Preolimpico: clamoroso Angola, battuta la Macedonia. Ok il Venezuela

0

Arrivano le prime sorprese nel giorno numero uno del preolimpico di Caracas, in Venezuela. L’Angola ha battuto 88-84 la prestigiosa Macedonia di Pero Antic e Lester Bo McCalebb. Una sconfitta che potrebbe compromettere il cammino della FYROM in questa competizione. La squadra giallorossa è arrivata a Caracas come una delle favorite, vista anche la semifinale conquistata nello scorso europeo, ma la partita inaugurale è stata una vera beffa: le stelle di Eurolega dei macedoni hanno ceduto ai canestri degli eroici Olimpio Cipriano (23 punti con 8/14 dal campo), Carlos Morais (18 con 6/8) e il più prolifico Eduardo Mingas (24 con 10/19). Un’incredibile vittoria ottenuta grazie a una partenza sprint: gli africani piazzano un 53-40 nei primi 20’ che gli dà sicurezza, tanto da resistere anche ai tentativi macedoni. L’Angola allunga fino al +15, e chiude il terzo quarto con un buzzer beater. Nell’ultimo periodo FYROM arriva a -2, ma Olimpio Cipriano mette il canestro della vittoria.

Nell’altra partita il Venezuela padrone di casa ha superato la Nigeria 71-69 in un match molto combattuto. Gli ottimi giocatori non mancano né da una parte né dall’altra: i sudamericani possono schierare il playmaker NBA Grevis Vazquez ed Hector Romero, visto in Italia con le maglie di Siena e Udine. Dall’altre parte i giocatori sotto contratto in America sono addirittura due: Ike Diogu e Al Farouq Aminu. La partita non ha padrone sin dal primo minuto: Vasquez dirige alla perfezione il gioco venezuelano, comportandosi da leader offensivo e mettendo il ritmo anche il tiratore Cubillan (13 punti e 2/6 dall’arco) e Romero.  La Nigeria resiste fino alla fine ma non basta: Vasquez è straripante (24 punti) e le prestazioni degli NBAers Aminu (10) e Diogu (14+10) non bastano per garantire la vittoria ai biancoverdi.

Angola 88-84 Macedonia (32-21; 53-40; 72-59).
Venezuela 71-69 Nigeria (17-18; 29-27; 51-50).