FIBA PreOlimpico Day 3: sarà Italia-Rep.Dominicana. Hezonja salva la Croazia. Ok Slovenia, Lituania e Germania

0

Terminano i gironi del PreOlimpico senza grosse sorprese. L’Italia rimonta Porto Rico e affronterà in semifinale la Repubblica Dominicana. A Spalato la Croazia se la vedrà contro la Germania di Voigtmann in un match interessantissimo, mentre il Messico affronterà il Brasile. A Kaunas una paurosa Slovenia continua la sua marcia e attende il Venezuela, con la Lituania che davanti ai propri tifosi sfiderà la Polonia in un derby baltico.

Torneo di Belgrado

Prima e unica gara in programma nel girone B di Belgrado, con l’Italia che riesce a superare Porto Rico dopo una gara difficile e che ha visto gli azzurri anche sotto di 17 nel secondo quarto. Mannion e Polonara su tutti lanciano la rimonta degli azzurri, nonostante un sontuoso Browne per i centroamericani (16 punti, 16 assist e 5 rimbalzi) e Gian Clavell in versione cecchino con 24 punti a referto. Negli azzurri, come detto, la doppia doppia di Polonara (21 punti e 11 rimbalzi) e i 21 punti di Mannion e Fontecchio hanno regalato un debutto sofferto ma felice a Meo Sacchetti. Alla Nikolic Hall di Belgrado il match si chiude 90-83 in favore dell’Italia. Se Porto Rico sfiderà i padroni di casa guidati da Teodosic, gli uomini di Sacchetti se la vedranno con la Repubblica Dominicana, che con un gran secondo tempo ha la meglio delle Filippine che accarezzano il sogno fino all’intervallo. Migliori realizzatori Liz (23 punti) e Solano (21).

Girone A

Repubblica Dominicana – Filippine 67-94 (22-23; 41-39; 51-65)

Classifica: Serbia 4, Rep. Dominicana 3, Filippine 2

Girone B

Italia 90 – 83 Porto Rico (18-24; 37-44; 64-58)

Classifica: Italia 2, Porto Rico 1

Torneo di Kaunas

In Lituania è la Slovenia di Luka Doncic a prendersi la scena con la seconda vittoria in altrettante gare e il muro dei 100 punti sfondato senza difficoltà anche contro la Polonia. Gli sloveni chiudono la pratica primo posto nel girone imponendosi 112-77 in un match dominato e che già nel secondo quarto non era più in discussione. Nelle semifinali i ‘dragoni’ se la vedranno con il Venezuela. Prestazione super per il talento dei Mavs che realizza 18 punti, 10 assist e 6 rimbalzi in poco più di 21 minuti di gioco a cui si sommano i 17 di Prepelic e i 16 di Hrovat. Nonostante la debacle, anche la selezione polacca avanza alle semifinali con l’Angola già eliminata. Ponitka e compagni se la vedranno con la Lituania padrona di casa, la quale fa fuori la Corea del Sud vincendo agevolmente per 57-96 (9-27 il parziale del terzo quarto). Coach Maskoliunas ha potuto, ovviamente, ruotare molto i suoi uomini: spiccano le prove di Valanciunas (doppia doppia da 15 punti e 13 rimbalzi) e Jokubaitis (13 punti e 5 assist). Inutili, per gli asiatici, i 26 del naturalizzato Guna Ra.

Girone A

Corea del Sud – Lituania 57-96 (16-28; 34-49; 43-76)

Classifica: Lituania 4, Venezuela 3, Corea del Sud 2

Girone B

Slovenia 112 – 77 Polonia (29-26; 63-46; 83-60)

Classifica: Slovenia 4, Polonia 3, Angola 2

Credit: fiba.basketball

Torneo di Spalato

Gara tesissima alla Spaladium Arena dove la Germania vince al fotofinish 69-67 contro la Russia e conquista il primo posto nel girone, costringendo i russi a salutare anzitempo il torneo preolimpico. Match tirato sin dall’inizio con la squadra di Bazarevich che chiude in vantaggio tre quarti e si fa beffare solo nel finale dai tedeschi che si affidano molto a Voigtmann e Wagner, mentre non bastano i 17 punti realizzati da Vorontsevich per evitare l’eliminazione della Russia. Si salva, ad un passo dal baratro, la Croazia padrona di casa che controlla i primi due quarti (42-28 all’intervallo), ma si blocca clamorosamente contro una Tunisia che assapora il colpaccio grazie ad El Mabrouk e Mejri (13 punti a testa). Decisivo, nel finale, Marcinkovic con una tripla ed un rimbalzo offensivo dopo l’errore in lunetta di Bogdanovic. Top scorer ‘Super’ Mario Hezonja con 27 punti, ma servirà tutt’altro sabato in semifinale contro la Germania. Il Messico, invece, se la vedrà con un Brasile fin qui molto convincente.

Girone A

Russia 67 – 69 Germania (17-15; 35-32; 53-50)

Classifica: Germania 4, Messico 3, Russia 2

Girone B

Croazia – Tunisia 75-70 (20-11; 42-28; 56-57)

Classifica: Brasile 4, Croazia 3, Tunisia 2

Torneo di Victoria (Canada)

Si chiude anche la fase a gironi in Canada e nel girone A è la Grecia a passare da seconda e volare in semifinale dopo aver battuto 105-80 la Cina. Gli ellenici riscattano subito la sconfitta contro i padroni di casa ritrovandosi già sul +20 a metà gara con una ottima prestazione da 21 punti di Larentzakis, mentre ai cinesi non basta la doppia doppia di Qi Zhou, centro di 212 cm del Xinjiang Flying Tigers. Nell’ultima gara del girone B, invece, la Repubblica Ceca strappa il passaggio del turno sull’Uruguay sulla linea del traguardo, con il finale 80-79. La nazionale ceca tra il secondo e il terzo quarto era riuscita ad allungare portandosi anche sul +6. Nell’ultimo periodo blackout per Satoransky e compagni che subiscono la rimonta fino al -1 degli uruguaiani con Granger che a cinque secondi dalla fine ha tra le mani la tripla, poi sbagliata, del clamoroso sorpasso.

Girone A

Grecia 105 – 80 Cina (28-14; 52-32; 76-59)

Classifica: Canada 4, Grecia 3, Cina 2

Girone B

Repubblica Ceca 80 – 79 Uruguay (19-20; 45-37; 67-57)

Classifica: Turchia 4, R. Ceca 3, Uruguay 2