A gennaio la consacrazione del Gallo: è il leader di Denver

0

I Denver Nuggets stanno attraversando un mese di gennaio splendido dal punto di vista del gioco e soprattutto dei risultati. Nelle ultime due settimane hanno un record di 6-1 ed una media di 105 punti segnati a partita, la più alta della NBA. Inoltre, sono la migliore squadra nei rimbalzi (46,4) e la terza negli assist (23,5). Protagonista assoluto della striscia di cinque vittorie consecutive, ottenute con uno scarto medio di 12 punti sugli avversari, è Danilo Gallinari.

Nell’ultimo mese la stella italiana sta viaggiando con 21 punti, 6,8 rimbalzi, 3,4 assist e oltre il 50% dal campo di media a partita. Inoltre, sta dimostrando di essere un “clutch player” con canestri importanti nelle fasi cruciali del gioco. Nessuno dei suoi tiri è stato più importante di quello messo a segno lo scorso sei gennaio contro i Lakers allo Staples Center: avanti 105-102 a 20 secondi dal termine, Dwight Howard ha stoppato il layup di Andre Miller, ma il pallone è finito dritto nelle mani del Gallo, che da oltre l’arco non ha sbagliato la tripla della vittoria.

Inoltre, i Nuggets sono stati la squadra che ha interrotto la striscia di 17 successi consecutivi dei Clippers ed ora non possono che migliorare il loro record, visto il gran numero di partite che devono disputare tra le mura amiche. Sull’enorme potenziale di Gallinari non c’erano mai stati dubbi, ma ora sembra aver finalmente trovato quella continuità che hanno le stelle della NBA: l’anno scorso nei suoi primi playoff aveva faticato e non poco, facendo sorgere dei dubbi sul fatto che potesse essere il leader della sua squadra, ma in questa stagione se le possibilità di Denver di raggiungere i playoff stanno crescendo giorno dopo giorno, il merito è anche di Gallinari. Che questo sia l’anno della sua definitiva consacrazione in NBA?