19 giocatori internazionali all’NBA All-Star Weekend: è record

19 giocatori internazionali all’NBA All-Star Weekend: è record

I titolari All-Star Antetokounmpo, Doncic, Embiid e Siakam guidano un gruppo di otto All-Star internazionali. L’NBA All-Star Weekend 2020 raggiungerà 215 Nazioni in 47 lingue diverse.

di La Redazione

La cifra record di 19 giocatori internazionali provenienti da 14 Paesi parteciperanno all’NBA All-Star Weekend 2020, che raggiungerà i fan di 215 Nazioni in 47 lingue tramite tv, computer, cellulari e tablet. Saranno inclusi il Rising Stars di venerdì 14 febbraio dalle 3 di notte, lo State Farm All-Star Saturday Night di sabato 15 febbraio dalle 2 di notte, e il 69esimo NBA All-Star Game di domenica 16 febbraio dalle ore 2 di notte, oltre ad immagini del dietro le quinte ed interviste della settimana precedente.

Di seguito alcuni highlights internazionali di quest’anno:

• In totale, ci sono 19 giocatori internazionali provenienti da 14 Nazioni che partecipano al Rising Stars, allo State Farm All-Star Saturday Night e/o al 69esimo NBA All-Star Game.

• Tra le otto NBA All-Star internazionali, quattro di questi sono stati votati come titolari per l’NBA All-Star Game, nuovo record: Giannis Antetokounmpo (Milwaukee Bucks; Greece), Luka Dončić (Dallas Mavericks; Slovenia), Joel Embiid (Philadelphia 76ers; Cameroon; BWB Africa 2011) e Pascal Siakam (Toronto Raptors; Cameroon; BWB Africa 2012). Rudy Gobert (Utah Jazz; France), Nikola Jokic (Denver Nuggets; Serbia) Domantas Sabonis (Indiana Pacers; Lithuania) e Ben Simmons (76ers; Australia) sono gli altri quattro NBA All-Stars.

• Per il sesto anno consecutive, al Rising Stars parteciperanno 10 giocatori NBA al primo e secondo provenienti dagli Stati Uniti e 10 giocatori NBA al primo e secondo anno provenienti da tutto il mondo. Il World Team presenta quattro giocatori canadesi, nuovo record per numero di giocatori internazionali presenti al Rising Star. Per il World Team sono stati inoltre selezionati quattro ex partecipanti ai camp Basketball Without Borders (BWB): RJ Barrett (New York Knicks; Canada; BWB Global 2017), Rui Hachimura (Washington Wizards; Japan; BWB Global 2016) e Shai Gilgeous-Alexander (Oklahoma City Thunder; Canada; BWB Global 2016). Hachimura è il primo giocatore giapponese ad essere nominato in uno dei roster del Rising Star.

• L’NBA e FIBA terranno il sesto annuale Basketball Without Borders Global Camp da venerdì 14 febbraio a domenica 16 febbraio presso il Quest Multisport come parte dell’NBA All-Star 2020. Attuali ed ex giocatori NBA, WNBA e FIBA, inclusi Siakam, Davis Bertan (Wizards; Lettonia), Tacko Fall (Boston Celtics; Senegal), Cristiano Felicio (Chicago Bulls; Brasile), e il 2017-18 NBA All-Rookie First Team Lauri Markkanen (Bulls; Finlandia; BWB Europe 2014; BWB Global 2015), alleneranno i migliori 64 liceali provenienti dall’Africa, l’America del Nord e Sud, l’Asia e l’Europa. A partire dal lancio del programma BWB nel 2001, ben 69 ex partecipanti sono poi stati scelti o hanno firmato come free agent in NBA.

• Quattrocentoventi media internazionali provenienti da 53 Nazioni sono accreditati per coprire l’NBA All-Star weekend 2020 a Chicago.

• Nove tra televisioni e radio internazionali provenienti dai Balcani, Danimarca, Francia, Grecia, Giappone, America Latina, Mongolia, Polonia e Spagna saranno onsite per commentare l’NBA All-Star weekend 2020. Dieci network televisivi dall’Australia, Balcani, Baltici, Indonesia, Nuova Zelanda, Filippine e Ucraina trasmetteranno l’NBA All-Star weekend da remoto per la prima volta.

FONTE: Uff. Stampa Connexia – NBA Italia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy