel girone

0

L’Italia U18 chiude il girone di qualificazione del Torneo “Albert Schweitzer” di Manheim battendo l’Egitto e si regala la 2a posizione in vista della fase a eliminazione diretta. Sarà dunque semifinale per gli Azzurri di Marco Sodini che cercheranno il non facile compito di arrivare fino in fondo alla competizione affrontando l’Australia, 1a nel Girone A.

Contro l’Egitto non è stata certo una passeggiata con la vittoria arrivata a 1″ dalla fine grazie a un tiro libero di Pietro Iannuzzi che ha fissato il 72-71 finale. Partita equilibrata con gli africani protagonisti di una buona gara e capaci a lunghi tratti di essere in vantaggio. Primo quarto in totale equilibrio (18-18) e seconda frazione con l’Egitto bravo a sfruttare il momento negativo dell’Italia dal punto di vista offensivo. Gli egiziani si portano sul 24-34 dopo 5′ e conducono 34-40 all’intervallo. Nel terzo quarto l’Italia trova la reazione trascinata da Stefano Saccoccia che segna 10 dei suoi 23 punti totali. La spinta del regista pontino della Gevi Napoli porta l’Italia avanti a -4′ dall’ultima pausa (54-51) ma l’Egitto non molla e la fine del terzo periodo arriva con gli Azzurri in vantaggio con il minimo scarto (56-55).
Gli africani spingono anche a inizio dell’ultima frazione e sono sopra 62-66 a -4′ dalla fine. Assui segna dalla lunetta e subito dopo il canestro della nuova parità (66-66) a -2’39” con time out di coach Elgarhi. L’Egitto avrebbe l’opportunità di prendersi di nuovo il vantaggio ma sbaglia ben quattro chanches nate dalla stessa azione, è quindi Iannuzzi che penetra fino al ferro per il 68-66 in favore degli Azzurri. A -1’29” ancora tutti in parità e allora ci pensa Elisee Assui a rompere l’equilibrio del 71-68 a -1’05” dalla conclusione. L’Egitto fallisce la bomba del nuovo pari così come Assui il match point. A -7″ dalla fine Ahmet Abouelela viene mandato in lunetta per tre tiri liberi nati da un fallo subito sul tiro da oltre l’arco. 3/3 del numero 7 e squadre ancora a braccetto per l’ennesima volta. Il time out di Sodini disegna l’ultimo assalto azzurro. Palla in punta a Iannuzzi, il giocatore della Reyer Venezia ingrana la marcia giusta e punta fino al ferro venendo fermato fallosamente. A -1″ dalla fine l’Italia ha la ghiotta occasione di chiudere i conti. Il torinese segna il primo e poi sbaglia appositamente il secondo facendo quindi trascorrere l’unico secondo rimasto di una bella e intensa partita.

Saccoccia è il migliore degli Azzurri con 21 punti (7/10 da due e 2/3 da tre), 14 di Iannuzzi, 13 di Assui in un’Italia che non ha potuto disporre di Samuele Miccoli (infortunatosi a inizio del match di ieri contro la Grecia) e Maikol Perez in panchina a onor di firma.

Domani ore 17.45 semifinale contro l’Australia.