Russia e Grecia, tutto facile al Preolimpico di Caracas

0

Si apre con due nette affermazioni di Russia e Grecia il Torneo Preolimpico di Caracas. L’Armata Rossa ha dominato 91-56 la Corea del Sud grazie ai 16 pt del suo leader Kirilenko, ben supportato da Monya, Kaun e Mozgov, anch’essi in doppia cifra. Troppo poca cosa la Corea del Sud, giunta alla pausa lunga già sotto di 19 lunghezze (45-26) e aggrappata alla sola prestazione del centro americano naturalizzato sudcoreano Eric Sandrin, 15 pt frutto però di un non entusiasmante 5/18 dal campo e 1/4 ai liberi. Difficile comunque chiedere di più a questa squadra, che ora si giocherà il tutto per tutto contro la Repubblica Dominicana di domani.

Se la partita della Russia era già bell’e che chiusa dopo 20 minuti, quella della Grecia è durata lo spazio di cinque minuti. Il tempo di un caffè, insomma, per sbarazzarsi di una Giordania che niente ha potuto contro una squadra di un’altra categoria cestistica. A dire il vero, guardando i nomi del quintetto verrebbe da chiedersi come la squadra di Zouros sia dovuta arrivare fino a Caracas per strappare un pass olimpico. Tutto facile quindi per Fotsis e compagni, che hanno superato addirittura quota 100 chiudendo la mattanza sul 107-63. Ottime le prestazioni dell’asse Olympiacos Papanikolaou-Printezis (19 e 17 pt rispettivamente), da segnalare anche le doppie cifre di Mavroeidis (15), Fotsis e Calathes (11).

 

Russia – Corea del Sud 91-56 (27-16, 18-10, 22-16, 24-14)

Grecia – Giordania 107-63 (33-12, 23-11, 29-20, 22-20)

 

Partite di domani:

Corea de Sud – Repubblica Dominicana

Giordania – Porto Rico