28 febbraio, il giorno di Stephen Curry

Curiose coincidenze per la stella degli Warriors.

di La Redazione

Questa notte la luce di Stephen Curry si è spenta, tirando con un orribile 0/11 da 3 contro i Sixers e pareggiando il record NBA per tiri da 3 sbagliati senza segnarne uno, in compagnia di Antoine Walker e Trey Burke.

Il 28 febbraio di un anno fa, lo stesso Curry decise una delle partite più belle degli ultimi anni con 46 punti e 12 triple segnate, allora record NBA (anche quello in condivisione, stavolta con Kobe Bryant e Donyell Marshall), prima di ritoccarlo a quota 13 all’inizio di questa stagione. Ah, andatevi a rivedere l’ultima bomba…

Era il 28 febbraio 2013 quando Curry esplose in quella notte del Madison Square Garden, segnandone 54 con 11/13 da 3 – mai nessuno segnò almeno 50 punti con più di 10 bombe – che tuttora è suo career high. Solo Bryant e Jordan segnarono più punti al MSG in qualità di giocatori ospiti. Quella sera, però, festeggiarono i Knicks…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy