Boston Celtics, si punta a salire in alto al draft NBA

I giovani e tre prime scelte potrebbero essere messi sul piatto da Ainge per avere in cambio una scelta più alta di quella attuale. I Boston Celtics si avvicinano al prossimo draft NBA, ecco cosa potrebbe succedere in queste due settimane.

di La Redazione

I Boston Celtics stanno lavorando su due fronti principalmente, uno quello del mercato ed uno quello del draft NBA. Se sul primo le questione aperte sono la player option e/o trade di Gordon Hayward più il tentativo di migliorare il reparto lunghi (Turner? Drummond?), sull’altro fronte si punta a salire in alto con le scelte.

Al draft NBA del prossimo 18 novembre, i Boston Celtics hanno tre prime scelte (14ª, 26ª e 30ª) ma il GM Danny Ainge sarebbe pronto a metterle sul piatto, casomai insieme ad un giovane, per riuscire a salire almeno in top10 e puntare il centro di USC Onyeka Okongwu, ma possibilmente anche più su. Uno tra le guardie Waters, Edwards e Langford è sicuramente sacrificabile, ma è più probabile che una squadra in difficoltà (come quasi tutte quelle in top10) voglia almeno uno tra Grant o Robert Williams.

Se non si riuscisse a salire in top10, allora Ainge terrebbe la scelta #14 ma potrebbe cedere uno dei tre piccoli più le due scelte a fine primo giro per riceverne una tra la 15 e la 20. Per la prima scelta piace molto Aaron Nesmith da Vanderbilt, guardia/ala che nella seconda ed ultima stagione NCAA ha segnato 23 punti di media. Per l’eventuale seconda scelta nel range 15/20, i Celtics potrebbero puntare o su un lungo (Vernon Carey o Jalen Smith) oppure su un’ala se non dovesse arrivare Nesmith (Patrick Williams e Saddiq Bey piacciono alla dirigenza).

Saddiq Bey || Bleacher Report
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy