FIBA PreOlimpico – Il punto sul torneo di Victoria

0
grecia-canada
Credit: fiba.basketball

Si è chiusa la fase a gironi del PreOlimpico anche a Victoria, in Canada, dove tra i protagonisti c’è sicuramente la nazionale di casa che, insieme alla Grecia, ha staccato il pass per le semifinali. Bene anche la Turchia e la Repubblica Ceca, mentre finisce l’avventura di Cina e Uruguay.

Girone A

Le aspettative per vedere il Canada erano abbastanza alte e i ragazzi di Nick Nurse si sono fatti trovare pronti battendo la Grecia e poi imponendosi con 30 punti di scarto sulla Cina. La nazionale nordamericana è la squadra da battere a Victoria e lo ha ampiamente dimostrato con Wiggins e Barrett che hanno messo tanti minuti nelle gambe, entrambi oltre i 28 minuti di media, con 21.5 punti per il giocatore di Golden State e 19 per il tiratore dei Knicks. La squadra è forte, imbottita di NBA e ha alla guida un allenatore che in terra canadese ha portato il primo anello nella storia dei Raptors. Alle spalle dei nordamericani arriva una Grecia che ha ben figurato nel match perso contro Wiggins e compagni e che ha poi legittimato il secondo posto con un’ottima vittoria ai danni della Cina. Bene Mitoglu, molto presente in entrambi i lati del campo, è Calathes il giocatore chiamato a gestire la cabina di regia, con 9.5 punti e 8.5 assist di media. La Cina è poco competitiva e lascia alla competizione solo le ottime prestazioni di Mingxuan Hu, la guardia che gioca in patria (Guangdong Dongguan Bank) e che chiude il suo PreOlimpico con 20 punti di media in oltre 28 minuti giocati.

Risultati

Grecia 91 – 97 Canada (23-19, 50-46, 71-74)

Canada 109 – 79 Cina (27-19; 59-46; 79-65)

Grecia 105 – 80 Cina (28-14; 52-32; 76-59)

Classifica

Canada 4

Grecia 3

Cina 2

Credit: fiba.basketball

Girone B

E’ la Turchia la compagine più accreditata per mettere in difficoltà il Canada. La squadra guidata da coach Ene non ha brillato nel match contro l’Uruguay, subendo un tentativo di rimonta nel terzo quarto, ma ha comunque conquistato il match grazie alla qualità di Cedi Osman e si è poi ripetuta, stavolta convincendo, nella gara vinta contro la Repubblica Ceca. Una fase a gironi che è stata poco più di una formalità, dunque, per una nazionale che ha comunque un difficile confronto contro la Grecia in semifinale. Quattro giocatori in doppia cifra di media con Osman decisamente uomo in più (19 punti in 30 minuti di media) di una squadra con tante frecce al proprio arco sia tra gli esterni, con Korkmaz e Mahmutoglu, sia tra i lunghi, con Ilyasova e Sengun che hanno ben figurato. I turchi, come detto, erano i favoriti di un gruppo che comprendeva anche Repubblica Ceca e Uruguay. I cechi sono di certo una nazionale superiore anche se nel confronto diretto, la nazionale sudamericana ha provato a rimontare nell’ultimo quarto e ha messo paura a Satoransky e compagni, perdendo solo di una lunghezza. Tanti limiti per la Repubblica Ceca in vista di un proibitivo confronto con il Canada in semifinale, anche viste le due partite della fase a gironi in cui coach Ginzburg non ha fatto quasi mai a meno di Satoransky e ha trovato nel veterano Jakub Sirina un grande supporto in fase realizzativa (17 punti di media con il 50% dal campo).

Risultati

Uruguay 86 – 95 Turchia (22-27, 37-43, 63-61)

Turchia 87 – 70 Repubblica Ceca (17-14; 45-38; 63-54)

Repubblica Ceca 80 – 79 Uruguay (19-20; 45-37; 67-57)

Classifica

Turchia 4

Repubblica Ceca 3

Uruguay 2

Semifinali

Gara 1: Canada – Repubblica Ceca (3 Luglio 2021 – Ore 22.05)

Gara 2: Turchia – Grecia (4 Luglio 2021 – Ore 01.35)

Finale

Vincente Gara 1 – Vincente Gara 2 (5 Luglio 2021 – Ore 01.30)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here