Didi Louzada ai Pelicans, slitta il debutto di Deck con OKC

0

La NBA continua a muoversi, sebbene con firme minori. L’ex scelta #35 dei Pelicans al draft 2019 approda in NBA dopo l’ultima esperienza australiana con i Sydney Kings, dove ha chiuso con 8.8 punti e 3.4 rimbalzi in 24′ di media, ma con percentuali al tiro piuttosto basse (39% dal campo e 26% dall’arco). Il 22enne esterno brasiliano firmerà un pluriennale, probabilmente garantito per questa e la prossima stagione con team option nel terzo ed ultimo anno. Sarà il 14° giocatore a roster, in attesa che New Orleans rifirmi Isaiah Thomas la prossima settimana.

Riguardo ad un altro giocatore sudamericano “importato” in NBA da campionati oltreoceano, Gabriel Deck potrebbe vedere il suo debutto con OKC ritardato a causa di problemi burocratici con il visto di lavoro, come anticipato da coach Daigneault. L’ala ex Real Madrid ha firmato qualche giorno fa un pluriennale, simile a quello di Louzada.

Il two-way Yuta Watanabe si è guadagnato un contratto standard con i Toronto Raptors fino al termine della stagione più altri due anni non garantiti.

Capitolo 10-day contract: rinnovati per altri 10 giorni i contratti di Gillespie (Raptors), Payton II (Warriors), Hollis-Jefferson (Blazers), Damian Jones (Kings), oltre al già citato DeMarcus Cousins (Clippers). Alla fine di questi contratti le rispettive franchigie dovranno decidere se confermare il giocatore fino al termine della stagione (come successo a Lamar Stevens di Cleveland) oppure liberarlo definitivamente.