Olimpiadi Tokyo 2020 – Non basta un commovente Ricky Rubio per la Spagna, Kevin Durant trascina Team USA in semifinale

0
Tokyo 2020 Usa Durant
FIBA Olympics

Sfida stellare quella tra la Spagna di Rubio e gli USA di Durant in questi quarti di finale delle Olimpiadi di Tokyo 2020. Ultimo ballo per una generazione d’oro come quella spagnola o clamorosa debacle di un team USA che non ha incantato sin qui? Il campo ci dimostrerà chi staccherà il pass per le semifinali.

QUINTETTO SPAGNA: Rubio, Fernandez, Abalde, Claver, M.Gasol

QUINTETTO USA: Holiday, Lillard, Booker, Durant, Adebayo.

Team USA inizia bene, attaccando in modo fluido e trovando molti tiri aperti dalla distanza. Kevin Durant fa capire che i tempi di giocare sono finiti e fa sul serio, segnando 7 punti in un amen. Ma KD e USA non hanno fatto i conti con un Ricky Rubio in missione. Il catalano sente tantissimo la partita e mette un’intensità mostruosa in campo, intensità che mette in difficoltà gli americani. 13 punti, grandi canestri e tantissima responsabilità per un Ricky Rubio versione MVP qui a Tokyo 2020. La Spagna ricuce subito lo svantaggio e con Sergio Llull nel finale mette il muso avanti. Dopo 10 minuti, è +2 Spagna.

La Spagna continua a difendere molto bene, aiutata anche da un Team USA che spesso si accontenta del tiro da fuori. Impatto strepitoso dalla panchina di Sergio Rodriguez e Willy Hernangomez. Il playmaker dell’Olimpia Milano non fa rimpiangere Ricky Rubio, segna e mette in ritmo i compagni con scelte molto intelligenti in attacco, mentre il big man dei New Orleans Pelicans è un vero fattore in area. Difesa, rimbalzi e stoppate per Hernangomez per il primo tentativo di fuga spagnolo sul +11. USA soffre l’intensità messa in campo dagli uomini di Sergio Scariolo e si affida a Kevin Durant. Affidarsi alla stella dei Nets non è mai una brutta idea. Durant si accende nel finale di quarto ed in un amen è 43 pari. We have a game.

L’apertura di terzo quarto ha lo stesso protagonista del finale del precedente, ovvero Kevin Durant. KD si mette al lavoro e quando si accende è semplicemente uno dei migliori al mondo in questo sport. USA prova a scappare sfruttando una Spagna in netta difficoltà, dove stanno mancando i veterani (i due Gasol e Rudy Fernandez su tutti). USA bombarda con Kevin Durant, difende alla grande e oltrepassa la doppia cifra di vantaggio. Quasi tutti sarebbero spalle al muro, ma c’è un Ricky Rubio che non ha nessuna intenzione di mollare. Il neo playmaker dei Cavs ritocca il record in carriera con la nazionale spagnola, toccando quota 27 punti con 10 minuti da giocare e soprattutto per il preziosissimo -6 Spagna. Gli uomini di Sergio Scariolo non hanno nessuna intenzione di mollare.

Se KD riposa in apertura di quarto, ci pensa Damian Lillard a ripiazzare la nuova accelerazione di USA Basketball che in un amen ritrova la doppia cifra di vantaggio. Sergio Rodriguez e Willy Hernangomez provano a reggere l’urto, ma si fa durissima ora per gli uomini di Sergio Scariolo. Molto bene anche Jayson Tatum nell’ultimo quarto, al servizio della squadra con giocate sempre utili. Ricky Rubio è commovente, ma la Spagna non riesce più a ricucire lo svantaggio. Solo applausi per una Spagna che ha dimostrato di essere una Squadra con la S maiuscola e di meritare il riconoscimento di una generazione unica ed eccezionale. Team USA si è messa a fare sul serio e se gioca così, è durissima per tutti.

Stati Uniti ora che aspettano in semifinale la vincente di Argentina-Australia.

SPAGNA – USA 81-95 (21-19, 22-24, 20-26, 18-26)

SPAGNA: Abalde, Abrines, Claver 8, Fernandez, Garuba 3, P.Gasol, M.Gasol, Hernangomez 10, Llull 6, Lopez-Arostegui, S.Rodriguez 16, Rubio 38. All: S. Scariolo.

USA: Adebayo 5, Booker 9, Durant 29, Grant, Green 4, Holiday 12, Johnson, Lavine 10, Lillard 11, McGee, Middleton 2, Tatum 13. All: G.Popovich.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here